Islanda, isola meravigliosa

Un vero e proprio angolo di paradiso, una terra primordiale piena di sorprese

Diario letto 7948 volte

  • di Raffa Mantoan
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

16/6/2016 tappa ad Akureyri, secondo città più popolosa d’Islanda, e dopo una breve sosta ci dirigiamo di gran fretta ad Husavik per vedere per la seconda volta le balene. La cascata Godafoss è così affascinante che vale da sola il viaggio. Ultima tappa della giornata, il lago Myvatn.

17/6/2016 Festa nazionale Islandese (a Reykjavik c’è un mega festival ma qua è tutto tranquillo e sereno). Da fotografare gli pseudocrateri, i fenomeni geotermali, e la cascata Dettifoss. Giornata lunga ma piacevolissima che deve concludersi in un ottimo modo… la piscina all’aperto (Myvant nature Baths…. fantastiche).

18/6/2016 Egilstadir (terza cittadina d’Islanda). Hengifoss e visita dei fiordi fino a Seydisfjordur (abbiamo scelto questo perché ci sembrava più vicino a Egilstadir ma la montagna è molto ripida, basta fare attenzione… ne vale la pena affrontare qualche difficoltà)

19/6/2016 visita dei fiordi orientali e Jokursalrlon (o laguna glaciale)

20/6/2016 pianura di lava nei pressi di Kirkujbaejerkaustur (detta anche Klaustur)

21/6/2016 spiaggia nera di Vik. Dyrholaey. Cascata Skogafoss… E per finire lei la cascata Seljalandsfoss la più bella, la più divertente (perché ci passi sotto) cascata d’Islanda… Per gli amanti delle cascate, a 800 metri da questo gioiellino – il percorso è segnalato da un minuscolo cartello verde a sinistra della cascata - c’è né pure un’altra che è letteralmente dentro la roccia… fantastica sorpresa. Reykjavik

22/6/2016 ritorno in Italia con un enorme bagaglio di felicità, libertà, energia… Islanda ci vediamo presto!

Ultimi consigli: non servono i contanti, perché tutti utilizzano la carta di credito. Viaggiate leggeri perché non sono un popolo molto formale e non guardano male i turisti che indossano abiti da trekking. Se fa freddo in stanza, o se dovete asciugare i costumi e gli accappatoi, è sufficiente aprire il riscaldamento (l’acqua calda riscalda istantaneamente i termosifoni). Consumate con moderazione la carne di balena, perché sono mammiferi molto buoni e gentili ed è bellissimo vederli nuotare felici. Ricordate che la colazione è strepitosa e lo skyr, oltre ad essere delizioso, è molto salutare. Essendo un popolo molto generoso, quando prendete un caffè o una zuppa potreste fare anche il bis!

Ritornerò sicuramente in Islanda per vedere l’aurora boreale ed i fiordi occidentali. Penso di essermi innamorata perdutamente di quest’isola.

  • 7948 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social