L'Islanda di Fefy, Steve, Cono

L’ISLANDA DI FEFY 2004 (destinazione scelta da Steve) 1° giorno Aereo, arrivo a Reykjavik, ritiro della macchina all’aereoporto (Keflavic). Ci dirigiamo verso l’unica guesthouse che abbiamo prenotato dall’Italia, l’ADAM. Da Keflavic a Reykjavik ci sono circa 30 minuti di auto. ...

Diario letto 609 volte

  • di Stefania Muzio 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

L’ISLANDA DI FEFY 2004 (destinazione scelta da Steve)

1° giorno

Aereo, arrivo a Reykjavik, ritiro della macchina all’aereoporto (Keflavic). Ci dirigiamo verso l’unica guesthouse che abbiamo prenotato dall’Italia, l’ADAM. Da Keflavic a Reykjavik ci sono circa 30 minuti di auto. Il paesaggio e’ lunare, stranissimo.

Arriviamo in città. Il signor Adam ci accoglie scalzo, tutto vestito di nero. Lui ha la pelle bianchissima…che tipo strano. Parla come un generale. La guesthouse e’ pulitissima, ma le camere minuscole. Andiamo a cena e poi crolliamo dal sonno.

2° e 3° giorno

Grazie a Filippo, il nostro itinerario e’ praticamente gia’ segnato e sicuro. Filippo e’ un’appartenente alla community di Turisti per Caso “DOVE VANNO I PUFFINI A META’ AGOSTO”), e devo dire grazie ai suoi tanti consigli se questo viaggio è stato davvero fantastico!)

Iniziando quindi, i primi giorni li dedichiamo alla città e alla La Laguna Blu, ovvero bagno in acqua calda, all’aperto! La laguna blu è l’acqua di scarto della vicina centrale geotermica, che nono servendo perche’ in eccesso, viene utilizzata da noi lussuriosi, in pratica è acqua di gayser, purissima, con fondo di silicio e zolfo. E’ un paradiso, una goduria indescrivibile!! Siamo andati prestissimo e non c’era quasi nessuno, l’acqua ha una temperatura di circa 37 gradi (fuori circa 15) ed un colore azzurro - verde così intenso che sembra come ha ben detto Filippo di essere ai Carabi e’ qualcosa di indescrivibile. Cono e Steve si sono messi anche il silicio in faccia.

4° giorno

E’ il giorno della partenza per il tour. Percorreremo circa 2700 Km e faremo il loop completo dell’isola addentrandoci anche nell’interno, quando possibile. Essendo pochi i giorni sara’ un viaggio molto intenso.

La prima tappa del nostro viaggio: Pingvellir un parco nazionale che è il punto in cui la frattura fra la zolla nord americana e quella europea è più evidente ma per gli islandesi è anche il luogo in cui si è riunito il primo parlamento attorno all’anno mille. Passeggiata all’interno della spaccatura principale fino ad arrivare alle cascatelle di oxarafoss.

Arriviamo poi alle sorgenti di acqua calda più potenti d’Europa. Acqua che bolle ed un vapore incredibile. Nelle immediate vicinanze ci sono serre riscaldate. Imbocchiamo la statale 82 e ci dirigiamo verso Skagafjordur dove cerchiamo da dormire.

In realta’ la statale 82 l’abbiamo imboccata per errore. E’ tutta sterrata, e grazie a Cono e alla sua guida non ci ammaziamo! Ma a chiunque di voi vada in Islanda la consigliamo, e’ vero, sono 40 km duri, ma il paesaggio e’ qualcosa di indescrivibile. Fantastico, irreale, il piu’ bello visto in tutto il viaggio. Ci fermiamo continuamente per fotografare.

Finalmente la 82 si ricongiunge con una str asfaltata. Troviamo una piccola e graziosissima Guesthouse. Facciamo spesa, cuciniamo (e’ tutto troppo caro e per farci bastare i soldi non possiamo permetterci cene e pranzi fuori, e per fortuna le gesthouse e le fattorie dove dormiamo e dormiremo ci danno l’uso cucina, e, dopo la visita di Glaumbeur e le tipiche case con i tetti in torba, giro sul fiordo al “tramonto “nei pressi di Hofsos . Bellissimo..

5° giorno

Visita di Hofsos, poi direzione Siglufjordur. Incominciamo la risalita dello Skagafjordur e la strada inizia ad offrire dei panorami mozzafiato. In cima al fiordo, uno stretto tunnel scavato nella roccia fa da portone al piccolo villaggio di pescatori di Siglufjordur ed alla sua bellissima baia. Un odore di aringhe affumicate ci da il voltastomaco. E’ pieno di stabilimenti di affumicatoi e a volte lo stomaco e’ messo a dura prova

  • 609 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico