Rumspringa!!!

Weekend lungo a Dublino e Howth.

Diario letto 428 volte

  • di battistelli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

In un mercoledì d'inverno dopo la solita partita di padel, io ed il mio amico di viaggi Scacchia, ne abbiamo già fatti 4/5 insieme, davanti alla solita birra spillata alla perfezione alla Birroteca Guelfa dal nostro birraio di fiducia, tra i soliti discorsi sul calcio e sui problemi esistenziali dell'uomo spunta un'idea. “Che facémo? Partémo?”.

Da lì nelle settimane a venire iniziammo a farci le solite domande di ogni viaggiatore, dove potevamo andare, quanti giorni fare, in quale data partire, come organizzarci con le nostre famiglie ed i nostri lavori. Da un anno e mezzo a questa parte siamo diventati entrambi papà o babbi quindi dobbiamo incastrare bene ogni cosa prima di partire, l'unica cosa sicura sono i giorni, weekend lungo dal giovedì alla domenica, non di più sennò le nostri mogli ci ammazzano.

Dopo svariati mercoledì con il solito appuntamento fisso della birra infrasettimanale, riusciamo a partorire il nome, Dublino! Come in ogni buona coppia che si rispetti, uno organizza e l'altro acconsente a prescindere, in questa caso ovviamente sono io l'organizzatore, sennò non starei qui a scrivere di questo viaggio. Per farvi un'idea, io sono uno di quelli che si fa la lista a penna di tutte le cose da portare prima di partire, Scacchia invece si fa fare la valigia dalla moglie senza guardare quello che c'è dentro, sperando che ci abbia messo le mutande di ricambio, scherzo ovviamente.

Prenoto hotel, visite a birrerie e mi faccio un mini programma di viaggio in base alle cose che mi interessano fare e vedere.

Giovedì 13/02/2020

Finalmente il giorno di partire è arrivato, siamo stati in dubbio fino all'ultimo perché da poco in Italia si è iniziato a parlare di Covid-19 ovvero di Coronavirus ma ancora non c'è nessuna restrizione, qualche dubbio ci assale soprattutto a Scacchia che è molto più ansioso di me, il rischio di beccare un malato nel nostro aereo e restare fermi per 14 giorni in quarantena preventiva c'è e avendo una famiglia ed un lavoro da gestire non ce lo possiamo proprio permettere, però oramai abbiamo già prenotato e pagato quasi tutto quindi alla fine andiamo... il caos in Italia a Codogno scoppierà la settimana dopo di essere tornati, quindi siamo partiti in tempo in tempo.

All'andata voliamo con la confortevole Aer Lingus compagnia irlandese, dall'aeroporto al centro di Dublino prendiamo il bus navetta dell'Airlink, €14 a/r, che in 25 minuti ci porta vicino al nostro hotel, il Maldron Hotel Pearse Street.

Il tempo di lasciare le valigie e siamo già in strada, è metà pomeriggio e per oggi non ho organizzato niente quindi giriamo in centro senza una meta, ma solo per farci una prima idea della città, l'unica cosa che ho messo in conto di fare è bere birra! Non facciamo in tempo ad uscire dall'hotel e fare un centinaio di metri a piedi che entriamo subito in un pub per fare il battesimo con la nostra prima guinness, mi è mancato tanto riassaporare quella sua corposità, il sapore tostato e la sua schiuma pastosa... Dopo il battesimo siamo pronti a bere a profusione passando in un altro paio di pub tra cui il leggendario Temple Bar che nel pomeriggio è poco affollato quindi molto più vivibile.

Per cena scegliamo il Pub di BrewDog che si trova in zona porto e che avevamo notato arrivando con il pullman dall'aeroporto, camminando verso il pub passiamo davanti al Gran Canal Square con il suo suggestivo designe e luci rosse a led, fateci un salto la sera perché ne vale veramente la pena. Il pub di BrewDog è stato aperto solo sei mesi fa ed è molto bello e ben fatto, hanno delle sale molto grandi su più piani, una con un grande caminetto al centro, una con quattro tavoli per giocare gratuitamente a shuffleboard, dove ovviamente sono un campione, il pub si affaccia direttamente sul canale, si respira un'aria diversa dai classici pub irlandesi ma è veramente ben fatto. L'hamburger non ci ha entusiasmato e le birre per chi è un amante di birre artigianali come noi già ne conosce le ottime qualità, ormai il marchio Brew Dog è un'istituzione tra le birre artigianali

  • 428 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social