10 giorni in Irlanda

Viaggio d'estate on the road a ritmo lento, tra cultura e natura

Diario letto 2009 volte

  • di peterandmary
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Era da anni che pensavamo all'Irlanda come meta delle nostre vacanze estive, ci frenava l'immagine di un paese piovoso. Quest'anno decidiamo che un po' di pioggerellina non potrà certo farci male e finalmente partiamo per il nostro primo incontro con questo Paese!

Arriviamo a Dublino con un volo Ryanair da Bergamo. L'itinerario in breve è stato il seguente:

  • 4 notti a Dublino -Almani B&B
  • 1 notte a Kilkenny -Glendine House
  • 2 notti a Milltown Malbay- Blue Ivy Accomodations
  • 1 notte a Inisheer, Aran Island –Rooms at an Moinear
  • 2 notti a Salthill, Galway –Claremounh House
  • Ritorno a Dublino per rientrare in Italia

Dublino impari a conoscerla per il suo profumo: un misto di fritto, burro fuso, carne alla brace. Ci siamo spostati principalmente a piedi e con l'autobus per raggiungere il centro dal nostro alloggio. Per gli autobus abbiamo usato la Leap card, gentilmente prestataci dalla proprietaria del B& B. Si tratta di una carta ricaricabile da cui veniva scalato dall'autista il prezzo del biglietto. Esiste anche la Leap card per turisti che può essere acquistata in aeroporto, altrimenti i singoli biglietti si prendono dall'autista a cui bisogna indicare la fermata a cui si intende scendere. Si paga solo con le monete e non viene dato il resto.

Cominciamo la visita della città da O'Connel Street che diventerà un nostro punto di riferimento in particolare per l'opera The Spire, la scultura più alta del mondo, presente nella via. Il centro si percorre piacevolmente a piedi, camminando tra i numerosi ponti e vedendo le statue presenti, tra cui quella di James Joyce, Molly Malone e Oscar Wilde disteso al parco. Sicuramente imperdibile è una visita al Trinity College. Noi l'abbiamo visto una prima volta verso sera, in un'atmosfera di tranquillità assoluta. Il giorno dopo abbiamo invece seguito una visita guidata ( le guide sono studenti del Trinity ), molto interessante. Abbiamo scoperto per esempio che proprio qui ha studiato Bram Stoker, l'autore di Dracula. Il biglietto comprendeva anche l'ingresso alle sale del Book of Keels, libro antichissimo, e alla Long Room, la biblioteca che lascia senza parole qualsiasi amante della lettura! Altra tappa direi obbligata è la Guiness Storehouse: 7 piani interamente dedicati alla storia di questa società così importante per l'Irlanda. La visita termina con una birra (oppure un analcolico per chi non beve birra!) all'ultimo piano con vista su Dublino. La cattedrale di San Patrick, altro simbolo d'Irlanda, abbiamo la fortuna di vederla assistendo ad una funzione anglicana: arriviamo all'orario di chiusura per le visite, ci dicono però che possiamo assistere ad una funzione prevista dopo pochi minuti. Entriamo ( gratuitamente!) e ascoltiamo il coro, ammirando intanto l'interno della chiesa.

A Dublino è inoltre possibile seguire il percorso di Leopold Bloom, il personaggio dell'Ulisse di Joyce. Le strade sono piene di targhe con rimandi al libro, sicuramente interessante per il turismo letterario.

Da Dublino abbiamo fatto due gite fuori porta prendendo il treno dalla stazione Tara Station:

Dun Laoghaire; qui è possibile rilassarsi sul molo e raggiungere a piedi la torre di Joyce a Sandycove.

Howth: arrivati qui siamo passati dall'ufficio turistico dove è possibile prendere la cartina con i percorsi da fare a piedi. Noi abbiamo fatto il percorso più breve, quello verde, che prevede un giro circolare che si percorre in circa 2 ore e mezza, compresa sosta per ammirare il panorama al punto più alto ,The summit. Sicuramente una gita da consigliare!

Al 5 °giorno di vacanza torniamo in aeroporto per ritirare la macchina prenotata tramite Budget e cominciamo la nostra parte di vacanza on the road! Prendiamo confidenza con la guida a sinistra e partiamo, direzione Kilkenny. Dopo aver lasciato i bagagli al nostro secondo alloggio, una bellissima casa d'epoca in mezzo al verde gestita da un signore simpaticissimo, andiamo a piedi verso il centro. Kilkenny è stata una piacevole scoperta, molto bello in particolare il giardino del castello, dove ci rilassiamo sul prato. Come consigliato dal proprietario del B&B visitiamo la chiesa di San Canice. Prendiamo il biglietto sia per la visita alla cattedrale che per la torre ( attenzione perché la salita è molto ripida!). La cattedrale è molto bella e vale sicuramente una visita. La sera mangiamo in un pub, Matt the Millers, dove ascoltiamo musica irlandese dal vivo. Rientriamo al B & B passeggiando piacevolmente in questa tranquilla città con sosta foto sui numerosi ponti pieni di fiori

  • 2009 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social