Irlanda del Nord on the road

Dopo aver visitato il Sud di questa stupenda isola, riprendiamo da dove l'avevamo lasciata per esplorare la parte settentrionale

Diario letto 15860 volte

  • di laio66
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

13 Luglio 2015

Irlanda 2015, torniamo alla scoperta dell'Isola verde e completare il viaggio iniziato due anni prima. Questa volta si punta al Nord.

A differenza della volta scorsa, quest'anno siamo solo in 3, Alessio è maggiorenne, voglia di indipendenza e altri interessi lo tengono a casa, mi dispiace ma rispetto la sua decisione.

La programmazione del viaggio è già stata fatta ai primi di Maggio, tappe, luoghi da visitare, prenotazioni B&B, aereo e auto, tutto dovrebbe combaciare.

Per il viaggio in aeroporto a Bergamo, otteniamo un passaggio dai nonni, partenza da casa alle 6:00 e arrivo a BG prima delle 8:00. Salutiamo i nonni e passiamo i controlli di sicurezza, entrando nella zona imbarchi in attesa del nostro Gate. Nel frattempo raggiungiamo all'imbarco, una collega di Daniela in partenza per la Sardegna per un saluto e qualche battuta scherzosa. Ci portiamo quindi al Gate 110 da cui partirà il nostro volo per Dublino, dove troviamo una tipa un po' strana, che incontreremo poi anche in Irlanda.

Volo tranquillo di poco pù di due ore ed arriviamo a Dublino dove ci accoglie da subito una pioggerella leggera. Ci rechiamo quindi al banco della compagnia di Noleggio Sixt, dove sbrighiamo le carte e ci viene assegnata una Renault Clio che ci accompagnerà nel nostro viaggio sulle strade dell'Irlanda. Bus Navetta verso il deposito Sixt e partenza. A differenza della volta scorsa, la guida a sinistra è da subito più agevole, superiamo le autostrade intorno a Dublino e ci dirigiamo verso la nostra prima tappa, Mullingar. All'uscita dell'autostrada, ci fermiamo ad una Lidl per il pranzo e un primo rifornimento di acqua, acqua aromatizzata al limone (x Dany...) e spuntini per i prossimi giorni. Pranziamo nel parcheggio del supermercato e ci dirigiamo quindi verso il primo B&B, Petitswood House. Veniamo accolti da una signora gentilissima, Pamela, che ci mostra la nostra stanza, la casa e ci spiega le informazioni necessarie per il nostro breve soggiorno, oltre che alla richiesta della colazione rigorosamente Irish. La casa si trova all'ingresso della città, a circa 1,5/2 km dal centro e dopo esserci rilassati qualche minuto, raggiungiamo il centro in auto. La città non ha un gran chè da offrire, la cattedrale, qualche chiesetta minore con annesso cimitero con croci celtiche, un monumento ad un cantante famoso del luogo, un monumento ai pellegrini che un tempo transitavano per questi posti, edifici grigi usati in passato come casermoni militari dell'esercito britannico e un bel parco cittadino con un laghetto dove incontriamo una coppia di italiani trasferita in Irlanda per lavoro. Su consiglio di questa coppia, ceniamo con Fish and Chips da asporto di Lino's, un italiano, ma la scelta non è stata delle migliori. Prime spese per Giorgia, una felpa di Mullingar e uno zaino, in ricordo della città da cui proviene un componente (non chiedetemi il nome...) del suo gruppo musicale preferito, gli OneDirection. Chiudiamo la serata ancora a passeggio per le vie quasi deserte della città e ritorno al B&B per un the caldo e per una bella dormita nei letti comodi di Pamela (siamo svegli da questa mattina alle 5:00)

14 Luglio 2015

Ore 8:00, sveglia e prima colazione Irish. Ottima, abbondante e servita dalla gentilissima Pamela. Ricarichiamo i bagagli in macchina, salutiamo la proprietaria e partiamo per la nostra prima vera giornata irlandese. Prima tappa al Belvedere House and Garden. Bel castello con parco che si specchia su uno dei tanti laghi che circondano Mullingar, lago Ennell. La storia, racconta di due fratelli che si contendevano la stessa donna rinchiusa poi dal marito legittimo nel castello, separato da un alto muro fatto costruire per togliere al secondo fratello la vista del castello e della donna contesa. Bella passeggiata nel parco, visita alle stanze arredate del castello, all'orto-giardino con varie specie di prodotti per soddisfare le esigenze delle cucine della residenza, passeggiata sul lungo lago con bei panorami.

La prossima tappa giornaliera è il sito monastico di Clonmacnoise sulle rive del fiume Shannon. E' considerato uno dei luoghi sacri per la religione in Irlanda, meta di pellegrinaggio da molti secoli, composto dalle rovine di una cattedrale, altre chiese minori, due torri di avvistamento intatte e circondato da un cimitero dove si trovano due alte croci celtiche composte da un unico blocco di granito ancora ben conservate e scolpite con scene della crocifissione e del giudizio universale. Luogo saccheggiato e devastato dagli inglesi durante il loro tentativo di colonizzazione dell'Irlanda. Pace e tranquillità regnano su questa collina con vista sul fiume Shannon, crocevia di pellegrini da ogni parte d'Irlanda. Dopo un pranzo al sacco all'uscita del monastero e acquisto di qualche ricordino, ripartiamo in direzione della città Galway, già visitata due anni prima

  • 15860 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social