Iran on the road, inaspettata meraviglia

Viaggio fai da te tra Teheran, Esfahan, Yazd e Shiraz

Diario letto 2387 volte

  • di vale.astolfi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Come penso quasi tutti i viaggiatori, non sono mai stata in grado di stilare una classifica precisa dei miei viaggi. Poi però sono andata in Iran e da allora non ho dubbi: il primo posto è inaspettatamente quanto saldamente occupato da questo paese meraviglioso, dalle bellezze naturalistiche e architettoniche indiscutibili e dal popolo più straordinariamente ospitale che abbia mai incontrato. Tutto questo ha una valenza ancora più forte considerando la continua propaganda tinta di estremismo e pericolo che ne viene fatta. Con questo non voglio affermare che determinate problematiche legate alla rigida applicazione della legge coranica siano assenti, ma semplicemente c’è molto oltre e molto di più bello di quanto mai avessi potuto pensare.

Per le note sanzioni che sono state imposte all’Iran a partire dagli anni Ottanta, il paese è di fatto cresciuto isolato dal resto del mondo su molti aspetti: è ad esempio fuori dal sistema di pagamenti internazionali, per cui nessuna carta di credito o bancomat funziona. Anche a livello turistico, l’Iran non è coinvolto in molti circuiti affermatisi dappertutto, per cui è ad esempio molto difficile trovare gli alberghi su sistemi come Booking. Questo limite può rendere l’Iran una meta apparentemente di difficile organizzazione, soprattutto nella fase pre-partenza: è complicato prenotare gli alberghi, bisogna prevedere quanti contanti saranno necessari e viaggiare con parecchi soldi addosso, non si trovano molte informazioni o recensioni… Tuttavia, è in realtà sufficiente avere un primo contatto e una sim con internet, per risolvere qualunque problema. WhatsApp è infatti diffusissimo e molto utilizzato internamente come rete di lavoro oltre che di contatto. Scoprirete che è veramente facile e veloce ingaggiare una guida per una giornata, trovare un autista e immagino anche un albergo (noi li avevamo prenotati tutti prima). Gli iraniani non solo aiutano veramente tanto i turisti, ma ci è parso che si aiutino anche molto fra di loro, mettendo in contatto i viaggiatori con chi potenzialmente può avere un lavoro.

INFO PRATICHE / PRIMA DI PARTIRE

Modalità di viaggio: La prima domanda da porsi è se si preferisce un viaggio organizzato con una guida locale più autista oppure un viaggio totalmente fai da te. Noi abbiamo scelto la seconda opzione e, una volta capito come reperire tutte le informazioni, ne siamo stati assolutamente soddisfatti. I vantaggi sono stati il maggior contatto con la realtà iraniana, la possibilità di prendere una diversa guida per ogni città, ascoltando così diversi punti di vista e il costo inferiore. D’altro canto, abbiamo dovuto rinunciare ad alcune tappe minori che invece con un autista sarebbero state visitabili, poiché spostandosi con gli autobus a lunga percorrenza non era fattibile fermarsi per delle brevi tappe intermedie. Inoltre una guida 24h/24 sicuramente può essere d’aiuto per alcune questioni pratiche tipo prelievi / prenotazione degli hotel / scelta dei ristoranti.. Io preferisco sempre, ove possibile e sicuro, la modalità autogestita, perché mi permette di entrare maggiormente nel vivo del viaggio.

Itinerario: il nostro itinerario – Teheran – Esfahan – Yazd – Shiraz è stato così stringato per mancanza di tempo (1 settimana totale), che ci ha costretto a selezionare solo le tappe principali. Sono però molti i siti minori lungo il percorso che, da racconti di altri viaggiatori, meritano una visita se ne si ha il tempo e il modo (in particolare, Qom e Kashan). Raccomando di dedicare almeno un paio di giorni a Esfahan e Shiraz, per Yazd e Teheran ne potrebbe bastare uno ma sicuramente di corsa

  • 2387 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social