Vacanze iraniane

Splendido viaggio estivo in una terra fantastica

Diario letto 12853 volte

  • di puremorning1999
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Alcune INDICAZIONI GENERALI prima di passare al racconto delle singole giornate:

1. In termini di sicurezza, l’Iran è uno dei posti più tranquilli e sicuri che ci sia capitato di visitare. Non c’è stato neppure un attimo nel quale ci siamo sentiti a disagio e lo stesso valeva anche per le persone intorno a noi, che facevano sfoggio di beni di lusso (l’esempio tipico è costituito dai negozi d’oro nei bazar che esponevano la propria mercanzia senza la presenza di guardie). E’ vero comunque che ci siamo limitati a percorsi turistici, evitando le zone sconsigliate dalla Farnesina e dal Foreign & Commonwealth Office.

2. Il periodo da noi scelto, piena estate, ci aveva un po’ spaventato all’inizio, ma tutto sommato alla fine è stato buono. La temperatura è stata sempre elevata, raggiungendo anche i 40 °C a Yazd e Kashan, ma il clima era molto secco, per cui paradossalmente si stava molto meglio in Iran che a Milano quando siamo partiti.

3. In Iran i prezzi sono molto più bapera i 40 € per una stanza doppia con bagno, con l’eccezione di Teheran, dovessi rispetto agli standard occidentali. Ad esempio, un hotel di buon livello difficilmente su i costi sono più elevati. I ristoranti hanno prezzi ancora più bassi, visto che in posti considerati di livello elevato per gli standard locali, il conto per due persone non ha raggiunto quasi mai i 20 €, attestandosi anche su cifre molto più basse nelle cittadine più periferiche.

Al momento non è possibile l’utilizzo né del bancomat, né delle carte di credito occidentali, per cui l’unica soluzione possibile è portare gli Euro e cambiarli presso i cambiavalute locali. A tal proposito, conviene assolutamente evitare le banche e ricorrere ai cambiavalute: il cambio di 1 € era rispettivamente di 32.500 IRR contro 36.400 IRR!

Abbiamo letto che c’è la possibilità di convertire delle somme in Euro con delle carte di credito prepagate, in modo da non andare in giro con troppo denaro con sé, ma non abbiamo approfondito questa soluzione.

A differenza che nei paesi arabi, non si contratta molto: se escludiamo qualche caso sporadico, gli sconti sono abbastanza limitati ed anche i tassisti, quando riducono la propria tariffa, lo fanno di poco.

4. Viaggiare in Iran è estremamente facile, a patto che si lasci da parte l’auto. Gli autobus VIP con aria condizionata sono di ottimo livello, frequenti ed economici; anche la nostra esperienza in treno (abbiamo preso per due volte la cuccetta notturna) è stata ottima. Conducenti locali e tassisti, al contrario, guidano un po’ come capita ed il livello di traffico e lo stile di guida sono davvero terrificanti. A Teheran ci è spesso capitato di prendere il metrò, molto efficiente e con corse frequenti, così come anche la BRT (autobus veloci) su Valiasr Avenue. Abbiamo preso anche un volo interno con Aseman Airlines (Yazd-Teheran, € 49 a biglietto): il volo è andato benissimo, ma è partito in piena notte con 3 ore di ritardo!

Per quel che riguarda la prenotazione del volo interno e del treno, non è possibile farlo dall’Italia via web, per cui ci siamo rivolti a Key2Persia (www.key2persia.com), che in maniera rapida ci ha procurato quanto richiesto con una commissione del 15%. Quanto ai tour, invece, pur avendo chiesto dei preventivi dall’Italia, non abbiamo organizzato niente in anticipo, rivolgendoci in hotel o agli uffici del turismo. In questo modo siamo sempre riusciti ad ottenere dei risparmi sui preventivi raccolti.

Un consiglio è sicuro: non andate in Iran con un viaggio organizzato, perché vi perdereste il contatto con la gente, che è la cosa più interessante dell’esperienza

  • 12853 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social