L'Iran, le sue bellezze e le sue 1001 contraddizioni

Gente incantevole cordiale e accogliente, citta meravigliose

Diario letto 6973 volte

  • di Cleopatra.2904
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Arriviamo a Teheran con volo diretto Alitalia. Atterriamo alle 23. Le operazioni alla dogana sono molto veloci, ma noi avevamo gia' il visto sul passaporto. All'uscita troviamo Mr. Zahehu che ci sta aspettando, contattato attraverso l'agenzia locale gashtour.

L'aeroporto e' distante da Teheran e impieghiamo, di notte, più di una ora e mezza per raggiungere il nostro albergo escan hotel in quanto il traffico , anche di notte, e' molto intenso. Peccato che domani dovremo rifare la stessa strada per andare verso Qom (ma non abbiamo trovato alberghi di appoggio più vicini). L'escan hotel e' semplice ma confortevole, pulito e silenzioso. La colazione e' limitata ai piatti tipici locali (zuppe, riso e uova) con qualche toast e marmellate. E' un albergo posizionato Nella zona centrale vicino a piazza Ferdowsi dove c'e' anche la metro. Appena si entra da una parte c'e la receptionist, dalla altra parte, in vista la zona ristorante dove si fa anche colazione. E' un edificio di 5 piani piuttosto anonimo, ma e' pulito e con camere spaziose. Bagni puliti e con doccia spaziosa. Le camere sono ampie e molto silenziose. Internet e' gratuito ed e' abbastanza veloce con limitazioni per accesso ai siti Esteri che si hanno in Iran.

Partiamo il giorno dopo verso Qom passando per il mausoleo di imam komehini. Il mausoleo e' ancora in costruzione e l'unica parte completata e' dove e' stata deposta la tomba. Nulla di speciale, ma visto che e' di strada vale la pena una sosta veloce (considerando che l'imam e' quello che ha portato l' Iran ad essere quello che visitiamo adesso).

Qom e' una città Santa, con il complesso religioso della moschea bello da vedere, pieno di cupole e di courtyard. Non ci si può muovere in autonomia (i turisti) ma bisogna essere accompagnati da una persona preposta ad accogliere gli stranieri. Prima di capirlo, siamo entrati in uno dei cortili, ma anche se vestita con camicia lunga fino al ginocchio, pantaloni e velo in testa, sono stata fermata dalle donne e Alessandro dagli uomini che indicavano che il mio abbigliamento non era consono e mi hanno fatto capire di andare verso il gâté principale per indossare il Chador. Al gate principale abbiamo aspettano che arrivasse la persona preposta con cui riusciamo a visitare solo la maggior parte dei siti ( alcuni sono chiusi ai non musulmani). Proseguiamo fino a Kashan. La città e' graziosa con le sue case d' epoca con cortili e stanze che si affacciano su giardini fioriti. L'albergo che abbiamo scelto e' proprio una di queste case restaurate : hotel Manoucheri, pulito confortevole e luminoso. La colazione e' sempre molto essenziale.la casa e' molto bella, con un vasto cortile pieno di fiori dove si affacciano tutte le stanze. Le stanze sono tutte diverse a seconda della posizione, molto ampie e rivestite di marmo. Il bagno sembrava quasi un bagno turco con marmi per terra e lavandino in marmo. Il ristorante e' in uno dei locali che si affacciano sul cortile. La colazione viene servita al buffet per quanto riguarda il cibo e si ordinano le bevande. Abbiamo cenato in un ristorante all'aperto vicino ai giardini: il garden. Buon cibo e prezzi veramente modici in tutto l'Iran : abbiamo pagato per uno spiedino di pollo piuttosto grande, un piatto di riso e un po' di vegetali 3 euro a testa. Il cibo in generale in iran e' accettabile: il riso non manca mai, cosi come il pollo e l'agnello ( a pezzi , kebab, o macinati, kubide). Una zuppa di verdure (bailey) , una specie di polpette al sugo (kufte) , melanzane al sugo e una specie di brodo che si mangia con la carne bollita e con le verdure utilizzate per fare il brodo , il tutto pestato con un mortaio (disi). L'Insalata e' buona e servita sempre con una salsina rosa. Anche quella che loro chiamano pizza e' buona ( sono in genrale bravi nella panificazione )

  • 6973 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social