Inghilterra Sud Occidentale

Una settimana in Cornovaglia

Diario letto 9229 volte

  • di valgrana
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

TURSO (PROBUS)ORCHAD MANOR: il posto più caro cheabbiamo trovato e decisamente il menoaccogliente. Lo prendiamo perché è tardi e nonabbiamo visto altro nei dintorni. La camera èpiccola, almeno ha un balcone e una bella vistasulla campagna (da noi battezzata countryshire)circostante. Non ci stupisce il fatto di essere gliunici ospiti. A colazione il proprietario cerca direcuperare in simpatia. Ma è senza yogurt e lamamma corre dal vicino a procuraselo. Bea loignora ed io sfoggio, senza problemi, il miopeggior inglese.98 Sterline. Un furto.

SALISBURYTHE SWAN @ STOFORD: si tratta di un pubgestito da giovani ragazzi. A pochi miglia dallacittà, ci fermiamo anche per la cena. In tuttosono 100 sterline. Sono anche su facebookhttp://www.facebook.com/pages/The-SwanStoford/106718043481 e twitterhttp://twitter.com/SwanInnStoford,WI-FI gratis. Ottima scelta.

STANSTED (Sawbridgeworth )THE MARKET HOUSE HOTEL: pub in cuiprenotiamo una stanza il giorno del nostroarrivo. Lo prendiamo anche se la primaimpressione non è delle migliori. Poi, dovendoessere in aeroporto alle 5.00 del mattino non èil caso di fare i pistini. Invece troviamo unastanza con letto a baldacchino e molta querciache fa tanto Re Artù. Ci manca solo unfantasma. In cambio abbiamo due risse instrada la prima all’1.00 tra ragazze alteratedalla birra e poi alle 2.00 tra avventori stanchi.Il miglior modo di salutare l’Inghilterra. Senzacolazione sono solo 35 sterline.http://www.markethousehotel.com/

VIABILITA’ Girare in auto non è veramente un problema: tutte le strade sono ottimamentesegnalate, ci sono un mare di rotonde che, anche se all’incontrario, aiutano molto.Avevamo una cartina al 100000 poi, per il dettaglio di zona abbiamo saccheggiato glionnipresenti uffici turistici. Le autostrade non si pagano e sono indicate dalla sigla M esono in blù. Le altre strade sono indicate con A e B. Le A sono il corrispettivo delle nostrestatali, le B le provinciali. Una sensazione personale: la larghezza della strada èinversamente proporzionale al numero delle cifre che ne compongono la sigla: la A12sarà sicuramente migliore della A345.Gli Inglesi sono automobilisti rispettosi dei limiti e delle precedenze. O hanno un sestosenso nel riconoscere un turista “destro guidante”. Mai un colpo di clacson alle mieincertezze in bivio. Anche sulla trafficatissima London Orbital nessun problema. I have adream… ma siamo troppo Italiani.Nelle città medio/grandi ci sono una serie di parcheggi esterni collegati col centro cittàcon bus navetta a prezzi decisamente competitivi. Consigliata visita in loco ai nostriAmministratori Locali. Per il resto è tutto “pay and display” abbastanza caro. Scordatevi ilparcheggio selvaggio made in Italy.Sempre in tema di viabilità: le strade, soprattutto le Bxxxx sono come delle trinceecon alti muri di pietre e siepi ai lati. Occhio aitrattori: vanno come dei matti e nonconoscono l’uso dei freni. L’unica è fermarsi ilpiù a sinistra possibile e sperare. Idem per ifurgoncini tipo Transit degli artigiani. Siamoperò tornati indietro interi.Abbiamo percorso in tutto 996 miglia = 1603Km circa.Ci torneremo? Chissà… certo che una volta nella vita vale la pena passare una settimana inquesto buffo paese che ignora il sistema metrico decimale, viaggia a sinistra ed ha unaRegina con strani cappelli. Bizzarro luogo dove, parafrasando il grande Totò “i cavalli lichiamano orsi e gli orsi birra”.

GOOD BYE

Bea & Alberto

  • 9229 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social