FUGA IN INDONESIA

Itinerario di 3 settimane: dal paradiso marino di Raja Ampat, alle " isolate" e bellissime isole Togean, per poi raggiungere l'affascinante regione di Tana Toraja.

Diario letto 1138 volte

  • di Vitto56
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

FUGA IN INDONESIA

Itinerario di 3 settimane: dal paradiso marino di Raja Ampat alle " isolate" e bellissime isole Togean per poi raggiungere l'affascinante regione di Tana Toraja.

Diario di viaggio in Indonesia dal 26 dicembre 2019 al 17 gennaio 2020.

Eccoci finalmente pronti a partire!... siamo emozionati, dopo 3 mesi di preparazione dovuto anche agli acquisti preventivi dei biglietti aerei di andata e di ritorno, di tutti i voli interni meno uno e la prenotazione di molti hotel e guesthouse... ah una cosa... decidiamo di viaggiare leggeri: i nostri trolley non arrivano a 7 kg....

26 dicembre, giovedì

Per ragioni personali viaggiamo separati... Sara, Daniela e Vittorino partono da Torino Caselle alle ore 6:20 con il volo Torino-Amsterdam -Medan-Jakarta... l'arrivo a Jakarta il giorno dopo 27 dicembre alle ore 9:55... Sonia e Luigi invece partono da Milano Malpensa alle ore 17:30 con il volo Milano -Istanbul - Jakarta... l'arrivo a Jakarta il 27 dicembre alle ore 17

27 dicembre, venerdì

Arrivati all'aeroporto Soekarno-Hatta chi al mattino chi alla sera, cambiamo quasi tutto il denaro che ci è servito per il viaggio da Euro in Rupie, ci hanno cambiato 1 euro a 15.000 Rp, la corsa in taxi al centro di Jakarta ci è costata circa 200.000 Rp e ci ha messo circa 1 ora... dopo il lungo viaggio ci ritroviamo alle 19 tutti insieme al Dreams Hotel, ci sistemiamo nelle camere e doccia rigeneratrice.... con i vestiti più leggeri e l'infradito siamo pronti per la prima cena indonesiana... una breve camminata e entriamo in un rumah makan (trattoria), cerchiamo di tradurre il menu e aiutati dalle foto ceniamo a base di nasi e ayam goreng (riso e pollo fritto) accompagnato da sambal (salsa piccante con peperoncino)...

28 dicembre, sabato

Nonostante le previsioni meteo di pioggia ( nei giorni seguenti Jakarta è stata alluvionata) alle 9 del mattino il cielo è blu e fa' già caldo, il nostro viaggio inizia col sole e il sorriso ... ci incamminiamo verso Merdeka Sq, poi un po' per il traffico e per le distanze saliamo su un taxi e arriviamo in quella che sembrava una zona interessante... scendiamo e proseguiamo a piedi, si qui dovremmo trovarci a Kota, la città di Batavia con quello che resta del passato olandese... i palazzi sembrano tutti fatiscenti ... passeggiando lungo il canale raggiungiamo la piazza centrale Taman Fatahillah colma di gente e di animazione... ci siamo trovati al centro dell'attenzione, sorridenti e curiosi le persone le coppie le famiglie ci chiedevano di far la foto con loro, un gruppo di ragazze con il velo "hijab" studentesse di infermieristica ci hanno intervistati: da dove arrivate? la professione di infermiera in Italia è un buon lavoro?... nel pomeriggio torniamo in taxi nella grande piazza Merdeka Square e il monumento nazionale che si erge al centro della piazza, nella base del monumento c'è il museo di storia nazionale... dopo aver capito nella confusione dove fare i biglietti possiamo avviarci verso l'entrata, prima saliamo in cima alla torre con la vista sull'intera città, poi scendiamo e facciamo un giro al museo.... di nuovo moltissima gente ha voluto fotografarsi insieme a noi... sulla via del ritorno ci fermiamo in un warung (chiosco gastronomico) e assaggiamo il "ketoprak" un piatto di noodles, germogli di soia, tofu e altro!... alle 22 siamo in Hotel, dopo una breve doccia ci aspetta il taxi e via all'aeroporto direzione Papua.

29 dicembre, domenica

Puntuale alle ore 1:20 ci imbarchiamo sul volo Jakarta-Sorong con arrivo alle 7,30 (2 ore di fuso in più).... un pò storditi dalla mancanza di sonno saliamo sul primo bemo ( tipico minibus con panche) e 15 minuti dopo siamo al porto... ci mettiamo in coda e acquistiamo 5 biglietti per il pubblic speed boat direzione Wasai con partenza alle ore 9:00... dopo 2 ore di navigazione eccoci al porto di Wasai, fa molto caldo e si suda, incerti dove andare, ma seguendo i turisti ci siamo: ufficio del parco nazionale di Raja Ampat... seduti all'ombra arriva subito una bella notizia: in questi giorni la tassa di 1.500.000 Rp a persona di entrata al parco non si paga..

  • 1138 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social