Indonesia: Java, Bali, Gili Trawangan

Viaggio alla scoperta della vera Indonesia e di quel paradiso chiamato Bali

Diario letto 45114 volte

  • di cricchetto3103
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

VIAGGIO IN INDONESIA – JAVA, BALI E GILI TRAWANGAN

Ciao a tutti, vorremmo raccontarvi del nostro viaggio appena terminato in Indonesia, dal 4 al 21 agosto 2014. Nello specifico le tappe sono state: Java (Yogyakarta e dintorni), Bali (con base a Ubud) e Gili Trawangan. Oltre a descrivere ciò che abbiamo visto vorremmo fornire qualche dritta e consiglio per vivere al meglio questo fantastico viaggio.

Noi abbiamo prenotato i voli di andata e ritorno con notevole anticipo, a Dicembre 2013. Abbiamo volato con Etihad partendo da Milano Malpensa, scalo ad Abu Dhabi e arrivo a Jakarta e viceversa (costo A/R: € 826 a testa). Abbiamo volato bene, sempre con quell’oretta di ritardo che non fa mai male, ma la consigliamo! Unico appunto: ad Abu Dhabi ci hanno spostato il Gate del volo delle 02:00 di notte senza che questo comparisse sul tabellone. Chiedendo al desk ci hanno risposto che: “All’aeroporto di Abu Dhabi non si danno comunicazioni vocali”. A noi è costata una corsa al cardiopalma per non perdere il volo... fate attenzione e chiedete subito se avete un dubbio!

Arrivati a Jakarta abbiamo pagato per il VISA (25 dollari a testa, noi abbiamo pagato in Euro con un cambio abbastanza onesto). Non ci siamo fermati a Jakarta volutamente dopo aver letto opinioni non molto positive, optando subito per uno spostamento, con volo Lion-Air (circa € 30 a testa) Jakarta-Jogjakarta dove siamo arrivati il 5 agosto verso le 20.00. NB. Si paga una tassa anche per prendere il volo interno, in questo caso 45.000 rp a testa.

Primo inconveniente: il driver inviato dal nostro hotel (1001 Malam Hotel) ci ha informati che per un “problema non ben definito al bagno” la nostra camera non era agibile e che quindi ci avevano riservato una stanza in un hotel vicino, Istana Batik Ratna. Né bello né brutto, con una camera molto spoglia, ma una bella piscina su cui si affaccia la sala colazione. Per riparare all’inconveniente ci hanno fatto uno sconto sulla camera: 375.000 rupie per una notte, anziché 500.000 RP concordati con il 1001 Malam Hotel, dove ci siamo trasferiti subito la mattina seguente. Ma non è finita qui: a loro risultava la prenotazione solo per 2 notti e non 4! Ma dopo avergli spiegato e aver mostrato la stampa delle mail di prenotazione, in qualche modo ci hanno confermato la camera per tutti i giorni. Insomma, armatevi di pazienza: qui funziona così!

6 AGOSTO: JAVA- VISITA DI YOGYAKARTA

Yogjakarta è povera, poverissima... e anche un po’ sporca, ma noi siamo felici di esserci stati, perché abbiamo toccato con mano quella che riteniamo essere la “vera Indonesia” (Bali è un isola felice..).

Abbiamo visitato il complesso del Kraton e il Water Palace (niente di che) e siamo andati all’agenzia Losari Tours, per pagare il driver per le due gite che avevano prenotato da loro (Dieng Plateau e Prambanan). Consiglio: non impuntatevi come noi a fare kilometri a piedi per vedere la città, fa caldissimo e non c’è poi così tanto da vedere; utilizzate tranquillamente i Bacak (biciclette con carretto) che con qualche rupia vi scarrozzano per tutta la città.

Oggi abbiamo testato il vero street food indonesiano: nasi goreng e mie goreng cucinato in un baracchino in strada (buonissimo e economicissimo!) e un piatto di frutta sempre venduta in un carrettino. Quando vi chiedono se ci volete sopra lo zucchero rispondete di NO!! In realtà è una salsina piccantissima!

Abbiamo finalmente dormito nell’hotel che avevamo scelto e che consigliamo: carino, pulito e vicino a Malioboro Street (una delle vie principali).

7 AGOSTO: JAVA - DIENG PLATEAU

Siamo partiti alle 7 di mattina con un driver dell’agenzia Losari Tours & Travel (450.000 rp in due) che purtroppo non parlava bene inglese e che guidava come un pazzo (abbiamo davvero temuto di rimanerci secchi in uno dei suoi tanti sorpassi a dir poco azzardati!!). Tre ore di guida sportiva e siamo arrivati al Dieng Plateau (2000 rp per entrare): abbiamo visitato l’Arjuna Temple Complex, il cratere Sikidang (25.000 rp per entrambi), e il Colourful Lake (100000 rp, uno sproposito). Che dire: a noi non ha entusiasmato per niente! Eravamo partiti con tante aspettative dopo aver letto il commento della Lonely, ma non siamo rimasti molto soddisfatti, l’unica cosa davvero meritevole è il paesaggio che si ammira durante il tragitto

  • 45114 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Omeropoeta
    , 12/1/2015 19:58
    Molto utile la tua descrizione!
    Vorrei organizzare un viaggio fai da te in Indonesia di puro relax e passare la maggior parte del tempo a Gili Trawangan, dici che riuscirò a rientrare nei 2000 euro?

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social