Tre settimane in Indonesia

Un tour tra Yogicarta, Bali, Lombok e Gili Trawangan

Diario letto 11246 volte

  • di WallyGinger
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Bologna-Giacarta-Bologna (con Lufthansa) € 760,00 a testa (prenotato a gennaio). Itinerario: 2 gg. a Yogicarta - 8 gg. Ubud - 5 gg. Sengiggi - 5 gg. Gili Trawangan Hotel: Hotel Manyara (Yogicarta) - Guesthouse Honeymonn (Ubud) - Hotel Sunsethouse (Sengiggi) - Manta Dive (Gili T.).

Per la mia prima volta nel sud-est asiatico mi sono appoggiata alla nostra agenzia di fiducia, compreso i primi due giorni a Yogicarta per fare il tour dei siti archeologici di maggiore importanza in Indonesia: Prambanan (induista) e Borobudur (buddista) avevamo a nostra disposizione autista, guida e auto privata per questo tour meraviglioso, dove abbiamo potuto ammirare questi siti miracolosamente intatti da millenni, ovviamente completamente diverso l'uno dall'altro e la scelta tra i due è ardua, l'hotel era semplicemente meraviglioso, accoglienza calorosa e cosa non da poco si trovava nel parco attiguo a Borobudur perché abbiamo scoperto dopo l'hotel funge da centro studi del sito stesso. Per quanto riguarda gli hotel di Bali-Lombok e Gili ho fatto tutto io tramite Internet e devo dire che è stata una scelta azzeccata! La scelta di Ubud è stata mirata, prima mi ero informata leggendo riviste e andando su Internet, ma è stata anche una scelta dovuta al film... lo so, sembrerò un po' matta, ma dopo aver visto "Mangia, prega, ama" l'Indonesia mi ha incuriosita e così il mio progetto di viaggio ha preso forma e ho entusiasmato anche mio marito... Ma torniamo a noi. Ubud, sapevamo che il mare a Bali non era un granchè, ma noi volevamo respirare l'aria mistica, vedere volti ed entrare nella cultura balinese e Ubud è il centro nevralgico di tutto questo e ne abbiamo fatto la base, poi ci siamo spostati per vedere i siti di maggiore importanza, la Guesthouse che ho scelto non ha niente di una guesthouse, anzi, si dovrebbe chiamare Hotel Honeymoon a mio parere, la struttura è divisa in due da una strada (piccola), il primo complesso è quello più "vecchio", dove si trova anche la reception e la sala per fare colazione, la seconda è la più nuova e la stanno anche ampliando con nuove camere. Noi eravamo nella seconda, a parte che ognuna ha un giardino stupendo, con piante e fiori, curato e pulito, camere in stile balinese, con porte di legno intarsiate e dipinte, letti a baldacchino e le colazioni sono sublimi, succhi di frutta freschi, dolce/salato e puoi anche ordinare la colazione in camera! Ubud offre tanto; ristoranti, locali e negozi (per tutte le tasche, senza lasciarci una fortuna) e anche da vedere: il Temple palace dove alla sera organizzano spettacoli con le danzatrici balinesi, sono spettacolari sia per le movenze che per i costumi. La Monkey Forest è una giungla che ospita ovviamente scimmie con tre templi all'interno. Da vedere il mercato, caratteristico per la confusione onnipresente che vi regna e fare acquisti e visitare la campagna circostante per vedere le famose risaie. Abbiamo visitato anche Goa Gaja, la grotta dell'Elefante. Tanah Lot è il tempio forse più famoso e più fotografato di Bali ma ne vale la pena. Ulu Watu un po' deludente, ma con una vista mozzafiato sull'oceano con onde incredibili, non a caso amata molto dai surfisti. Il tempio di Besaki con alle spalle il Gunung Agung sempre coperto dalle nuvole e il lago Danu con il tempio sull'acqua! Siamo stati anche a sud, di passaggio a Kuta (un caos infernale), ma siamo scappati, poi siamo stati a Seminiak... spiaggioni enormi, mare pulito ma non da rimanere senza fiato. Poi siamo andati a Sanur a mangiare l'aragosta, avevamo voglia di un po' di pesce e poi abbiamo visitato una località balneare ma tranquilla a Sanur, carino ma niente di che! A Ubud la cosa che mi ha più colpito è che ogni casa ha il proprio tempio dove pregare e portare le offerte ogni mattina, quindi ogni volta che passeggi vedi questi templi che spuntano e danno un fascino particolare, anche il profumo di incenso a cui io non impazzisco dava tutto un altro senso, visitatela e stateci qualche giorno ne vale la pena! Arriviamo a Lombok completamente diversa da Bali, essendo di fede musulmana. Lo scenario cambia, è selvaggia a noi è piaciuta molto, spiagge immense senza incontrare nessuno, mare molto bello e tranquillo, alla sera era tutto molto più tranquillo che a Ubud, ristoranti e negozi anche qui (costava ancora meno), ma con meno frenesia. Il ns. hotel a Sengiggi era semplicemente fantastico, direttamente sul mare con spiaggia nera vulcanica (la ns. zona) ma poi se ti spostavi era come la ns. a seconda della zona ovviamente... con vista sul vulcano di Bali. Al tramonto abbiamo fatto foto da cartolina! Questo hotel aveva poche camere ma rispetto a quello di Ubud era moderno, camere grandi e pulite e l'accoglienza stupenda, sempre pronti per ogni necessità, dalle colazioni alla cena, tutto era sempre buono e vario, anche questo lo consiglio vivamente

  • 11246 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. helene2
    , 9/11/2012 08:46
    Buongiorno, potrei avere le coordinate della tua guida.
    Grazie, ciao
    Hélène

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social