Hawaii, un posto unico e speciale

Immersi nella natura selvaggia delle isole principali tra snorkeling, trekking e 4x4

Diario letto 43104 volte

  • di Rudy72
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro

Tentando di rimanere svegli ancora per un po'. Optiamo per l'Heavenly ... il locale è grazioso, ma il servizio è un po' lento e il cibo non è davvero niente di che. La sera la temperatura è decisamente piacevole grazie anche al vento. Per le 22.30 ci abbandoniamo al sonno in un letto davvero molto comodo.

DOMENICA 6 AGOSTO

Sveglia alle 7 dopo un sonno ristoratore. Facciamo colazione in camera e poco prima delle 9 usciamo per la prima vera esplorazione dell'isola. Facciamo il Manoa Fall Trail, facile sentiero che si snoda nella foresta e che porta all'omonima cascata. Quest'ultima di per sé non è davvero nulla di speciale, presa d'assalto da diversi turisti che, ignorando i chiari cartelli disseminati un po' ovunque, fanno il bagno nelle sue acque. È però molto grazioso il percorso che offre belle viste sulle cime circostanti. La seconda tappa è il Diamond Head Beach Park, dove facciamo una breve passeggiata lungo la spiaggia che è più che altro adatta ai surfisti. Pranziamo al Gyotaku buon ristorante giapponese anche se non propriamente economico. La prima tappa del pomeriggio è la salita a Makapuu Point Lighthouse. La strada di per sé non sarebbe troppo faticosa, ma con il caldo cocente del primo pomeriggio è decisamente dura. La vista però da quassù è incantevole e vale il sacrificio. Dopo tutto questo camminare è giunto il momento di andare ad Hanauma Bay per rilassarci un po' e fare finalmente snorkeling. Arriviamo per le 15.45, ma non siamo possiamo accedere alla spiaggia prima delle 16.15 poiché gli ingressi sono regolati e tutti i visitatori devono prendere visione di un video che mostra come ci si deve comportare in questa riserva per non danneggiare il reef. Hanauma Bay è infatti un luogo estremamente particolare poiché si tratta di quanto rimane di un cratere vulcanico. Già a pochi metri dalla riva si può godere della vista di numerosi e bellissimi pesci colorati. È decisamente un posto che non si può saltare. Torniamo in albergo stanchi ma molto soddisfatti. Per cena optiamo per il buon Siam Square, ristorante thai. Una passeggiata nelle vie del centro e per le 23 siamo a letto.

LUNEDì 7 AGOSTO

Questa notte purtroppo non abbiamo dormito benissimo complici un paio di telefonate (12 h di fuso orario non sono facili da gestire ) e il rumore degli ascensori continuamente in movimento. Ci alziamo quindi poco prima delle 7 e dopo colazione puntiamo a Kailua Beach, bella spiaggia di sabbia finissima. Arriviamo presto e riusciamo a trovare parcheggio senza problemi ... cosa che sarebbe stata decisamente diversa se avessimo tardato un'oretta. Qui il mare è l'ideale per nuotare e si può anche noleggiare un kayak. Noi ci dedichiamo allo snorkeling anche se qui i pesci sono davvero pochi. Verso le 12 andiamo al vicino Market a comprare qualcosa da mangiare e pranziamo all'ombra dei pini, vista oceano... molto rilassante. Visto il sole cocente e il fatto che non siamo proprio tipi da spiaggia raccogliamo tutte le nostre cose e ci dirigiamo a Kualoa. Qui dalla spiaggia si gode di una bellissima vista sull'isolotto di Mokolii e alle spalle ci sono alte e ripide montagne . Non possiamo però fare il bagno per via della bandiera rossa a causa delle pericolose meduse portoghesi. Torniamo in auto e riscendiamo verso sud per andare a vedere la valle dei templi dove si trova il bel tempio buddista Byodo-in. Cotti da tutto il sole di questa mattina decidiamo di tornare in camera per sistemare la valigia poiché domani di parte alla volta di Kauai

  • 43104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. marcello41037
    , 2/9/2019 11:23
    Ottimo diario!
    Grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social