Guatemala, Messico e Florida tra vulcani, spiagge e siti maya

Viaggio fai da te on the road tra Guatemala, Messico e Florida

  • di luciana57
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

E finalmente il grande giorno è arrivato. All’inizio il Guatemala era solo un miraggio che baluginava nella testa durante le nuvolose e fredde giornate invernali, ma adesso sta diventando realtà. La sveglia suona imperterrita alle 5,30 di mattina e ci chiama alla partenza verso il nostro volo Alitalia diretto a Miami. Stavolta non dobbiamo andare al lavoro, il ticchettio ci ricorda soltanto che dobbiamo fare in fretta per non arrivare in ritardo al Terminal 1 dell’aeroporto di Fiumicino, ma il tasso di adrenalina è notevole e ci alziamo senza indugio. Andiamo in Guatemala ma abbiamo scelto Miami come scalo perché ci ha consentito di risparmiare notevolmente sul prezzo del volo . Domani da Miami voleremo a Città del Guatemala con American Airlines. Stavolta siamo in quattro, Tiziana, Pino, Giulio ed io. Il volo parte in orario ed eccoci quindi compressi come quattro sardine nella temibilissima classe turistica di qualsiasi volo intercontinentale. Le hostess iniziano a passeggiare velocemente nei corridoi soffermandosi ad ascoltare e a soddisfare le richieste più strane dei passeggeri con il solito sorriso patinato da pubblicità televisiva. Dopo circa 10 ore di viaggio siamo a Miami e sbrigate le lunghissime formalità doganali decidiamo di prendere il bus n. 150 che, con soli due dollari e mezzo a persona, ci conduce alla comodissima fermata proprio accanto al Fashion Boutique Hotel che abbiamo scelto per la nostra prima notte in Florida . Il tempo di farci una doccia e siamo fuori ad esplorare la zona più famosa di Miami, la famosa Ocean Drive, in cui proprio oggi si celebra il Miami Beach Gay Pride, una incredibile baraonda di colori e di divertimento in cui ballerini con piume di struzzo si mescolano a uomini con i tacchi, donne in paillettes e persone festose con i visi colorati e avvolti nelle bandiere arcobaleno. Restiamo increduli di fronte a tutto ciò e realizziamo che milioni di persone affrontano ogni giorno difficoltà di integrazione dovute al loro orientamento sessuale, quello nel quale si sentono a proprio agio e che gli è stato assegnato dalla nascita!!! Improvvisamente la stanchezza si fa sentire, per noi è notte fonda e torniamo in hotel a dormire. Domani un aereo della American Airlines ci porterà in Guatemala!

08/04/2019 - Alle 14,00 circa siamo a Città del Guatemala e all'uscita dell'aeroporto c’è Manuel ad attenderci, l’autista messo a disposizione per noi da Adrenalina Tours, l’agenzia alla quale ci siamo rivolti per il nostro tour in Guatemala. Siamo diretti ad Antigua e ci vogliono circa due ore e mezza per arrivare al nostro delizioso hotel, Meson de Maria. Varcato il pesante portone di ingresso, ci si presenta una classica dimora coloniale: tutte le camere si affacciano sul giardino interno, ricco di enormi piante grasse. La stanza è molto pulita e l’hotel è davvero carino con balconate interne tramite le quali si raggiunge ogni camera. Dopo un breve riposo usciamo per mangiare e subito ci accorgiamo che Antigua è piena di vita, tanti giovani, tanti localini, tantissimi stranieri che vengono qui anche a studiare lo spagnolo e vivere l’atmosfera di una delle più belle città coloniali del Centro America. Ceniamo al Caffè Mediterraneo, un grazioso locale che propone cucina italiana con un discreto assortimento di pasta e pizza. Finito di cenare ci rendiamo conto che le nostre palpebre stanno cadendo e rientriamo in hotel per un meritato riposo

  • 3799 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social