Eubea, questa sconosciuta

Un'ottima destinazione di mare a solo un'ora dall'aeroporto di Atene.

Diario letto 3254 volte

  • di mque_mque
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro

La Grecia ci accoglie ogni estate da anni per una settimana di relax nel suo splendido mare.. viste tutte le Sporadi e le Ionie, alcune Cicladi e parte di Creta, visitata la Penisola Calcidica e il Peloponneso, dove andiamo quest'anno? Il volo più conveniente ci porterebbe ad Atene. Un rapido sguardo su google maps e compare... Eubea.

Mai sentita, vero? Si trova a sud delle Sporadi, di fronte alle coste della Beozia e dell'Attica, ed è la seconda isola greca più grande dopo Creta. Ebbene si, è un'isola, anche se non sembra, tanto è vicina alla costa del continente. In realtà, nella città di Calcide lo stretto è così ...stretto... che è addirittura collegata alla terraferma da un ponte. Diversamente, la parte sud dell'isola è raggiungibile via nave (circa 1 h di viaggio) dal porto di Rafina, che è a solo mezz'ora dall'aeroporto di Atene. Come mai non l'abbiamo mai sentita nominare?

Cerchiamo compulsivamente notizie sul web. Niente, non se ne trovano. Un resoconto di viaggio dettgliato ma non proprio recente su camperistas.com ..un paio di citazioni veloci nei blog sulla Grecia ..persino Tripadvisor è avaro di informazioni, sia in italiano che in inglese, e le poche che ci sono riguardano la parte nord dell'isola. Ma noi abbiamo disponibili solo 8 notti, e preferiremmo rimanere nella parte sud, anche perchè l'isola non sembra dotata di una gran viabilità. Questa destinazione, così avvolta dal mistero, ci attira sempre più. E' deciso, si va!

Organizziamo il soggiorno suddividendolo equamente tra due località: 4 notti a Mourteri, vicino a Kymi nella zona centrale dell'isola, e 3 notti a Karystos, nell'estremo sud. Il nostro volo arriva ad Atene la sera alle 22:00, mentre la partenza è alle 20:00, decidiamo così per un percorso ad anello: la prima notte, con un'oretta di autostrada, raggiungiamo Eubea tramite il famoso ponte e ci fermiamo a dormire a Calcide, un paesone senza particolari attrattive, se non un lungomare che sembra un lungofiume, visto che il braccio di mare è solo di 40 metri. Da lì tagliamo l'isola fino alla costa egea, rocciosa e selvaggia, che a vedere le foto ci ispira di più della costa verso l’entroterra, sabbiosa e più costruita. La percorriamo verso sud fino a Karystos, per rientrare poi via traghetto da Marmari a Rafina, la mattina stessa della partenza.

KYMI E DINTORNI

La prima zona che esploriamo è quella di Kymi. La raggiungiamo da Calcide attraversando una zona decisamente montagnosa (il monte Dirfi è oltre 1700 m), lungo strade strette e molto panoramiche, dove raramente incontriamo qualcuno, nonostante sia sabato. Ci fermiamo qualche ora a Paralia Chiliadou, per un primo sospirato tuffo. La spiaggia, lunga un buon km, è di sassolini grigio chiaro, il mare è verde, lettini e ombrellone sono inclusi nella consumazione al bar. Ci sono alcune pensioni lungo la strada (tutta asfaltata fino al mare) ma non c'è un paese vero e proprio. In spiaggia c'è poca gente. Questa Eubea comincia a piacerci.

A metà pomeriggio ci rimettiamo per strada, destinazione Kymi. Dopo altri duemila tornanti in mezzo alla macchia mediterranea, siamo al paese, arroccato su una collina; a qualche km, sul mare, c'è Paralia Kymi, da cui volendo si traghetta a Skyros, nelle Sporadi. Noi però non abbiamo trovato posto a Kymi: è comunque inizio agosto, noi siamo in quattro e le sistemazioni non sono così numerose. Dobbiamo arrivare fino a Mourteri, mezz'ora e 20 km più in là. A posteriori, la posizione si rivela scomoda: Mourteri è solo un gruppo di una ventina di case di villeggiatura, la spiaggia, immensa, è bella ma molto esposta al vento, non c'è supermarket e anche per cena ci sono solo un paio di opzioni..

  • 3254 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social