Grecia in dieci giorni

Dieci giorni in auto attraversando la Grecia continentale, un'isola e il Peloponneso: Delfi, Meteore, Lefkada, Olympia, Mani, Napulia e Atene

  • di licietta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dieci giorni in GRECIA (Delfi - Meteore - Lefkada - Olympia - Mani - Nauplia e Atene)

21 settembre 2018

Il viaggio premio per la mia pensione, finalmente libera, insieme a mio marito ho programmato questo viaggio leggendo dai diari di viaggio Turisti per caso e studiando la guida traveller di National Geographic della Grecia. Il volo Volotea BARI-ATENE (70 euro A/R a persona, prenotato con un mese di anticipo) è puntuale. Partenza ore 12.25 arrivo ore 14.50 (sarebbero le 13.50 in Italia), la consegna della macchina Seat Ibiza con agenzia FireFly è veloce, fa parte della Hertz, il costo del nolo è stato di € 237, compresa l’assicurazione per nove giorni. Inserito il navigatore con Google Map siamo presto in viaggio direzione TEBE/ LIVADIA. Le strade sono ottime, il pedaggio si paga a tratti, poco per volta... ma alla fine costa! Dopo due ore deviamo per il monastero di OSSIUS LOUKAS. Sono le 18, purtroppo ha chiuso alle 17. La località è molto bella, isolata, il monastero imponente. Sbirciamo l’interno, si respira una aria mistica, sarà per i canti dei monaci che sono nella cappella adiacente alla chiesa più importante, lì dove ci sono mosaici bizantini del XII secolo degni della visita. Questo monastero è meta di grande affluenza di fedeli, lo si vede anche dalle numerose taverne nel paese vicino. Si riprende per Delfi, la strada non è breve, peccato che cala il buio. Mi sarei fermata volentieri a ARACHOVA, un bellissimo paese di montagna. Forse sarebbe stato meglio pernottare qui, il sito archeologico di Delfi non è lontano. Arriviamo a DELFI - Olympic Hotel (v. Pavlou e Freiderikis 59), tre stelle colazione inclusa € 42, camera con vista mare - è un dignitoso due stelle, ma la vista dal balcone della stanza era una meraviglia! Il golfo di Corinto all’orizzonte e le montagne intorno! Per la cena Taverna DION, secondo suggerimento di Tripadvisor. In due Assaggiamo i cibi tipici con un menù fisso a 9 euro e un piatto di Souvlaki gigante per 12. Molto economico e di qualità buona.

22 settembre: DELFI e METEORE

Sole e cielo azzurro sul golfo di Corinto, bel risveglio. Andiamo al Museo di Delfi per acquistare i i biglietti € 12 per il sito archeologico e museo (ma per over 65 valgono le riduzioni in Grecia!). Ci sono code alla biglietteria, non conviene arrivare troppo tardi. Noi preferiamo andare prima al sito archeologico, poco più avanti è l’ingresso, anche per evitare l’ora più calda del giorno. Il sito è magnifico, non lo ricordavo così affascinante, anche se non proprio molto curato, poi lo stadio in cima lascia a bocca aperta e bisogna arrivarci senz'altro, nonostante la lunga salita. Proseguiamo al Museo, sorprendente per i favolosi reperti e per l’organizzazione museale. Da non perdere! Alle 12.30 si riprende la strada, si lascia la Grecia centrale per la TESSAGLIA- Kalambaca-Meteore. La strada inizialmente è in discesa verso il mare, poi riprende a salire con bellissimi panorami di boschi e montagne, sempre con strade molto buone.Alle 16 arriviamo alle Meteore, Hotel METEORA di Kalambaka 2 stelle, vista sulle Meteore, nel senso che la roccia era appiccicata al nostro balcone... Stanza minuscola, 45€ con colazione molto varia di dolce e salato, dai dolmades all'insalata russa, ai formaggi morbidi di capra e torte varie (mai vista tanta roba). Molto gentile il proprietario, prodigo di informazioni sui monasteri. Ottima la posizione per uscire dal paese e arrivare alle meteore in dieci minuti, o volendo anche a piedi… Seguiamo il consiglio del proprietario e andiamo subito al monastero di Santo Stefano che chiude alle 17.30. Gli ingressi sono 3 € per ogni monastero, stupefacente l’interno del monastero e "fantastica" la sua posizione. Forse veramente sono stati costruiti con l’aiuto delle aquile! Al tramonto c'erano scorci bellissimi e abbiamo fatto tante foto… per fortuna, considerando quello che sarebbe accaduto il giorno dopo. Cena da Taverna METEORA (che fantasia sui nomi...) in centro, vicino alla grande fontana. Lo consiglio per il buon souvlaki con patate fritte, le melanzane ripiene di riso, e ottimo formaggio SAVANAKIS. Vino rosso della casa. Costo 25€ in due. Accanto alla taverna si trova una grande pasticceria, consiglio la visita per i magnifici dolci (buona la torta al cioccolato € 2,00).

23 settembre

Dopo la colazione con 45 portate piccoline andiamo a visitare i 5 monasteri (ingresso 3€ per ciascun sito). Già alle 9.30 intorno alla zona ci sono decine di pullman con centinaia di turisti, molti sono fedeli che vengono dai paesi dell’est per devozione, ci sono bulgari, polacchi e molti greci. Forse perché è domenica c’è così tanta affluenza. Visitiamo solo due Monasteri Varlaam e La trasfigurazione di nostro Signore o Grande Meteora. La visita è straordinariamente interessante e incredibile, ma l’incredibile è quello che troviamo all'uscita del secondo monastero... Infatti intorno a mezzogiorno c’era una vera e propria ressa per entrare, un serpentone di turisti lungo il percorso per salire fino in cima e un ingorgo di BUS in transito. Si riprende la strada direzione sud verso LEFKADA, attraverso le montagne del Pindo. Ottima l’autostrada a pagamento, bisogna approfittare quando incroci i pochissimi autogrill per fermarsi e fare rifornimento perchè la benzina è meno cara sulle autostrade greche. 30 anni fa il percorso era molto accidentato e faticoso, ora le strade sono senz'altro migliorate in Grecia. Abbiamo deviato per Metzovo, un tipico e famoso paesino di montagna, per fare una sosta pranzo, ma siamo stati in fila con auto e bus che strombazzavano rumorosamente… perché’ nel paese ci svolgeva un matrimonio. C’era il corteo della sposa accompagnata lungo la strada da due fratelli e con sei damigelle che reggevano lo strascico e da tutti i parenti alcuni dei quali erano in abito tradizionale e da una piccola banda festosa. A Metzovo vive una comunità di nomadi VALACCHI molto tradizionalisti. Avremmo voluto fermarci, ma purtroppo non è stato possibile parcheggiare da nessuna parte e così abbiamo continuato a seguire il corteo di macchine e poi siamo usciti dal paese. Ripresa l’autostrada per Joannina / Patrasso / Preveza. Un tunnel sottomarino ci porta dall'altra parte, ma se non lo sai non te ne accorgi... Lefkada è un’isola ma si raggiunge in macchina perché è collegata con un piccolo ponte mobile, pochi metri. Superiamo la cittadina principale di Lefkada e andiamo verso Aghios Nikita, la costa alta con spiagge di ciottoli è molto bella. Hotel Aghios Nikita (sempre tanta fantasia sui nomi degli hotel che scegliamo) due stelle, colazione compresa ci staremo due notti, € 130 in tutto. La stanza è carina e ha un piccolo balcone, ma la posizione è comodissima perché a piedi si raggiunge il borgo marinaro sulla spiaggia. Lì ci sono anche taverne, piccoli market e caffè. La baia è proprio bella, di ciottoli, con acque chiare e calme. Cena alla taverna T’AGNANTIO, nel borgo di Aghios Nikita, ve la consiglio per il pesce fresco e per la cameriera gentile che parla italiano. Prendiamo sardine arrostite, insalata greca, zazziki, chorda (tipo cicoria italiana), polipo alla brace e vino della casa. Tutto ottimo, costo 40€.. bene..bene

24 settembre

Dopo colazione self service abbondante e di buona qualità, partiamo per il sud dell'isola. Destinazione porto KATSIKI. Impieghiamo un’ora per pochi km perché la strada è tortuosa, a picco sul mare. Poi si rientra verso l’interno dell’isola e si superano piccoli villaggi, con panorami veramente belli. Raggiungiamola bellissima baia di Katsiki che ha una stupenda parete di roccia bianca a strapiombo su una lunga e larga spiaggia di ciottoli. Il mare ha un colore blu intenso. Il posto è comunque organizzato con il parcheggio obbligatorio che costa 5 euro e due lettini e un ombrellone costano 20 euro. Optiamo per una sistemazione fai da te, stendendo la nostra stuoia in un posto libero, ma dopo una decina di minuti di pace e di incanto… alle 10.30 arriva da dietro l’angolo della baia un traghetto grande che con musica e altoparlante a tutto volume ci sconvolge l’atmosfera. Ogni giorno da luglio fino a fine settembre alle 10.30 questo traghetto trasporta un centinaio di turisti su questa spiaggia, lascia che si facciano il bagno mentre il traghetto lì parcheggiato quasi sulla riva li allieta con una musica dance a tutto volume, tipo villaggio turistico! Non potevo credere ai miei occhi e orecchie! Alle 12.30 finalmente va via il traghetto e possiamo goderci un pochino in pace questa spiaggia. Nel pomeriggio ritorniamo verso il nord dell’isola, superando la spiaggia di KATHISMA con ristoranti sul mare. Ci fermiamo alla spiaggia di Aghios Nikita. Scopriamo che attraverso un sentiero faticoso arrampicato sul versante collinare si arriva alla bellissima MILOS BEACH, è una visione vederla dall'alto al tramonto. Si può raggiungere via mare con una barca 3 euro a tratta, mare permettendo. Cena alla taverna T’AGNANTIO. il tonno alla brace è ottimo, ma anche il polpo arrosto e i gamberi. Contorno di cicorie lesse .Il tutto 50€, prezzo ok!!

25 SETTEMBRE: Olympia

Mattinata sulla spiaggia di Aghios Nikita, bagno splendido! Lasciamo l’hotel verso le 12. Sono stati molto gentili lasciandoci stare oltre l’orario previsto per il check out. Destinazione Peloponneso, attraverso il ponte super moderno ANTIRIO che collega il continente con PATRASSO (RIO), pedaggio € 13.30, permette di accorciare i tempi di percorrenza. S i procede verso Olimpia ma il navigatore ci consiglia una strada interna, più breve ma tortuosa, deserta, tra immensi boschi di ulivi. Quindi impieghiamo più tempo e arriviamo alle 17 all'Antica Olympia. prenotazione Hotel KRONIO due stelle da booking.com, 44 € compresa colazione, hotel pulito, camera comoda, bagno spazioso, ottima posizione, parcheggio facile

  • 9676 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social