Nonni in catamarano tra Grecia e Albania!

Saranda, Corfù, Paxos, Antipaxos, Parg, Sivota: tra Albania e Grecia in catamarano per festeggiare il primo anniversario di una coppia di giovani sposi americani.

Diario letto 1726 volte

  • di ARMIC
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

PERIODO: Dal 21 al 30 settembre 2018

Raggiungiamo gli sposi in camper partendo da Bari: io Menica, Angela ed Enio, sbarchiamo a Igoumenitsa, poi dopo la frontiera albanese raggiungiamo Saranda dove ci imbarchiamo sul Catamarano LeOne di Norma, con Jim, Tessa e suo marito Pono .

Venerdì 21 settembre: Partenza ore 20.00 da BARI, con Camper (open dek) su Superfast I

Sabato 22 settembre: IGOUMENITZA - SARANDA - CALETTA NORD di CORFÙ. IGOUMENITZA ore 5,30 (ora greca) si va verso Sagiada: documenti alla dogana greca, stessa cosa a quella albanese. Questa volta rispetto a quattro anni fa, l’ assicurazione copre anche l’Albania con un risparmio di circa 50 euro. La strada è buona, è stata completata, arriviamo al porto di Saranda verso le 8.00. Attesa del catamarano fino ore 10.00. Ci contatta l’agenzia marittima albanese del porto per disbrigo pratiche, cambusa presso supermercato, rilascio del camper presso un garage vicino al porto . Attendiamo il traghetto da Corfù da cui scende Jim, Tessa, Pono. Passaggio in dogana, documenti e valigie, e trasbordo sul catamarano di Norma. Prima di imbarcarci Passeggiata a Saranda “la città bianca”. Alle tredici ristorante sul lungomare da “Limani” poi…

Imbarco ore 15,30 briefing col “capitano” Norma per assegnazione delle quattro cabine matrimoniali con bagno e doccia. Partenza verso una caletta a nord di Corfù, se non erro in località “Agios Stefanos” , è il primo bagno. Si tuffa Pono, poi Tessa, prendono ognuno il sup e perlustrano la caletta con le pagode poi tocca a me provarci mentre…

Domenica 23 settembre: Prima colazione a bordo dopo la prima notte in catamarano; troviamo tutto perfettamente apparecchiato da Simona, dal caffè alla frutta, non manca niente. “Le sorelle” volevano da subito cimentarsi ai fornelli, ma il loro “istinto culinario” viene ben presto represso, la competizione è cosa seria e Simona accetta da buon napoletana la sfida, la vedo dura... Disperate, Angela e Menica si danno alla pesca, per esca utilizzano di tutto, anche pezzi di ventresca, comunque “l’onore è salvo” pescano verdesche e perchie per la zuppa e piccoli sparaglioni comunemente detti “sbarrette” per l’arrosto. Per me non va molto bene, niente polpi o tartufi di mare, solo una decina di ricci femmine, gli altri sono tutti da scartare.

Caletta a sud di Corfù. Si tira su l’ancora e via, il mare lo permette e raggiungiamo una caletta nei pressi di Kavos da dove, durante il tragitto, riusciamo a intravedere, ben riparato , il porticciolo di Sivota. Enio, nel frattempo ha fatto la traina, con poco successo, mentre io mi ostino anche questa volta a trovare ricci ma ohimè sono quasi tutti “Ricci della Morte”così comunemente chiamati da noi baresi perché molto neri, con le spine più lunghe e completamente vuoti. L’unico telefonino, che sembra funzionare per ora, è quello di Angela. Se non erro, ” in questa baia avvenne la famosa battaglia navale- donne contro Bono” per disarcionarlo dal suo sup. Alla fine della caletta, in fondo, si intravede una striscia di sabbia e ghiaia che collega due isolotti che proteggono la baia. Durante la navigazione da Corfù, abbiamo incontrato i delfini che ci hanno accompagnato per un breve tragitto.

Verso Paxos: Porto Lakka. Pranzo in catamarano, Simona mentre noi ci divertivamo nella baia , ci ha preparato gustose pietanze. Nel pomeriggio, abbiamo ripreso la navigazione per Paxos esattamente verso “porto laKKa”. Entrati nel porto, prendiamo il tender e scendiamo per una breve visita alla ricerca della trattoria greca, dove gli sposi offriranno la cena per il loro primo anniversario. Gelato al rientro e poi ritorno con Norma e il suo tender

  • 1726 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social