Partenza il 19/7/2018 · Ritorno il 26/7/2018
Viaggiatori: 4 · Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Epiro, Meteore e Lefkada con i bimbi

di dani&fra - pubblicato il

Consigli prima di partire soprattutto se avete bambini:

  1. Portarsi scarpe da scoglio per le numerose spiagge con sassi
  2. Portare magliette per bimbi per acqua fredda
  3. Non affidarsi a punti di ristoro in autostrada, preferibile fare carburante prima di entrare in autostrada
  4. Attenzione al manto stradale non sempre in ottimo stato e prudenza per limiti di velocità bassi e la spericolata guida greca

Viaggio con traghetto Grimaldi brindisi-igoumenitsa con cabina e di notte sia andata che ritorno 400 euro in 4 con auto. Vi consiglio di prenotare il prima possibile per avere lo sconto, noi abbiamo prenotato a metà marzo usufruendo anche dello sconto della festa del papà, e di prendere la cuccetta con viaggio notturno.

Pernottamenti

  1. Vassiliki 4 notti al calypso luxury studios 430 euro: non lo consiglio. Aspetti positivi: ottimo panorama direttamente sulla spiaggia a ciottoli di Vassiliki, piscina e buona posizione. Aspetti negativi: monolocale poco fornito (senza tendina per doccia, senza phon, brandina come quarto letto, solo tavolino piccolo sul terrazzo per mangiare, stoviglie non sufficienti per 4 persone, no ombrellone sul terrazzo esposto al sole), acqua mai calda, appartamento diverso da quello prenotato e già pagato dall'Italia.
  2. Kalabaka 1 notte all'Aeolic star hotel 70 euro: consiglio vivamente come appoggio per visitare le meteore. Stanza quadrupla con tutto il necessario (stanza economy senza balcone) e colazione media, non fate caso alla proprietaria un po' originale e all'arredamento originale come la proprietaria.
  3. Parga-valtos 2 notti al valtos ionion rooms 250 euro: consiglio. Proprietari gentilissimi e disponibili, stanza accettabile, piscina e parcheggio, accettano solo contanti. Bisogna solo mettere in conto di camminare per salite e discese sia per raggiungere il centro di parga (400m) sia per andare alla spiaggia di valtos (300 m) ma puoi dimenticarti l'auto che tanto a Parga non riusciresti ad usare.

19/07

Arrivo alle 5:30 a Igoumenitsa. Viaggio notturno in cuccetta per 4 (soluzione perfetta con i bimbi). Colazione in una dormiente Ammoudia lungo il fiume Acheronte, un paesino assolutamente da non perdere, lontano dal turismo di massa di Parga e con una spiaggia ideale per bambini (mare calmo e sabbia), tanto che siamo tornati anche l'ultimo giorno.

Giro in barca per grotte e lungo il fiume (10€ per adulto), carino da fare coi bimbi e comunque è stato un primo assaggio di mare greco.

Visita all'oracolo di Nekromanteio Acheron (6€ per adulto), suggestivo anche per i bimbi e pranzo al panettiere vicino.

Arrivo a Vassiliki e bagno di fronte gli studios, acqua gelida e spiaggia di ciottoli. Vassiliki è una meta perfetta per i surfisti per il continuo vento che però non è fastidioso e ci ha permesso di dormire sempre al fresco. Oltre che per il clima, è un'ottima posizione per visitare Lefkada e non è molto confusionaria e commerciale (come invece si è rivelata Nydri).

20/07

Decidiamo di occupare la giornata con un tour delle spiagge e isole di Lefkada e dintorni.

Aspetti positivi: con 20 euro x adulto abbiamo fatto una scorpacciata di coste ovest, sud ed est di Lefkada, una vista e dei colori mozzafiato. Aspetti negativi: nave vecchia e diversa da quella che ci avevano mostrato, partenza in ritardo che non ci ha permesso di vedere Itaca, troppa gente sia sulla nave sia sulle spiagge dato che tutte le navi fanno lo stesso tragitto, tempi ristretti e tappe al largo della spiaggia che non permettono ai bambini di divertirsi. In sintesi non è la soluzione per godervi le fantastiche spiagge di Egremni e Porto Katsiki né comodo per bambini piccoli ma è un buon compromesso per guardare le coste inaccessibili di Lefkada.

21/07

Dopo uno studio attento sulle possibili spiagge su cui trascorrere questa giornata belle per noi ma comode per i bimbi, abbiamo optato per Mikros gialos a est di Vassiliki. Scelta perfetta! 7€ per ombrellone e due lettini tutto il giorno, personale gentilissimo e instancabile ma soprattutto un mare fantastico e con alberi subito dietro la spiaggia. La spiaggia è sempre di ciottoli e acqua fredda per le continue sorgenti ma il mare non è mosso per la protezione della baia.

Incuriositi da un racconto che avevo letto decidiamo di fare una deviazione per la spiaggia di Afteli, tra Mikros gialos e Vassiliki. Un piccolo paradiso. Assolutamente da vedere, bisogna solo armarsi di pazienza perché la strada è stretta e in forte pendenza. Non avrei comunque trascorso tutto il giorno perché la spiaggia è piccola e potrebbe riempirsi facilmente ma è comunque attrezzata.

22/07

Obiettivo: passare una giornata sulle spiagge dell'ovest, sempre accessibili ai bimbi. Rinunciamo quindi alle più paradisiache e con molti dubbi andiamo a Kathisma, nord ovest. Spiaggia enorme e attrezzata con tutte le possibilità, decidiamo per un lido lontano da quelli centrali troppo chiassosi e in procinto di mettere musica ad alto volume. 8 euro ombrellone e due lettini, mi aspettavo una spiaggia di sabbia, in realtà è ghiaietta e sassolini sulla riva, mare cristallino e spazio per giocare coi bimbi. In sintesi non mi ha particolarmente impressionato e durante il giorno si è poi riempito di macchine.

Decidiamo nel tardo pomeriggio di andare a Egklouvi al centro dell'isola, scelta azzeccatissima sia per rilassarsi nella piazzetta ombrata del paese ma soprattutto per la vista mozzafiato della costa ovest, che stavamo lasciando, e di quella est verso cui stavamo andando. Passeggiata a Nydri che avrei evitato... tutto commerciale e nessun fascino. Cena a Sivota, nel sud dell'isola: golfo carino e ideale per una cena.

23/07

Partenza per le Meteore. Passaggio a Preveza dove non siamo riusciti a trovare niente di carino. Visita al sito archeologico di Dodoni (da vedere) e arrivo a Kalabaka. Spettacolare! Non si può non andare. Prima di cena, durante il tramonto siamo riusciti a fare il giro delle meteore con la macchina e a fotografarle con calma evitando la confusione del turisti il giorno dopo. Cena a Kastraki, pesino più raccolto e con una vista mozzafiato sulle meteore.

24/07

Colazione alle 7:30 e arrivo al primo monastero selezionato di Vaarlam alle 8:35! Vaarlam con la grande meteora sono i più grandi e antichi, ho scelto Vaarlam anche per la semplicità di raggiungimento per i bimbi.

Secondo monastero, San Nicola, il più vicino a Kastraki, scelto seguendo un altro racconto in cui si diceva che era un piccolo gioiellino da vedere. Effettivamente, è un monastero molto più raccolto dei grandi e che si sviluppa in verticale, assolutamente consigliato. Unico neo è che non è facilmente raggiungibile coi bimbi anche per la sue pendenza.

Salutiamo questo paradiso per dirigerci verso Parga, passando per Ioannina. Quest'ultima è stata una piacevole tappa anche se il bazar di artigiani di un tempo ora non c'è quasi più e al suo posto tanti locali e qualche negozietto interessante. Abbiamo fatto un giro nel kastro che all'ora di pranzo era deserto. Arrivo nel tardo pomeriggio a Parga, valtos, e cena da Andreas sotto il castello, cena perfetta, da assaggiare assolutamente la feta fritta in pastella con miele e sesamo e l'insalata di parga con noci e arancia.

Dopo cena optiamo per un giro in un semisottomarino alla ricerca della fauna marina di parga rinunciando al tour a paxos e antipaxos che sembravano essere delle visite molto veloci alle isole e con abbinato ancora il tour alle grotte.

25/07

Giornata al mare a Valtos, facilmente raggiungibile a piedi dall'albergo, più difficile il rientro in salita. Mare cristallino e ciottoli peccato per i continui passaggi di imbarcazioni taxi o per divertimenti vari che spesso hanno sporcato il mare.

26/07

Decidiamo di tornare nel posto più raccolto e nella prima spiaggia che abbiamo visto... Ammoudia! 5 euro ombrellone e due lettini con 2 bevande incluse, finalmente sabbia, spazio e alberi subito dietro la spiaggia. Dopo questo piccolo angolo di paradiso, con i nostri komboloi torniamo a casa soddisfattissimi.

di dani&fra - pubblicato il