Terre, mari e paradisi

Viaggio itinerante in Epiro e nelle due piccole ionie elleniche Paxos e Antipaxos. Soste anche in Italia, in Abruzzo, sul Gargano e alle Tremiti

Diario letto 17811 volte

  • di dimodriver
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Un posto magnifico. La sera andiamo alla scoperta di Syvota e delle sue taverne. Optiamo per parasole, sulla destra del lungomare. Gustiamo dei souvlaki e filetti di pollo, mentre il sole accompagna il nostro pasto, fino a tuffarsi nel mare al momento del conto.

GIOVEDÌ 30 GIUGNO

Dopo un'abbondante colazione consumata nella bella veranda del nostro studio, andiamo a Bella Vraka, la spiaggetta di Sivota. È veramente un piccolo spicchio che si allunga nell'acqua trasparente, verso un'altra punta di sabbia del piccolo isolotto di fronte. È molto particolare, e quindi questo canale è anche parecchio frequentato. Ci sono un sacco di surf e kayak, e ben presto anche io metto in acqua il mio. Attraverso un breve tratto di mare aperto, e mi dirigo a suon di pagaiate, nel canale posto tra gli altri due isolotti più grandi, che stanno di fronte al porto di Sivota. Il mare ha dei colori straordinari. Approdo su un'altra propaggine di ghiaia fine, che si allunga nell'acqua, dove non è possibile non tuffarsi. Non c'è anima viva a disturbare la quiete di quest'angolo paradisiaco. Sento solo le cicale e i gabbiani. L'immagine di queste colline ricoperte di boscaglia, che terminano su un mare che va dal trasparente, al verde, al turchese e al blu intenso, rimarranno a lungo nei miei ricordi. Sulla via del ritorno, faccio una sosta su un'altra bella spiaggia deserta situata sul piccolo isolotto, appena a Nord di Bella Vraka. Nel pomeriggio andiamo a rilassarci sulla spiaggia più lunga di questa zona: Karavostasi. Cinquecento metri di ghiaia, a metà strada tra Sivota e Parga. L'acqua è pulita ma abbiamo visto di meglio. In serata ceniamo sul porticciolo di Sivota, ammirando un bel tramonto, nella taverna Trehantiri Petros, dove mangiamo ottimo pesce fresco. Simone vorrebbe un pita giros, ma non sono nel menù. Poco male, siamo in Grecia! Il cameriere torna dal locale a fianco, tenendo in una mano un pita giros e nell'altra uno scontrino da 2,50 €... Alla fine, prima del conto, ci conquistano definitivamente offrendoci delle vere porzioni, di uno squisito dolce simile a un cheesecake.

VENERDì 1 LUGLIO

Andiamo verso sud, oltre Parga, viaggiando su belle strade, veloci e scarsamente trafficate. La nostra destinazione è la spiaggia di Alonaki. Già osservandola dall'alto del parcheggio, lascia a bocca aperta. Un semicerchio di ghiaia chiara, circondato da piccoli promontori ricoperti di pini. A chiudere questa piccola baia, proprio al centro di essa, c'è uno scoglio, che si erge da un mare con tutte le sfumature del verde. Restiamo qualche ora a sguazzare, poi ripartiamo, e in una mezz'ora siamo a Gliki, un po' nell'interno, dove scorre il rio Acheronte. In riva alle sue limpide acque, ci sediamo ad un tavolo dell'ultima taverna, e ci rimpinziamo con agnello e spiedini. Il modo migliore per favorire la digestione, è quello di incamminarsi, lungo il sentiero che costeggia il corso d'acqua. Ben presto però, si può procedere soltanto lungo il fiume. Le acque sono decisamente fredde, anche perché sono alimentate da tante sorgenti, che sgorgano dalle rocce lungo le rive. Per un po' siamo immersi fino alle ginocchia o poco più, ma dopo meno di un chilometro, l'altezza aumenta fino alla pancia, e la corrente diventa difficile da contrastare. Siamo però stimolati a proseguire dall'ambiente bellissimo, con queste acque celestine, che scorrono fra alte pareti, con tanto verde intorno. Arriviamo nel punto più stretto del canyon, e riusciamo a superarlo solo nuotando per un breve tratto contro corrente, e aggrappandoci ad alcune sporgenze rocciose. Potremmo anche proseguire ancora chissà per quanto, ma siamo soddisfatti e impazienti di lasciarci trasportare a valle dalla forza dell'acqua. Divertente, emozionante, e rigenerante per il corpo e lo spirito

  • 17811 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social