Vacanze in Grecia, passando dalla Bulgaria

Tour con partenza da Sofia e arrivo nella penisola Calcidica

Diario letto 3363 volte

  • di Marcella Mora
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il nostro viaggio incomincia il giorno di ferragosto dall’aeroporto di Verona, con scalo a Roma, per Sofia. Una volta atterrati ritiriamo il pulmino prenotato in precedenza (essendo in 6, più le valige è stato necessario noleggiare un pulmino da 9 posti) e partiamo con direzione Monastero di Rila. I monaci ci aspettano per affidarci le camere (2 camere da 3 letti ciascuna), decisamente spartane, ma x una notte soltanto e per 6 € a testa vanno più che bene: c’è il bagno privato in ogni camera, lenzuola, piccole salviette…

Dopo un paio d’ore arriviamo…il contesto è meraviglioso, ormai il sole sta tramontando e ci ritroviamo in questo sito Patrimonio dell’Unesco davvero spettacolare…

L’aria è fresca, siamo immersi nelle montagne e a ridosso del monastero scorre il fiume… decidiamo di andare a mangiare in un ristorantino proprio dietro di noi che ci cucinano piatti tipici bulgari con tanto di trote appena pescate… porzioni abbondanti (che ritroveremo in tutta la vacanza)… per circa 8 € a testa…

Il mattino seguente visitiamo il museo del monastero, la chiesa, il cortile e le vecchie celle.

Nel pomeriggio ci mettiamo in viaggio per raggiungere Sandanski, città termale bulgara, patria di Spartaco.

L’Hotel Sandanski con la sua spa ci aspetta e per 4 giorni ci godiamo una vacanza all’insegna del relax, massaggi, piscina termale, il tutto a prezzi davvero ridicoli rispetto a quelli a cui siamo abituati in Italia per dei trattamenti del genere.

Il caldo si fa sentire, ci sono circa 38 gradi, ma le giornate passano velocemente e senza risentirne troppo dato che per la maggior parte del tempo siamo in ammollo nel centro benessere.

Il lunedì seguente si riparte, direzione Grecia!

Per altri 5 giorni ci accoglierà il meraviglioso Hotel Porto Koufo, in Calcidica, Penisola di Sitonia.

La località Porto Koufo è un’insenatura con un piccolo porticciolo da una parte ricco di ristorantini tipici greci e dall’altra un mare cristallino, piatto, caldo che offre tramonti indimenticabili proprio davanti le nostre camere.

Qui il turismo non ha ancora contaminato i luoghi; siamo in agosto e troviamo spiagge davvero deserte; noleggiamo anche una barca per fare un giro lungo la penisola e rimaniamo a bocca aperta per la bellezza di questa penisola.

I miei compagni di viaggio, dopo aver ottenuto il visto apposito prima di partire, riescono anche a visitare il Monte Athos.

L’ingresso è severamente vietato alle donne ed è necessario un abbigliamento sobrio composto da pantaloni lunghi.

Ci tengo a precisare che per la visita è necessario dedicare almeno una giornata intera e i 20 monasteri distano diversi km tra loro quindi sarà difficile riuscire a vederne più di 2…però ne vale davvero la pena…e invidio i miei compagni per la fortuna che hanno avuto nel riuscire a vedere una piccola parte di mondo davvero particolare!

I giorni anche qui in Grecia passano velocemente, tra bagni di sole e bagni in un mare veramente che ci ha stupito.

Gli ultimi 2 giorni li dedichiamo a visitare Sofia, dove siamo dovuti ritornare per prendere il volo di rientro.

Una città interessante, che merita sicuramente una visita, piena di contraddizioni, tra una povertà evidente e un lusso sfarzoso, tra locali alla moda e di tendenza e carretti di zingari trainati dai cavalli che passano d’ogni tanto.

E’ affascinante, la cattedrale maestosa, il centro storico stupisce, è super economica, dinamica, con diverse attrattive in qualsiasi ora del giorno e della notte.

Il rientro è doloroso, come ogni fine di viaggio

Un tour un po’ insolito che consiglio davvero a tutti, per lo meno proprio per vedere qualche posto non comune e che ci hanno regalato sicuramente emozioni.

  • 3363 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social