Tour di creta

Partenza da roma alle 20 circa con un volo per creta con scalo ad atene dell'aegean airlines prenotato su internet un mese prima della partenza : la scelta di partire la sera da roma per atene, passare la notte in ...

Diario letto 7740 volte

  • di Giulio Castagnoli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Partenza da roma alle 20 circa con un volo per creta con scalo ad atene dell'aegean airlines prenotato su internet un mese prima della partenza : la scelta di partire la sera da roma per atene, passare la notte in aereoporto e ripartire la mattina dopo alla volta di creta si è rivelata vincente sia per il prezzo ridotto del biglietto sia per l'aereoporto di atene che offre comfort a tutte le ore della notte.

Siamo atterrati all'areoporto di hania alle 6.30 circa: ad attenderci li una simpatica renault twingo color turchese prenotata preventivamente via internet (europcar, prezzo decisamente competitivo).

Il nostro tour è cominciato dalla zona di falassarna, dove abbiamo trovato un ottimo alloggio presso room aquamarine (25 euro la doppia): il posto è ok sia per la spiaggia veramente incantevole sia come punto di partenza per esplorare la parte ovest dell'isola, sicuramete più caratteristica e selvaggia rispetto al resto dell'isola.

Nei quattro giorni di permanenza ci siamo permessi l'escursione a balos (17 km di strada infernale, occhio alla coppa dell'olio, 1/2 ora di cammino sotto il sole ma la vista delle splendide lagune con acqua cristallina ripaga ampiamente dei tormenti subiti), visita alle ridenti località di paleochora e sougia (raggiungibili attraverso numerosi km di strade che si snodano tra profonde gole e cime di montagne, al tempo stesso bellissime e letali), giornata ad elafonissi (veramente splendida, questa spiaggia vale da sola tutto il viaggio, sembra di essere ai caraibi: non vi fermate subito allo spiaggione con gli ombrelloni ma proseguite sull'isoletta alla ricerca di un angolo di sabbia isolato).

Per la cena fortemente consigliata, quasi un obbligo, taverna vassili a falassarna, seguire le indicazioni : assolutamente da provare l'insalata greca, la migliore che abbiamo mangiato.

Gitarella serale ad hania, bellino il porticciolo veneziano con fortezza allegata, troppo turistica per i nostri gusti, merita una visita, ma senza impegno: cena al ristorante carnagio, consigliato da un amico greco, non delude le aspettative.

Lasciata non con una lacrima falassarna, ci siamo diretti verso plakias, nella parte sud dell'isola: il posto di per se non è niente di speciale ma è un buon punto di partenza per la visita ai dintorni.

Abbiamo alloggiato per 4 notti poco fuori plakias, hotel damnoni paradise (30 euro a notte, immerso in un canneto, carino e molto tranquillo): nei dintorni di plakias ci sono numerose spiaggette con acqua limpidissima e facilmente raggiungibili (damnoni, skinaria e amoundi) per un tuffo rilassante in compagnia degli immancabili nudisti.

La zona offre come escursioni preveli (monastero e spiaggia, da vedere ma secondo noi al di sotto della fama che hanno), il palazzo di festo e sito di agia triada (sito minoico molto bello, uno dei migliori) spiaggia e grotte di matala (il paese è una bestemmia continua essendo massacrato dal turismo, la spiaggia grigia raggiunge temperature tipo griglia ma le grotte di tufo, ex catacombe romane, sono sicuramente da vedere) sito archeologico di gortina con le famose tavole della legge ( e basta) e lo sperduto villaggio di lentas, 40 km di crepacci che ci saremmo volentieri risparmiati dal momento che, a dispetto di quello che proclamava la guida routard, non ci è sembrato nulla di particolare.

Per mangiare nel paese di plakias non mancano i buoni ristoranti di aspetto turistico ma di buona qualità e prezzo; consigliamo christos per un'ottima grigliata di pesce servita in riva al mare

  • 7740 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social