Giordania in pillole

4 notti, 3 giorni nella bella Giordania, per un tour de force senza eguali.

Diario letto 9164 volte

  • di accipicchiolina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ed anche quest'anno è arrivato il mio compleanno...e anche quest'anno posso scegliere un viaggio... e allora Giordania sia! ma se il tuo capo ti da un solo giorno di ferie come si fa? Si concentra tutto in 3 giorni e si va!

Info pratiche

Visto: Per entrare in Giordania è necessario il visto. Se si acquista il Jordan pass il visto è incluso. Per gli adulti avevamo già acquistato il Jordan pass (70Jod a testa per 3 giorni). Per i bimbi, visto che l’ingresso ai siti è gratuito fino ai 12 anni, abbiamo pagato il visto normale (53€ a testa).

Volo: A/R Alitalia da Roma Fco.

Cambio: 1 JOD = 1.3 €.

Sabato 22 giugno

Atterrati ad Amman alle 3.00 di notte, in circa 30 minuti espletiamo le formalità visto/controlli. Unico problema quando siamo arrivati al noleggio auto, visto che nessuna carta di credito ci veniva accettata per un problema del sistema bancario giordano…questo scherzetto ci è costato 2 ore di attesa per cui siamo riusciti a partire alle 5.30 ed arrivare a Petra alle 8. Il percorso in macchina è stato agevole, siamo stati fermati solo una volta ai controlli, la strada è ben asfaltata. Da Amman bisogna prendere l'autostrada 15 in direzione sud, poi prendere lo svincolo per la strada 35 in direzione Wadi Musa/Petra. La nostra guida Alì contattata dall'Italia ci aspettava alle 8 per cominciare un tour di 3 ore (costo 50 JOD). So che in loco ci sono solo 2 guide che parlano italiano, quindi valutate voi se è il caso di prenotare in anticipo o arrivare la mattina e veder se ci sono guide disponibili. Probabilmente presa il loco costa meno (in altri siti abbiamo trovato tariffa fissa 30 JOD indipendentemente dal numero del gruppo).

La discesa del Siq è stata agevole, sole, non tanto caldo, percorso in ombra… direi che il 1.2km all’andata non ci ha spaventato, un po’ l’eccitazione di essere finalmente a Petra, un po’ il clima ed in un attimo ci siamo ritrovati davanti al Tesoro. Vi consiglio di arrivare prima delle 11 in modo da vedere il Tesoro con il sole, poi arriverà l’ombra. Tutt’altra storia il ritorno fatto alle 4, in salita, sotto il sole che scotta… non si arrivava mai all’uscita. Dentro ci sono tantissimi posti dove acquistare acqua e bibite, più ci si allontana dal Tesoro più si paga. Tanto per avere un’idea una bottiglia di acqua da 1.5 lt al Tesoro costa un JOD, alla fine del percorso costa 3 JOD. Attenti alle birre a pranzo, una lattina l’abbiamo pagata 10 JOD. All’interno ci sono i beduini che vi affitteranno dei muli per percorrere la strada verso il supplizio e/o verso : per l’altare del sacrificio ci hanno chiesto 20JOD a/r, per il Monastero 30 JOD. Noi abbiamo fatto solo il primo dietro consiglio della guida, i bimbi si sono divertiti come matti, io volevo morire. Non è facile tenersi sul mulo mentre percorre gli scalini in salita con la parete di pietra da una parte e un burrone dall’altra. L’andata è peggio del ritorno, per cui non fatevi scoraggiare dopo la salita, altrimenti dovrete camminare per un’ora abbondante nel deserto sulla sabbia sotto il sole che scotta. Il nostro percorso sul mulo si è concluso alle colonne romane (dove inizia il percorso per il Monastero). Qui ci sono 2 ristoranti dove poter mangiare, uno al costo di 10 JOD a testa, l’altro 17 JOD, entrambi a buffet. C’è anche la possibilità di sedersi all’ombra e mangiare i propri panini, magari bevendo una bella bibita fresca (quella birra a 10 JOD verrà ricordata per taaaanto tempo). Per tornare verso il Tesoro i bimbi hanno nuovamente usato il mulo (7 JOD) mentre noi ce la siamo fatta a piedi

  • 9164 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social