Natura e escursioni nel nord della Germania

Natura unica, penisole, isole e parchi

Le tre località balneari imperiali sull'isola di Usedom

Le località marittime di Ahlbeck, Heringsdorf e Bansin sull'isola di Usedom sono posizionate una in fila all'altra, come perle di una preziosa collana. Già alla fine dell'Ottocento l'aristocrazia e la nobiltà affollavano Usedom per il suo clima piacevolmente fresco. In pochi anni, tranquilli paesi di pescatori si trasformarono in centri del divertimento eleganti ed esclusivi che ospitarono anche Guglielmo II, da cui l'appellativo "località balneare imperiale" utilizzata ancora oggi. Le mura di vecchi edifici restaurati con cura oggi ospitano alberghi confortevoli e pensioni accoglienti. A tutto ciò si sono aggiunte moderne strutture dedicate alla cultura e a Heringsdorf anche le Terme baltiche, un centro dotato di numerosi impianti termali. La pista ciclabile che si estende parallela alla spiaggia e l'entroterra verdeggiante costellato di laghi dall'acqua azzurra consentono di svolgere numerose attività per chi ama un relax dinamico.

Planten un Blomen – il parco più bello di Amburgo

Nel cuore di Amburgo ci si imbatte nelle antiche fortificazioni e nel famoso parco "Planten un Blomen". Qui si estendono infatti il vecchio giardino botanico con le serre e il giardino giapponese più grande d'Europa: un'attrazione immersa nel silenzio ma davvero affascinante. Non mancano le possibilità di intrattenimento che invitano a partecipare ad attività, ammirare e ascoltare. Che si tratti di aree giochi, cavalcare un pony, giocare a minigolf o saltare sui trampolini elastici, giochi acquatici, laboratori di ceramica o la pista per i pattini a rotelle, che in inverno diventa pista del ghiaccio, qui il divertimento è garantito. Nei mesi estivi il parco propone ogni giorno rappresentazioni teatrali per i bambini, oltre ai clown, i maghi e gli artisti circensi. Gli appuntamenti clou comprendono i concerti estivi nel padiglione della musica e i concentri serali con sottofondo di luci e giochi d'acqua.

L'isola di Hiddensee

Percorrendo da nord a sud le strade prive di veicoli a motore che attraversano i 19 chilometri quadrati di Hiddensee si incontra una tale varietà di paesaggi che eguaglierebbe quella di un piccolo continente: spiagge di sabbia fine a perdita d'occhio, ripidi scogli, ambienti dalla natura aspra, boschi sferzati dal vento, brughiera, ampi prati salati, paludi dai fitti canneti, argini, dune, stagni. Anche la fauna è incredibilmente ricca: cavalli, pecore, caprioli, mufloni, lepri, volpi, rondini, gabbiani, usignoli maggiori sono solo alcune delle specie che la popolano. Su quest’isola, le case bianche dai tetti in canne dei villaggi risaltano nel paesaggio di un verde intenso. I mezzi di trasporto più diffusi sull'isola sono la bicicletta e le carrozze trainate dai cavalli. Hiddensee lega il suo nome a personaggi di spicco come Gerhart Hauptmann, Asta Nielsen, Billy Wilder, Thomas Mann e Albert Einstein, che nell'isolamento offerto da questo luogo cercavano riposo e ispirazione. Qualcuno acquistò casa, altri invece preferivano soggiornare in pensioni o direttamente presso le famiglie dei pescatori. Ancora oggi su quest'isola baltica ci si imbatte nelle orme di molti artisti

  • 5096 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social