Berlino in autunno

Il viaggio nella capitale tedesca inizia il 22 ottobre 2009 col volo partito alle 9.30 da Ciampino con atterraggio previsto dopo due ore di volo a Schoenefeld. Peccato che un imprevisto non spiegato dal capitano ai viaggiatori ci costringe ad ...

  • di aldo1900
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Il viaggio nella capitale tedesca inizia il 22 ottobre 2009 col volo partito alle 9.30 da Ciampino con atterraggio previsto dopo due ore di volo a Schoenefeld. Peccato che un imprevisto non spiegato dal capitano ai viaggiatori ci costringe ad usufruire dell’aeroporto di Tegel.

Prendiamo un taxi e ci dirigiamo verso l’hotel Best Western situato nelle immediate vicinanze della fermata della U-Bahn di Spittelmarkt. L’albergo è pulito, la stanza calda e i ragazzi della reception professionali e cordiali.

Acquistiamo il biglietto valido x settantadue ore nelle zone A e B (sufficiente per visitare tutti i luoghi di maggior interesse) e iniziamo il giovedì pomeriggio nella grandissima Alexanderplatz. Moderna e caotica è attraversata da tutti i mezzi di trasporto e centinaia di persone che si districano per entrare anche nei vari centri commerciali. Il primo sorriso è per gli uomini che vendono i wurstel con dei banchetti letteralmente attaccati al proprio corpo intenti a riscaldare e farcire i panini con salse invitanti.

Da quel momento terremo come riferimento la torre della televisione svettante nel cielo di Berlino, visibile anche di notte grazie a fasci di luce colorata che attiravano turisti e abitanti armati di macchine fotografiche e cavalletti.

Durante la passeggiata verso l’isola dei musei entriamo nell’atrio del Rotes Rathaus, il municipio della Berlino riunificata, rimasto intatto insieme alla Marienkirche.

La sera percorriamo curiosi la zona di Nikolaiviertel ricostruita con stradine di ciottoli e piena di negozi e ristoranti turistici. Ci scaldiamo in una birreria e assaggiamo una birra con patate fritte.

Il venerdì ci accorgiamo che il cielo non ci regalerà mai il sole assumendo infatti le sembianze di una coperta scura e la pioggia della notte ci consiglia di portare gli ombrellini. Accediamo alla Marienkirche e fotografiamo la fontana esterna col Nettuno ma dedichiamo la mattinata al Berliner Dom spostandoci dall’esterno della cupola, con il panorama delle cupole circostanti e dei palazzi d’edilizia dell’est, fino le catacombe. Qui i zingari non insistono mai nel chiedere l’elemosina e non si avvicinano per tentare furtarelli agli ignari turisti.

Pausa ristoratrice per assorbire i trecento gradini e col bus ci avviamo alla Porta di Brandeburgo sul viale Unter Den Linden. Curiosiamo tra i negozi e ci stupiamo dell’originalità dello store Nivea, pieno di creme dalle confezioni di ogni taglia. Ci avviciniamo alla Porta mentre in una traversa adiacente l’ambasciata inglese, interdetta alla circolazione, un ragazzo col motorino viene controllato dopo alcuni richiami a vuoto del poliziotto.

Nel viale che conduce al Reichstag notiamo il selciato che indica l’ormai scomparso Muro, simbolo di 28 anni di sofferenze e delle due entità di una metropoli martoriata nella storia moderna.

Il buio sta calando e bisogna decidere se visitare il Parlamento certi che la fila fosse piuttosto lunga, ma in mezz’ora eseguiamo anche il controllo al metal detector e l’audioguida ci spiega la storia della politica tedesca oltre che descriverci le costruzioni visibili al nostro occhio.

All’uscita ci dirigiamo a piedi verso il “checkpoint Charlie” non prima di incontrare l’Holocaust –Mahnmal, dedicato alle vittime ebree, e l’ormai trasformata Postdamerplatz con grattacieli tra cui il Sony center progettato dall’architetto italiano Renzo Piano.

Verso Friedrichstrasse un pezzo di muro traslocato dalla locazione originale ci accompagna alla meta finale; intanto passano delle vecchie Trabant usate ormai per gite turistiche della città per i visitatori e con un po’ di fantasia l’associazione mentale del muro con queste auto del periodo comunista è fatta

  • 860 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social