Weekend a Cardiff, tra birra e rugby

Quattro giorni nella capitale del Galles durante il Sei Nazioni

Diario letto 1720 volte

  • di Fra&Gazz
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 7
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ogni due anni ci aspetta un appuntamento con il mondo del rugby: la partita Galles - Italia del Sei Nazioni.

Cogliamo questa occasione per trascorrere un weekend lungo a Cardiff e incontrare i nostri amici di Nottingham.

Quest’anno dall’Italia partiamo in sette: io-Francesca, io-Marco, Angelo, Merlo, Crazy, Spaggio e Berga.

La “nostra” sarà la prima partita del torneo, prevista per sabato 1 febbraio. Appena esce il calendario, prenotiamo l’hotel (anche perché la piccola capitale gallese si riempie velocemente in occasione del Six Nations!) e acquistiamo i biglietti del match sul sito della Federazione Italiana Rugby.

La nostra comitiva decide di volare da Bologna a London Heathrow, per goderci anche il tragitto attraverso l’Inghilterra: per percorrere i circa 220 chilometri che ci separano da Cardiff, noleggiamo un van Ford Tourneo da nove posti con la compagnia di autonoleggio Sixt.

Siamo pronti per il nostro weekend all’insegna di pubs e palla ovale!

Venerdì 31 gennaio 2020

Il volo British Airways (€ 92,00 andata e ritorno con bagaglio a mano, € 120,00 andata e ritorno con bagaglio in stiva) parte puntale da Bologna e alle ore 9.30 siamo già a Londra.

Dopo una veloce colazione in aeroporto e un altrettanto veloce ritiro del van, imbocchiamo l’autostrada M4 e iniziamo il nostro viaggio.

Dopo pochi chilometri, però, all’altezza di Reading, siamo già fermi nei fornitissimi services (l’autogrill inglese), dove facciamo scorta di junk food e lattine di birra.

Procediamo, poi, fino alla junction 12, dove usciamo dall’autostrada e ci immergiamo nelle campagne del Wiltshire, per raggiungere il paese di Devizes.

Qui, infatti, è prevista una tappa alla Wadworth Brewery, un birrificio a gestione familiare fondato nel 1875. Entriamo al Visitor Centre, che contiene uno shop ricco di prodotti (non solo lattine e bottiglie di birra, ma anche gadgets e merchandising) e un piccolo pub/tap room, l’Harness Room Bar. La comitiva è felicissima e, nel giro di cinque minuti, siamo seduti a brindare con pinte di 6X, la birra più famosa del birrificio: una strong premium ale, prodotta secondo la stessa ricetta dal 1923, che ha vinto numerosi premi tra i quali “miglior birra del mondo” nel 2017. Come verificheremo anche in altri pubs, in questo periodo vengono prodotte birre stagionali dedicate al Sei Nazioni: alla Wadworth si può bere la Dirty Rucker, una english ale che celebra la stagione del rugby.

Caricati i nostri acquisti sul van, ripartiamo.

Procediamo lungo strade di campagna finchè non incontriamo un pub che ispira: The George & Dragon nel villaggio di Rowde. Decidiamo di fermarci “solo per una pinta” e invece ci troviamo seduti a mangiare bianchetti impanati e patatine al formaggio in una bella saletta col camino acceso. Questa sosta non era prevista, ma l’atmosfera del pub è davvero accogliente e ci lasciamo trasportare dall’entusiasmo del proprietario, che ci consiglia la buonissima bitter prodotta dal vicino birrificio Butcombe.

Scopriamo che il George & Dragon ha due stelle AA per il ristorante; dispone, inoltre, di tre camere. Si tratta di un tradizionale “coaching inn” del XVI secolo, che terremo presente per un prossimo viaggio in UK.

Dopo circa un’oretta e mezzo di chiacchiere e cibo, ripartiamo… per fermarci dopo circa dieci chilometri, affascinati da The Lansdowne Arms, un altro pub tradizionale nel villaggio di Derry Hill. Un’altra pinta di 6X (a parte io-Marco che devo guidare e mi devo accontentare di una redbull!), poi ritorniamo in autostrada

  • 1720 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social