Welsh Dragons

Il principe di Galles e le comari di Windsor

Diario letto 5913 volte

  • di Gherardo
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Sono anni che penso di voler visitare queste terre e spesso mi sono trovato a controllare i possibili voli per Bristol o Cardiff. Quest’anno, dopo vari tentativi, e una volta stabilito il periodo, ho prenotato un volo da Bologna a Bristol dal 10 al 17 agosto, una settimana giusta giusta per poter vedere un po’ di Galles.

Come al solito ho coinvolto degli amici e qualcuno ha accettato di buon grado. Dovevamo essere in 5 ma alla fine siamo partiti solo in 4 che direi per viaggiare sia un numero più che perfetto.

Una volta prenotato il volo per Bristol (127 € a/r) mi sono munito di mappe, racconti, immagini e piano piano il mio itinerario ha preso corpo, non escludendo alcune città inglesi, come Bath e Castle Combe, prima di entrare in Galles.

Dalla prenotazione del volo, e una volta stabilito i partecipanti mi sono preoccupato di prenotare le varie sistemazioni, perché a me piace in anticipo sapere di avere sicuramente un letto per la notte.

Grazie al supporto di booking (che in genere prevede anche cancellazioni gratuite fino all’ultimo) ho prenotato le varie sistemazioni, dapprima per 5, poi anche cambiando per 4 persone o sullo stesso hotel oppure trovando una migliore sistemazione, ma man mano vi racconto.

10 Agosto

Partenza da Bologna e arrivo a Bristol verso le 12 (orario comodissimo), ritiriamo l’auto avvalendoci dell’agenzia EASYRENT che ha ottimi prezzi, anche se ci ha creato inizialmente un problema all’aeroporto, perché non trovavamo nessuno dell’agenzia ad aspettarci ed accompagnarci alla loro sede situata a qualche chilometro, problema superato poi grazie anche al supporto del punto informazioni all’interno dell’aeroporto che ci ha subito chiamato l’operatore della EASYRENT.

Arrivo a Bristol e sistemazione presso SOUTHVILLE GUEST HOUSE, un comodo b&b vicino al centro, gestito da una carinissima ragazza con camere spaziose e pulitissime e una colazione strepitosa.

Il tempo di sistemare bagagli per le due notti (unico hotel dove passeremo due notti) e ce ne andiamo in centro a piedi.

Bristol direi che sia una città a misura d’uomo, un centro storico piuttosto piccolo e da girare a piedi. Bella la zona della cattedrale ma a mio avviso non è una città dove rimanere più di tanto.

Incontriamo degli Italiani che come ovunque si soffermano a guardarci per poi poter cominciare a parlare con dei compatrioti ed essere di aiuto.

Ci accompagnano a cena non smettendo mai di parlare e, per del cibo tipico, ci indicano un battello lungo il fiume da “THREE BROTHERS BURGERS” dove mangeremo hamburger buonissimi accompagnati dalla solita ottima birra e dalle immancabili patatine.

Rientriamo presto, stanchi dell’alzataccia mattutina, fatta per essere puntuali all’aeroporto di Bologna. La sistemazione in un’unica camera ci piace ed anche se siamo tutti adulti non c’è nessun imbarazzo, nonostante inoltre che Maria Pia e Paola prima di questa vacanza non si conoscevano.

Nel secondo giorno avevo previsto un itinerario rimanendo in Inghilterra. Partiamo alla volta di Castle Combe, un borgo eccezionale, dove respiriamo l’aria del medioevo inglese. Trascorriamo un paio d’ore visitando in largo e in lungo il paese e da dietro la chiesa abbiamo avuto accesso ad una stradina che è direttamente dentro il MANOR HOUSE, un incantevole resort che dovete cercare assolutamente di vedere

  • 5913 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social