Galizia, natura sorprendente e città accoglienti

Una settimana nel nord ovest della Spagna, in Galizia, Castiglia e León, Asturie abbiamo trovato una natura sorprendente e tante città accoglienti

Diario letto 9279 volte

  • di renza1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

16 settembre 2018

Arrivo puntuale a Vigo con volo Ryanair da Bergamo (60 euro). Consegna veloce dell'auto da Sixt e a mezzogiorno partiamo per Parada de Sil dove arriviamo verso l'una. Per gli ultimi venti km seguiamo il navigatore dell’auto anziché l'iPhone che ci fa fare una strada brutta e forse anche più lunga. Pranzo al ristorante (più bettola che ristorante) O Curtineiro dove proviamo subito un piatto tipico: zuppa con dei ritagli di carne e ceci (con un odore un po’ troppo forte) oltre a una fetta di melone, bistecca, controfiletto al pepe e patate 20 euro in 4. C'è il sole e fa caldissimo ma andiamo a piedi al mirador sul canyon che dista 1 km. E' molto più spettacolare di quanto si vede in foto. Ricorda un po' l'horseshoe bend in Arizona.

Arriviamo a Las Medulas alle 16 per vedere la miniera d'oro di epoca romana. Riusciamo a vederla dal Mirador de Orellan ma soffriamo un po' di claustrofobia e non entriamo nella galleria. Una meraviglia con il verde della vegetazione che contrasta con il rosso delle montagne scavate della miniera. Poi facciamo una tappa veloce per una passeggiata a Villafranca del Bierzo, carino ma tenuto un po’ male e sporco forse perché c’è stata una grande festa. Ci sono tanti pellegrini del camino di Santiago e visitiamo uno degli alberghi per Pellegrini che sembra molto accogliente. Sera ad Astorga all'hotel Astur Plaza (88 euro con colazione) carino e proprio nella piazza centrale. Su indicazione della receptionist cena da Aizkorri Astorga proprio a fianco dell'hotel. Non lo consiglierei. Km a piedi oggi 13.

17 settembre 2018

Colazione e poi visita di Astorga. C'è un via vai di pellegrini a tutte le ore a piedi e in bici. Andiamo a vedere il Palazzo Vescovile e la Cattedrale e poi il bel parco curatissimo li accanto. Torniamo in hotel a prendere l’auto e facciamo una sosta a Castrillo de los Polvazares molto bello con le case in pietra rossa e praticamente deserto. Arriviamo a Leon, città bellissima e visitiamo la cattedrale Gotica (6 euro con audio-guida). Per pranzo prendiamo dei panini al Bar El Altar e giriamo un po' il centro. Poi stanchi ci concediamo il giro con il trenino turistico. All'arrivo a Oviedo ci riposiamo un po' in hotel (Exe Oviedo Centre 79 euro la doppia senza colazione) e poi andiamo in centro dove c’è il caos per la festa di San Matteo tante bancarelle con birra cibo e anche parecchi venditori abusivi che vedremo solo qua. Fatichiamo a trovare un ristorante perché ce ne sono tanti e sono tutti affollati. C’è musica e gente che balla dappertutto. Alla fine decidiamo per La Pumarada che è un po' troppo turistico ma si mangia abbastanza bene (buono il pulpo a la gallega) per 80 euro in 4. Km a piedi oggi 14

18 settembre 2018

Colazione in hotel a 8 euro a persona ma non é un granché poi visita al centro di Oviedo, andiamo al parco San Francisco a vedere Mafalda, la cattedrale (visita 7 euro) e i dintorni della cattedrale, il municipio. Torniamo in hotel a prendere l’auto e andiamo sul Monte Naranco a vedere le due spettacolari chiese preromaniche: San Miguel de Lillo e Santa Maria del Naranco e poi arriviamo fino alla croce sulla cima del monte. Poi sosta a Cudillero paesino sul mare carinissimo e coloratissimo e li vicino Playa del Silencio bellissima, sbagliamo strada un po’ di volte con il navigatore. Ripartiamo per Ribadeo fatichiamo ad arrivare all’hotel perché c’è un intrico di strade strette e sensi unici. Mio marito è deluso quando vede che l'hotel Rolle (65 euro la doppia con colazione) che ho prenotato è un due stelle ma si ricrede subito perché è proprio coccolo e anche molto meglio dei due precedenti tre e quattro stelle. Il gestore ci da molte utili indicazioni su cosa visitare nel percorso che faremo domani verso La Coruna e ci fa il pass per Praia de Augas Santas meglio conosciuta come Praia das Catedrais. Una spiaggia con formazioni rocciose spettacolari il cui accesso è contingentato. Con il pass fatto dall'hotel si è sicuri di entrare ma si può anche prenotare in internet. Andiamo subito a vedere e passeggiare nell'acqua di quella meraviglia poi aspettiamo la marea che in questi giorni cresce lentamente. Rientriamo un po' in hotel e poi andiamo a cena a Casa Villaronta dove si mangia molto bene ci dividiamo il polpo le crocchette di pesce e la frittura mista (66 euro in 4). Prima di rientrare passeggiata nel piccolo centro del paese. Km a piedi oggi 16

  • 9279 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social