On the road Normandia e Bretagna: che favola!

Uno splendido on the road tra scogliere mozzafiato, fari meravigliosi, antiche cattedrali, l'emozione dei luoghi dello sbarco. Gli occhi pieni di meraviglia e il cuore colmo di gioia.

Diario letto 27517 volte

  • di Picchiettino70
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Era molto tempo che desideravo visitare la Normandia ed in particolare i luoghi dello sbarco. Quest'anno io e mio marito ci siamo ritrovati a fare una vacanza da soli come ai vecchi tempi e abbiamo deciso per questo viaggio on the road, allungandoci anche in Bretagna. Ho organizzato tutto prima di partire (itinerario, auto, pernottamenti) e devo dire che è stata una vacanza bellissima, con circa 3.000KM percorsi. Siamo stati indecisi se partire dall'Italia con la nostra macchina o prenderne una a noleggio lì; alla fine abbiamo optato per il noleggio per sfruttare al massimo i giorni sul posto.

Aereo: abbiamo volato con Ryan Air, con una spesa di circa 250 euro a persona (bagaglio da 20 kg in stiva, bagaglio da 10 in cabina + piccolo zaino, priorità all'imbarco). Anche se RyanAir ultimamente ha messo limitazioni sul bagaglio e fa pagare veramente tutto, alla fine è stata la soluzione che ho ritenuto più conveniente anche in termini di orari.

Andata - partenza da Ciampino (Roma) ore 6:30 - arrivo ore 08:50

Ritorno - partenza da Beauvais ore 20:50 - arrivo ore 22:30 (20 minuti di anticipo)

L'aereo atterra a Beauvais, cittadina a circa un'ora da Parigi. Avendo deciso di non visitare Parigi, dove siamo stati diverse volte, non è stato un problema. Inoltre Beauvais (come Ciampino) è un piccolo aeroporto dove ci si muove più facilmente.

Auto: di taglia media, noleggiata non molto tempo prima della partenza, con la Hertz. Costo circa 700 euro (350 + altri 350 per assicurazione completa e ulteriore guidatore fatta al momento del ritiro della macchina). Abbiamo dovuto aspettare circa un'ora perchè avevo dato come orario di ritiro le 10 del mattino (calcolando eventuali ritardi dell'aereo o del ritiro bagaglio), invece alle 9 eravamo già lì; ma visto che sul contratto era scritto 'ritiro alle 10' non abbiamo potuto prenderla prima (quindi meglio tenersi stretti con l'orario di arrivo). L'auto era una Kia con bagagliaio veramente ridotto: ci sono entrati giusti giusti i due bagagli grandi e uno dei due piccoli; l'altro l'abbiamo dovuto tenere nei sedili posteriori. Ci siamo spostati al 90% su strade statali, curatissime e spesso a doppia carreggiata. La benzina conviene farla nei distributori dei centri commerciali. Non sempre il navigatore della macchina ci è stato d’aiuto. Come sempre prima di partire abbiamo scaricato da Google le mappe delle zone che avremmo percorso, da usare offline, e che ci sono tornate veramente molto utili.

Itinerario

Mi sono fatta ampiamente guidare da un diario di viaggio letto qui su Turisti per caso, scritto a acerorosso, e dalle guide lette nei mesi precedenti: la Routard (Normandia e Bretagna) e la Lonely Planet (che mi hanno prestato, solo Bretagna). La Routard non mi piace per il fatto che le località sono elencate in ordine alfabetico, quindi devi conoscere prima il percorso e poi andarti a cercare i singoli posti; per contro approfondisce molto dove mangiare, dormire ecc e i dintorni da visitare. La Lonely alla fine rimane la mia preferita, ma chiaramente la scelta è soggettiva.

Utilissimi sul posto gli uffici turistici, per le piantine dettagliate, e i consigli dei proprietari delle chambre che a volte forniscono anche miniguide dei dintorni.

Pernottamenti: Prenotati tutti nei mesi precedenti, abbiamo scelto, quando ne abbiamo avuto la possibilità, le chambre d'hotes: soluzione che abbiamo apprezzato moltissimo, soprattutto perché si crea sempre un rapporto interpersonale con i proprietari delle case e le colazioni sono in genere offerte con prodotti freschi e fatti in casa. Le chambre sono state prenotate con Booking o Airbnb, con una spesa che ha oscillato tra i 60 e i 100 euro a notte. Attenzione se volete il bagno in camera: non sempre le descrizioni sommarie sono esplicative; sempre utilissime le recensioni degli altri viaggiatori, che meritano di essere lette con attenzione

  • 27517 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social