Olanda, Normandia e Bretagna

Un viaggio on the road alla scoperta di luoghi meravigliosi e antiche tradizioni

  • di fedchi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Quando organizziamo un viaggio iniziamo a guardare in internet che tipo di itinerario percorrere, deciso a grandi linee compriamo la guida e via... chi ci tiene più... Così è nato questo viaggio tra l'Olanda ovest, Belgio x poco, Bretagna e Normandia!

Partiamo per Maastricht in Olanda,sono circa 950 km...il viaggio è lungo e facciamo fatica a trovare da dormire ma poi poco fuori dal centro c'è Tulip Hotel, molto bello e pulito e con servizio navetta x il centro... non perdiamo tempo! Ne è valsa la pena, il centro è molto carino pieno di piazze gremite di bar e viette antiche,ci sono anche resti romani.

Si riparte verso il bungalow che avevamo già prenotato in un campeggio a Delft ma prima ci fermiamo a Dordretcht, un'incantevole paesino con case antiche sui canali.

Giunti al camping Delf Hout ci aspetta il nostro Igloo di legno ovviamente... spettacolare,con ogni comfort tranne il bagno che è quello del campeggio.. .da qui andiamo subito alla scoperta della città davvero meravigliosa,con i suoi canali piedi di vasi di fiori bellissimi, le barchette che viaggiano placide e le persone assaporano birra nei molteplici bar della città con tavolini all'aperto,ogni tanto la chiesa ci allieta con il suo dolce carrilon.

L'indomani con le nostre bici portate da casa ci dirigiamo a Den Haag detta anche l'Aia,sono circa 8 km, la città è iper moderna e ricca di negozi di lusso, ci spostiamo nella zona di mare che ci lascia molto delusi, il mare è marrone e infondo alla costa una bella raffineria si erge sul mare...giriamo un po', facciamo un pisolino in spiaggia e via al campeggio... che male al sedere!

L'indomani Gouda, la città del formaggio, che buono che è e la città davvero bella...c'è anche il mercato delle pulci!

E via di nuovo per Zeeland, una zona dell'Olanda particolare perché sembrano delle isole ma attaccate alla terra ferma...pensavo di trovare dei villaggi di pescatori invece è tutto molto moderno e gioiosa, il mare come al solito non è il massimo ma piste ciclabili corrono lungo la costa molto belle! Ci gusti amo un po di pesce fritto e patatine e via verso il ritorno!

Ultima tappa olandese i 19 mulini patrimonio dell'Unesco a Kinderdijk, alcuni dei quali ancora funzionanti o abitati da privati, uno spettacolo davvero impressionante, una distesa di canali e canneti tutti percorribili a piedi o in bicicletta dove si possono ammirare queste meraviglie. Noi decidiamo di farci una lunga e piacevole passeggiata, c'è un pò di afa ma le temperature qui non sono mai alte, intorno ai 20 gradi di giorno e 16 la sera.

Lasciamo l'Olanda con un pochino di tristezza, era tutto davvero bello, ma chissà quante avventure ci aspettano ancora quindi partiamo verso il Belgio dove ci fermeremo una sola notte a Gent, città molto bella in stile medioevale, con chiese ed edifici davvero importanti ed imponenti, molto molto bella...qui avevamo prenotato un hotel della catena Accor chiamati Formula 1, che generalmente sono molto comodi quando si è di passaggio perchè costano poco, circa 30 € in 2, hanno camere molto semplici con lavandino e bagno in comune ma molto puliti perchè appena si chiude la porta, si igienizza tutto ma questa volta la struttura era davvero fuori mano, vecchia e malandata, ci abbiamo messo 2 ore per trovarlo ed eravamo molto spazientiti. Lasciamo gli zaini e ci dirigiamo verso Bruges dove ci colpisce un'acquazzone pazzesco e al di la del ristorante non riusciamo a muoverci, va bhe vuol dire che in Belgio dovremo tornarci un'altra volta!

L'indomani di buona lena ci dirigiamo verso Honfleur-Normandia, prossima nostra tappa prima di andare ad una festa che avevamo trovato su internet in Bretagna. Qui è pieno di Chambre d'Hotes, delle sorta di B&B della Francia e ne troviamo uno proprio carino a 2 km che è un'appartamentino molto carino...il tempo di una rinfrescata e via verso Honfleur...wao è stupenda, le case a graticcio si affacciano sul piccolo porticciolo, ci sono tante viette gremite di ristorantini uno più invitante dell'altro e i negozi si sprecano, rimaniamo subito affascinati, le nuvole grigie si gonfiano di pioggia ma questa volta abbiamo l'ombrello che non servirà a molto perchè il vento continua a ribaltarcelo, anche questo è la Normandia!

Finalmente giungiamo in Bretagna, il viaggio è lungo ma ne vale la pena, la festa del Filet Blue porta tanto turismo e quindi fatichiamo a trovare un posto dove dormire ma con un po di aiuto troviamo una camera della villa di due anziani signori molto gentili e ci buttiamo subito nel piccolo paesino dove anche qui c'è una festa in stile celtico, si mangiano interiora,aiuto, e si balla a ritmo delle cornamusa, una signora che parla italiano ci con volge subito in balli scatenati... che meraviglia non ci posso credere!

Arrivato finalmente il giorno della festa Les Filets Bleus di Concarneau in Bretagna...è una giornata uggiosa e fredda ma non ci scoraggiamo e con le nostre bici raggiungiamo il punto d'inizio della festa,costa 8 €. Comincia la festa con una parata che mai mi sarei immaginata,tutti con abiti tradizionali d'epoca dagli adulti ai bambini in fasce, carri trainati da cavalli, musica, balli rimaniamo a bocca aperta...è una tradizione che ci porta avanti fin dal medioevo quando un'annata erano sparite le sardine dal mare,fonte di grande guadagno x il il popolo, così misero in atto questa festa per raccimolare un po di soldi. La parata sfila dalle 10.30 alle 13 sempre più bella ed entusiasmante,al la cittadina dove si svolge è proprio carina con il suo piccolo centro, il porto e la cittadella nelle mura. Dopo la festa si mangiaaa....è una sorta di sagra basata sul pesce,c'è veramente l'imbarazzo della scelta:tonno,sardine,capesante,cozze,crostini di mare,zuppa di pesce e molto altro. La musica è i balli non smettono per tutta la giornata ma noi nel pomeriggio decidiamo di andare a visitare il castello di Keriolet non lontano da qui con il suo passato di possessi turbolenti,molto carino e ben ristrutturato

  • 6717 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social