Corse sauvage

Dieci giorni, cinque amici, un' auto e due tende tra Bonifacio e Calvi passando per Corte e i calanchi di Piana, alla ricerca di spiagge da sogno, scorci mozzafiato, torri genovesi, piatti tipici e del pronto soccorso...

Diario letto 3498 volte

  • di melarenetta
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro

Porto Vecchio

Città carina e molto turistica, offre molti locali per la cena e il dopo cena, vi segnaliamo La Taverne du Roi con musica dal vivo sotto la porta genovese.

Haute-Corse

Dopo un piccolo imprevisto (proteggete gli occhi dalla sabbia e dal vento!) che ci ha portati al Pronto Soccorso di Porto Vecchio dove sono satti molto gentili, ci siamo diretti verso il nord. Ad Alèria abbiamo imboccato la N200 passando per Corte, l' antica capitale immersa tra le montagne verdi del centro dell' isola, oggi sede dell'università .

Arrivati a Calvi ci siamo sistemati al Camping Paduella http://www.campingpaduella.com/, un campeggio a 1 km dal centro con piazzole molto spaziose, ombreggiate, bagni pulitissimi, comodi e numerosi, lo consigliamo vivamente a chi vuole girare la Balagne e la costa, offre inoltre un bar-pizzeria che vende anche il pane alla mattina, lì vicino ci sono diversi supermercati e un ortofrutta.

Spiagge

  • Spiaggia di Calvi: di fronte al campeggio dall' altra parte della strada si attraversa una pineta dove abbiamo trovato un bel mercatino dell' usato, poi si oltrepassano i binari del treno delle spiagge che collega il litorale tra Calvi e Ile-Rousse e si arriva alla bellissima vista del golfo di Calvi sovrastata dalla città alta arroccata. La spiaggia è comoda ma la zona offre di meglio.
  • Ostriconi: Superato il traffico congestionato di Ile-Rousse (tenete sempre conto di una mezz' ora di coda nei periodi di alta stagione) abbiamo raggiunto la spiaggia di Ostriconi raggiungibile a piedi con un sentiero a tratti ripido, purtroppo il forte vento ci ha negato il bagno, per questo è bene tenere sempre conto dei venti quando si scelgono le spiagge, alcune baie sono più protette di altre.
  • Bodri: L' ultima spiaggia della nostra vacanza, ma una delle più belle, la discesa non è molto visibile dalla strada ma è vicina al campeggio omonimo. Dal parcheggio a pagamento ( euro 2.50 ) partono diversi sentieri molto semplici che conducono alla spiaggia e anche ad altre insenature. Consigliamo di prendere il sentiero sulla scogliera dal lato del faro e godersi il magnifico paesaggio.

Calvi

Cittadina e porto turistico molto carino, la cittadella è piccola ma suggestiva. Abbiamo cenato al pittoresco Chalet du Port vicino agli attracchi dei traghetti oltre la Tour du Sel, buonissima la carne alla brace con piatti completi di salsine e contorno attorno ai 18 euro.

Ile-Rousse

Cittadina un pò caotica dove ci siamo fermati a mangiare una favolosa crepe, merita una visita Le Bon Cafè un negozio dove una sigora gentilissima spiega le varie miscele e macina il caffè al momento.

Strada panoramica tra Calvi e Porto

Strada eletta dall' Unesco Patrimonio Mondiale dell' Umanità, la D 81 corre lungo la frastagliata costa da Calvi a Porto , impegnativa per la guida perchè stretta e tutta curve, ma incantevole per scorci e paesaggi.

Porto è stata piuttosto deludente come città, piccola e poco interessante, anche se la cima della torre genovese offre un bel panorama sul golfo. Da qui partono ecursioni in barca per la riserva di Scandola, Girolata e le Calanche di Piana.

Carinissima la signora della Boulangerie di Vaita (il quartiere che precede la marina) dove abbiamo apprezzato quiche e focacce.

Proseguendo verso sud ci siamo immersi nei calanchi un paesaggio di rocce rosse modellate dal vento nelle forme più bizzarre, è d'obbligo una sosta al chiosco Les Roches Bleues. Volendo si possono fare escursioni per vederli meglio, anche se dicono che il modo migliore per ammirarli è dal mare

  • 3498 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social