La Bretagna tra natura, storia e tecnologia

Partiamo da Genova la mattina all'alba per raggiungere, tramite il Frejus, il paesino di Nemour (vicino a Parigi) nel tardo pomeriggio, in tempo per riposarci, cenare e dormire. Ripartiamo la mattina dopo per arrivare nel primo pomeriggio a S. Brieuc ...

Diario letto 2578 volte

  • di Maura Pallecchi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia

Partiamo da Genova la mattina all'alba per raggiungere, tramite il Frejus, il paesino di Nemour (vicino a Parigi) nel tardo pomeriggio, in tempo per riposarci, cenare e dormire.

Ripartiamo la mattina dopo per arrivare nel primo pomeriggio a S. Brieuc (Bretagna) dove, dopo la sistemazione in albergo (a Plerin, in un albergo della catena "caminetti" molto carino e confortevole e non a prezi elevatissimi) partiamo per un giro nei dintorni per prendere confidenza con il luogo e con le maree (esistono degli opuscoli in distribuzione gratuita con gli orari delle maree che sono utilissimi, si trovano negli uffici del turismo).

Siamo andati a vedere le falesie di Plouha, ma non ve le consigio, niente di eccezionale. Nelle vicinanze del porto di S. Brieuc invece la cosa si fa più interessante, la bassa marea del tardo pomeriggio lascia intravedere uno spettacolo unico (almeno per me): tappeti di alghe e conchiglie e l'acqua che si allontanava! Siamo rimasti in questo luogo per 5 notti.

Tutto il giorno dopo lo abbiamo dedicato a Ploumanac'h, sulla costa di granito rosa. E' favoloso e imperdibile. Vi consiglio il giro a piedi che fa il giro della punta di Ploumanac'h, passando dal faro (circa 3 ore) chiamato "sentiero dei doganieri". Fermatevi a contemplare questi enormi massi di granito rossiccio e a cercare di individuarne le varie forme (ce n'è una che assomiglia a una testa di un'oca (si vede bene l'occhio e il becco). Rimanendo tutto il giorno si vede la differenza tra alta e bassa marea che è una cosa, per me, affascinante.

Giornta succesiva a S. Malo. Da non perdere. Noi siamo andati al mattino, c'era la bassa marea, siamo andati sulle isolette di fronte a piedi, a abbiamo visitato la tomba di Chateaubriand che si trova sull'isola del Grand-Bè. Il giro dei bastioni è da fare e permette di vedere le statue di due pirati famosi nativi di S. Malo: Trouin e Sorcouff. Vi consiglio di tornare a S. Malo qualche ora più tardi per vedere l'alta marea. Si vede un paesaggio completamente diverso e le isole sulle quali si va a piedi sono "isolate" dall'acqua. Uno spettacolo che lascia senza fiato.

Vicino a S. Malo c'è la possibilità di visitare la diga maremotrice, una centrale idroelettrica che sfrutta la forza delle maree (purtroppo quest'anno era in manutenzione).

Giorno successivo a Mont S. Michel. Bisogna arrivarci prima delle 10 del mattino per correre davanti al flusso allucinante di turisti che bloccano l'unica stradina del monte che porta in alto, verso l'Abbazia (da visitare ovviamente). Bello anche il giro dei bastioni e il giro dell'isola a piedi durante la bassa marea; si fanno splendidi incontri (noi abbiamo visto una foca !) Tutto Mont S. Michel è visto entro le 14; così, al pomeriggio, vista la passione per la storia del mio fidanzato, abbiamo fatto un salto in Normandia, nella zona di Omaha Beach, in particolare a Vierville s/mer a vedere un Museo dello sbarco e la spiaggia. Successivamente abbiamo visitato i bunker della Pointe du Hoc, ritornando in albergo molto tardi ! Il giorno successivo eccoci alla scoperta del Cap Frehel; c'è un paesaggio splendido, la brughiera rosa e l'oceano verde azzurro per chilometri. Il faro del Capo si può visitare lasciando una mancia al guardiano. Da non perdere la passeggiata intorno al Capo (circa 1 ora), tra alte falesie rossicce e la brughiera violetta. Alla sera verso le 19 eravamo nuovamente a Mont S. Michel per vedere l'alta marea, e cenare in un ristorantino (neanche molto caro)con vista sulla baia. Il tempo non bello, burrascoso del pomeriggio ci ha offerto la vista dell'arcobaleno al tramonto

  • 2578 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social