1. Meraviglie naturali

    di , il 1/6/2009 23:02

    Parliamo delle meraviglie naturali che vi hanno colpito in viaggio!

  2. GRIZZLY
    , 14/12/2008 19:16
    .... io e mia moglie abbiamo visitato tanti posti magnifici in quasi tutti i continentie e in ogni paese visitato abbiamo visto posti fantastici ma ad oggi al primo posto metterei l'Isola di Pasqua e all'interno di un 'isola meravigliosa il Vulcano Rano Raraku dalla cui sommità si ha un panorama indimenticabile con all'interno un lago di acqua piovana, decine di moai conficcati nella terra (quelli che erano in fase di trasporto) e in lontanaza i 15 moai di Tongariki con alle spalle l'oceano.
  3. gildam21
    , 14/12/2008 10:56
    Le cascate pietrificate di Pammukkale (Turchia) offrono uno spettacolo, direi, extra-terrestre, mentre il lago Atitlan ( Guatemala), adagiato fra vulcani ricoperti di una folta pelliccia di vegetazione, infonde un'incredibile sensazione di pace.
  4. Sole87
    , 12/12/2008 18:28
    ... per qunto ho potuto vedere fino ad ora sono rimasta letteralmente abbagliata dalla bellezza della Laguna di Balos a Creta... dopo aver oltrepassato la montagna, con la sua terra rossa, scorgere il bianco, l'azzurro e il blu del mare è un'emozine davvero indescrivibile!!!
  5. Katmai
    , 12/12/2008 08:59
    Amici perdonate se il mio intervento non riesce a mantenere il necessario distacco, ma sulla necessità di conoscere le meraviglie naturali al fine di amarle e perciò di cercare di salvarle ho speso tempo e danaro e mi sento piuttosto coinvolto.
    Purtroppo, in qualsiasi discussione del genere e non solo in questa, riscontro che il mondo sembra fatto di quattro continenti e mezzo.
    Per qualche misterioso motivo manca l'America del Nord, così piena di meraviglie naturali che non basterebbe una vita intera per conoscerle tutte.
    Anche il sito di Turisti per caso, che pure è indubitabilmente il migliore del suo genere, nella sezione Usa si dibatte da mesi tra New York e California, luoghi da neofiti che offrono una visione assai distorta di ciò che l'America ha da offrire.
    Ciò di cui mi sono accorto in oltre vent'anni di viaggi nella Natura Selvaggia è che per la salvezza di questi luoghi servono soprattutto due cose:
    una grande sensibilità e un mucchio di soldi.
    I soldi servono soprattutto indirettamente come lucro cessante, ovvero come mancato sfruttamento commerciale di aree di interesse naturalistico.
    Questo è molto chiaro a chi visita il Pacific Northwest
    rimanendo incantato dalle ombrose foreste della Olympic Peninsula, dove un intero ecosistema è stato preservato per le generazioni future all'interno dell'Olympic National Park, e viceversa salendo sulla vicinissima Vancouver Island si sente ovunque, come un tragico lamento, il suono continue delle motoseghe
    di tanto interrotto da pochi secondi di silenzio e poi da un tonfo pesante 500, 600 a volte 700 anni.
    L'altro discorso è la sensibilità i luoghi vanno dapprima conosciuti e poi amati. Vedrete che vorrete fare qualcosa affinchè essi restino inalterati.
    Theodore Roosvelt, a proposito delle grandio aree protette diceva:
    "Leave it as it is, you cannot improve on it"
    "Lasciatele come sono, voi non potrete migliorarle".
    Chi vuole vedere per un poco il miracolo della Creazione non sottovaluti i Grandi Parchi Americani,
    370 Parchi che coprono oltre il 16% dell'intero territorio nazionale, una percentuale inimmaginabile per ogni altra nazione al mondo, e se ne avete interesse venite a trovarmi su www.cattedralidismeraldo.com sarò lieto della vostra visita.
  6. nicogui
    , 12/12/2008 01:27
    La spiaggia dei Conigli a Lampedusa..
  7. Frana
    , 12/12/2008 01:09
    Di luoghi naturali indimenticabili, per fortuna ne ho visti tanti, anche perché la magia che sa creare la "pacha mama" é unica ed io rimango sempre affascinato anche di fronte ad un tramonto romagnolo!
    Nel cuore porto alcuni posti, come le Ande Peruviane oppure l'alba dietro al Kilimangiaro vista dal monte Meru, l'Himalaya Indiano, le Dolomiti, ed altro ancora, ma tre luoghi rimangono indelebili i Monti Sibillini (Marche e Umbria), le eruzioni notturne dello Stromboli (Eolie) ed infine il mio paradiso terrestre (cosí rispondo anche all'altro forum!!!), Lago Titicaca, isola Amantani Perú e Isla del Sol Bolivia, FAVOLOSO!!!
    Buona natura a tutti Checco
  8. Laura&Gianni
    , 11/12/2008 20:11
    Siamo davvero indecisi... e non sapendo davvero quale scegliere decidiamo di indicare 2 luoghi completamente diversi a partire dal continente:

    La Namibia tutta ma in particolare le dune di Sossuvlei e il deserto del Namib... i colori, i profumi e... ci stiamo emozionando solo a ricordare quei momenti!

    E poi l'Islanda, non un luogo specifico, l'intera isola è una meraviglia della natura, i suoi paesaggi aspri e vulcanici nella parte sud, più dolci e montagnosi nel nord... bisogna vivere il luogo perché descriverlo è impossibile!!!

    Buon viaggio a tutti
    Laura & Gianni
  9. Tabjs
    , 2/12/2008 21:46
    Carissimi TpC,
    rinnovo l'invito a formulare le vostre opinioni relative alle meraviglie naturali osservate durante i vostri viaggi.
    Rimango sempre a disposizione, ciao a tutti Tabjs ;-)
  10. Tabjs
    , 19/2/2008 23:25
    IL DELTA DELL'OKAVANGO è uno dei più estesi sistemi idrici del mondo. Le sue sorgenti partono dall’Angola per poi passare in Namibia ed infine in Botswana. In questo tragitto il fiume viene denominato Cubango, Kavango per poi diventare Okavango.
    E’ il più grande delta interno del mondo, una curiosità e, soprattutto un ecosistema dei più insoliti del pianeta.
    Milioni di anni fa, eventi tettonici causarono la deviazione del fiume che scorreva fino la lago Makgadikgadi, ora divenuto distesa desertica.
    All’interno del Delta sono state istituite diverse riserve tra le quali la Moremi Wildlife Reserve.
    Ma vi chiederete, l’acqua del delta dove va a finire??? In parte va nel vicino Kalahari mentre il 95% dell’acqua evapora!!!.
    La quasi totalità di assenza di attività agricole rende quest'acqua insolitamente pura.
  11. Redazione
    , 28/1/2008 10:43
    ****************************
    MESSAGGIO DELLA REDAZIONE:
    Abbiamo notato che la Guida per Caso di questo forum non interviene pubblicamente da un po'. E' in corso una verifica.
    Fabrizio, se leggi questo intervento contattaci nel forum "Istruzioni per le Guide per Caso",
    Grazie
    Silvia
    ****************************
  12. lavi_lavi
    , 29/9/2007 15:12
    sicuramente la zona dove vivo: il Lago di Garda, il Monte Baldo, la Valpolicella, i Lessini, il fiume Adige...un paesaggio dolce e suggestivo, vario, affascinante! senza praticamente muovermi da casa ho tutto quanto possa desiderare e la possibilità di scattare ogni giorno foto meravigliose...tutto concentrato nel raggio di pochi chilometri. Certo, questo non significa che quello che c'è fuori non mi piaccia, ma questo luogo (vivo in provincia di verona) ha in più il valore aggiunto dell'affetto che mi lega ad esso.
  13. Bacheca
    , 11/9/2007 20:41
    La natura stupenda è quella del Sudafrica!
    Il sogno si è realizzato: riuscire a coniugare un soggiorno in Sudafrica senza essere sballottati per migliaia di kilometri con una valigia sempre pronta. Dopo aver visionato per anni proposte di diversi tour operator, per questa destinazione abbiamo deciso di diventare tour operator di noi stessi e con una semplicissima ricerca su internet siamo giunti a Pahalaborwa, più precisamente alla Guesthouse Kaia Tani di Alberto e Daniela, 2 italiani che innamorati dell'Africa hanno deciso di trasferirsi per iniziare una nuova vita. Vi stupirete ma non faremo un articolo come fanno molti descrivendo date, orari, posti visitati in quanto arrivare a Kaia Tani è significato trovare degli amici. Il luogo ci ha subito attratto, in quanto è situato a pochissima distanza dall'entrata centrale del parco Kruger ed è una cittadina in cui i problemi di sicurezza del Sudafrica sono del tutto assenti. La nostra preoccupazione principale era di riuscire a vedere la parte continentale del Sudafrica senza fare spostamenti, per cui ci siamo affidati alla conoscenza del posto di Alberto e Daniela iniziando un viaggio a scatola chiusa. Tutte le nostre incognite sono svanite nel momento in cui siamo stati ricevuti all'aeroporto dal nostro anfitrione. Alberto e Daniela con il figlio Roby sono certamente gli ospiti più squisiti che potevamo sperare di trovare. Io, Riccardo e Simona abbiamo trascorso 10 giorni di intensissime emozioni riuscendo ad avere la possibilità di entrare a contatto non solo con i Big Five, ma con i paesaggi e le emozioni di scoprire la vita naturale di un parco nazionale. Come descrivere l'emozione di dormire in un rifugio circondati dagli animali sotto una coperta di stelle? Come trasmettere lo stupore di essere fermati sulla strada da una leonessa che batteva il proprio territorio? O un leopardo notoriamente difficile da scovare che scende dall'albero e venendoti incontro si va a nascondere? Questo è comunque un aspetto di ciò che ci si può aspettare dall'Africa e la nostra fortuna è stata quella di incontrare due persone eccezzionali che non solo ci hanno messo a nostro agio, ma sono riusciti anche a trasmetterci le mille facce di un'Africa che gli stereotipi dei viaggi di gruppo tendono ad offuscare. Un breve resoconto delle possibili escursioni che si possono fare da Pahalaborwa è doveroso: dall'affettuosa Jessica ippopotamo che ha scelto di vivere con l'uomo e che si fa carezzare e dar da mangiare, all'austera Savannaha ghepardo a cui le coccole nel bel mezzo del bush non basterebbero mai, alla stregata escursione sul fiume Olifants dove riesci ad avvicinarti agli animali senza disturbarli, all'esperienza di far poggiare un avvoltoio sul tuo braccio per dargli da mangiare o giocare a golf interrotti da passeggiate di giraffe, impala, fagoceri che liberi proseguono la loro vita naturale. E tante altre che gestite, organizzate e seguite da Alberto hanno rappresentato la realizzazione del nostro sogno! Ma un viaggio così lungo in un paese così grande non poteva essere rappresentato dal solo parco Kruger e dintorni, ed ancora una volta Alberto ci ha dato l'aiuto giusto: Ettore ed Antonella che ci hanno organizzato i soli 5 giorni che ci restavano a Città del Capo. Nonostante l'ottima esperienza avuta a Pahalaborwa, i timori di un viaggio organizzato su internet hanno preso il sopravvento durante il volo verso Città del Capo, ma anche qui la nostra scelta è stata premiata. Cosa dire della dolce Antonella e dell'intraprendente Ettore che hanno accompagnato tre turisti senza la minima conoscenza della lingua inglese? Grazie, per averci messo a nostro agio nonostante che a Città del Capo si riesca a palpare un pò di quella famigerata incertezza sociale che il Sudafrica vive. Il cambiamento di paesaggio in poco più di 2 ore di volo è totale, una costa aspra si apre a scenari mozzafiato che dischiudono tesori che per noi europei sembrano difficili da trovare in una città: foche che dormono sulla banchina dei porti, pinguini sulla spiaggia e balene che indisturbate nuotano sotto costa. Il tutto contornato da pranzi e cene tipici. Le emozioni sono state tali e tante, la compagnia è stata così buona che stiamo già progettando il viaggio che faremo fra undici mesi. A presto Sudafrica.
  14. bladerun
    , 16/6/2007 06:39
    Dolomiti! l'elenco degli angoli suggestivi che riservano sarebbe infinito. Uno per tutti: il Catinaccio, sopra Vigo di Fassa, con i rifugi Principe e Antermoia.
  15. Tabjs
    , 9/6/2007 19:50
    Carissima Tama,
    le Dolomiti sono veramente uno spettacolo della natura tra i più affascinanti.
    La loro storia geologica ce lo insegna ed il loro minerale costituente, la Dolomia.
    Che posti dolomitici visiterai?
    A presto, Tabjs ;-)
  16. Redazione
    , 20/5/2007 16:09
    *************MESSAGGIO DELLA REDAZIONE*****************
    Attenzione: quando leggete nei forum l'invito a essere contattati privatamente per ricevere ulteriori informazioni su sistemazioni/alberghi/servizi, abbiamo il forte sospetto si tratti di pubblicità. Un consiglio spassionato, infatti, potrebbe essere pubblicato senza remore direttamente in chiaro sul sito, sottoponendolo al controllo della Redazione. Se a questo punto accettate il contatto privato, siate consapevoli che potrebbe non essere disinteressato e che vi state autoprponendo come oggetto di pubblicità occulta.
    Martino
    *****************************************