1. La puntata del 12 febbraio...

    di , il 12/2/2001 00:00

    Ancora prima che la puntata del 12 febbraio andasse in onda, abbiamo ricevuto numerosi messaggi di protesta per le sequenze della corrida. Vogliamo parlarne insieme adesso, dopo che avete visto anche le nostre reazioni?

    Syusy e Patrizio

  2. Clara Bacchione
    , 13/2/2001 00:00
    Va bè che siete pagati per farci vedere il bello e il brutto dei vostri viaggi, però il vedervi partecipare così compiaciuti a quell'osceno, anacronistico, crudele e squallido "spettacolo" chiamato corrida è stato un grande dispiacere per chi come me vi segue da sempre. Sinceramente mi sarei aspettata da parte vostra specialmente da Siusy, una presa di posizione diversa, totalmente opposta! Peccato veramente, comunque sono contenta perchè molte persone la pensano come me. Non so se provare più pena per il povero toro o per quella poverina della torera. Spero un giorno tutto questo scempio sparirà dalla faccia della terra, anche se sarà molto difficile, visto i fior di milioni che guadagnano i toreri, e si sa dove c'è il business.... forza torooo!!!!
  3. Daniele G. 1
    , 13/2/2001 00:00
    Sospendono i programmi televisivi perché la Falchi si toglie le mutande e poi trasmettono violenza gratuita alle 21:00.
    In merito alle tradizioni, se è vero che rappresentano una ricchezza e altrettanto vero che molte di esse vanno condannate per la violenza che contengono.
    La prossima volta ci faranno credere che le tradizionali mutilazioni genitali femminili sono poesia?
    La logica è quella

    Ciao
    Daniele
  4. Valentina Castiglioni
    , 13/2/2001 00:00
    Non si tratta di essere vegetariani o animalisti, le corride sono uno "spettacolo" che va al di là di ogni logica, sono una dimostrazione di crudeltà e viltà umana.
    Ancora una volta l'Uomo dimostra di usare l'intelligenza e la capacità di ragionamento solamente per sottomettere ogni essere indifeso e "intellettualmente" meno evoluto......
    Non esistono petizioni per fermare queste orribili stragi di innocenti???
    Come avete fatto a sopportare la vista di quelle immagini???
    Al giorno d'oggi le corride non hanno più motivo di esistere (e non tiriamo in ballo antiche tradizioni e usanze!!), forse va tutto bene così perchè il toro non protesta, la sua specie nei secoli si è sempre prestata (anche perchè ribellarsi è impossibile) a questo squallido "gioco" e ha sempre fronteggiato impavido il suo carnefice che è il torero e la sua banda di amichetti a cavallo o meno...
    Che amarezza ogni giorno mi convinco sempre maggiormante che più conosco gli Uomini e più amo le Bestie!!
    Ciao a tutti
  5. Dalia Orsi
    , 13/2/2001 00:00
    Non ho mai visto una corrida dal vivo,e penso che non lo faro' mai,perche' la mia emotivita' me lo impedisce.
    Non per questo pero' condanno chi la considera un "patrimonio" per la cultura spagnola...anche se onestamen
    te non ne vedo fascino alcuno.
    Mi lascia un po' di amaro in bocca il pensare che qualcuno si possa anche divertire...
    di fronte a certe scene,che sono tutt'altro!!!
  6. Antonietta Dionisio
    , 13/2/2001 00:00
    Salve,come sempre viaggio assieme a VOi tutti i lunedì con mio grande divertimento ed interesse,riguardo alla corrida dico semplicemente ELIMINARE DALLA FACCIA DELLA TERRA QUESTO TIPO DI DIVERTIMENTO non sò perchè lo definiscono "divertimento", è pura e semplice barbaria.
    Saluti
    Antonietta d.
  7. Monica Persiani
    , 13/2/2001 00:00
    Ho avuto anch'io la possibilità di assistere ad una corrida, solo che oltre ai tori è stato matado anche un banderillero!!! Debbo dire che ciò mi ha fatto comprendere meglio l'importanza di un rituale che in realtà è un corteggiamento della morte, non posso dire di approvarlo razionalmente parlando ma mi affascina e ogni volta che mi capita di vederne una resto incollata al video. Penso che in parte sia un esorcismo nei confronti della parte oscura ed animale che mi porto dentro e che passo la vita a cercare di controllare ed indirizzare secondo i miei voleri pensando cge ciò sia la civiltà.
    Saluti
    Monica
    PS. Ero in Spagna a studiare flamenco e rivederlo ballare in quel modo mi ha fatto venire i "lucciconi" di commozione.
  8. Corinna Virginia
    , 13/2/2001 00:00
    Vorrei chiedervi soltanto un favore.... una volta tanto, provate ad uscire dai soliti schemi mentali e provate ad immaginarvi la corrida, non così come l'avete vista, bensì dalla parte del toro... poi ne riparliamo. Chissà cosa vi ha fatto lui per meritarsi questo trattamento.
  9. Sil G
    , 13/2/2001 00:00
    Avevo registrato la puntata e devo confessare che al momento della corrida non ce l'ho fatta e ho mandato avanti il nastro... Non posso fare a meno di mettermi nei 'panni' del povero toro. Un incubo!
    Vorrei una corrida senza uccisoni, puro spettacolo e bravura e piacere estetico, ma non il toro trafitto e colpito a morte.
    Ciao.
  10. Claudio C. 1
    , 13/2/2001 00:00
    Carissimi Syusy e Patrizio
    la prossima volta che andate in Spagna fatevi un paio di bicchieri di sangria! ma non andate più alla corrida.
  11. Monica Pedrazzoli
    , 13/2/2001 00:00
    Per quanto possa sembrarci crudele, è pur sempre un fatto tradizionale spagnolo da comprendere nel contesto in cui si sviluppa. Resta comunque affascinante.
  12. Monica Pedrazzoli
    , 13/2/2001 00:00
    Per quanto possa sembrarci crudele, è pur sempre un fatto tradizionale spagnolo da comprendere nel contesto in cui si sviluppa. Resta comunque affascinante.
  13. Bruno Solei
    , 13/2/2001 00:00
    Per quel che rigurda la corrida ho una sola parola...
    ignobile!!!!!!
  14. Giovanna Mazza
    , 13/2/2001 00:00
    ero sicura avreste esposto il fianco a questo argomento, fa parte del vostro stile, ma non ne ho afferrato il messaggio durante la trasmissione.
    comunque, credo che ogni manifestazione di vigliaccheria falsamente e subdolamente presentata come eroismo sia una vergogna.

    non è giusto, credo, sfogare un brutale istinto e cercare appagamento nell'urlo della folla, facendolo passare per spettacolo.
    ma che differenza c'è tra un torero in campo con un toro e gli imbecilli che si massacrano in curva la domenica allo stadio e quello che spara dalla finestra dell'università per provare il delitto perfetto e quello che si cala in discoteca e il cacciatore che spara ad un fringuello di 8 centimetri di lunghezza perchè ama andare a caccia ...
    per favore, una popolazione civile, moderna, intelligente, raziocinante, dove tiene i valori?
    nascosti dietro a paraventi denominati "cultura e radici" ?
    non si tratta di Spagna o Italia o Stati Uniti o dovunquecisiaunconfine, non ci sono confini per relegare la bestiale natura umana, il degrado, la stupidità e la falsità, maledetta follia collettiva, fatta passare grazie ad una efficace campagna di marketing ( già dai tempi della Bibbia ) come cultura.
    la cultura della sopraffazione, la legge del più forte.

    in Spagna ci sono le corride, a Cuba ci sono i bambini di 8 anni che si vendono per strada, in America c'è la pena di morte ...
    io personalmente non vado a Cuba, in Thailandia o in Texas, ma mi sento una mosca bianca. se fossimo tanti faremmo molto più rumore.

    buon viaggio.
    Giovanna
  15. Francesco Pergolini
    , 13/2/2001 00:00
    Beh avete visto che il pubblico era tutto over 50 o 60 dunque la corrida sparira' in qualche anno , spero che nello stesso periodo siano spariti agnelli e vitellini dalle nostre tavole .
    Non credo che molti dei nostri pastori o contadini siano meno crudeli con gli animali . condanniamo lo 'spettacolo' senza esagerare altrimenti si ricade sulla famosa trave nell'occhio ....
  16. Alessandro Rocca
    , 13/2/2001 00:00
    Credo che la corrida sia uno degli spettacoli più tristi cui si possa partecipare... Non amo questo genere di passatempo, non mi piace vedere animali usati per fare soldi, e se poi questi sono destinati a morire allora la situazione è molto grave. Tradizione o meno, gli spagnoli farebbero bene a riflettere sulle loro usanze.