1. Viaggi volontariato

    di , il 1/6/2018 11:54

    La guida per caso dei viaggi volontariato è Silvia! :)

  2. Silvia Avo
    , 31/5/2019 23:21
    Ciao Davodad,

    Grazie per il chiarimento e di nuovo concordo con te che alcune esperienze di volontariato, se gestite in modo inadeguato, possono causare solo danni e non beneficiano la popolazione o l'ambiente locale.


    Tuttavia, se per "cose incomprensibili" intendi lo shock culturale della popolazione locale (perché' e' vero che non solo gli stranieri all'estero sperimentano questo shock ma anche i locali nei confronti nostri), allora credo che sia ancora peggio quando queste persone locali, che magari lavorano in un lodge per turisti per pochi soldi alla settimana, vedono in quanto lusso i turisti viaggiano mentre proprio al di la della porta del loro confortevole bungalow ci sono persone che muoiono al lato della strada.


    Noi, in quanto volontari, abbiamo quasi sempre vissuto in casa di locali, mangiando il cibo e la quantità che loro mangiavano (spesso insufficiente), usando il loro stesso bagno con doccia fredda a secchi e bagno alla turca, vivendo a stretto contatto con i loro problemi (mancanza di soldi, malattie e quant'altro). Nonostante tutto questo, c'e' sempre stato e sempre ci sara' un gap culturale - veniamo alla fine dei conti da paesi totalmente diversi da quelli in cui spesso facciamo volontariato. Quello che secondo me conta, e' dimostrare alla popolazione locale il proprio sforzo per venire incontro alla loro cultura e tradizioni e al loro modo di vivere, spiegando loro perché facciamo come volontari quello che facciamo e da dove vengono i soldi per farlo. Se nessuno mai glielo spiega, allora certo viene a crearsi il mito dello straniero dai soldi facili, indipendentemente da quanto tempo spendi con loro. E' sempre una comunicazione a doppio senso - entrambe le parti imparano a spiegarsi le "cose incomprensibili" dell'altro attraverso la comunicazione e il mutuo rispetto.


    Sicuramente, se futuri interessati al volontariato possono permettersi di spendere più mesi o anni interi in progetti di medio/lungo termine in un paese straniero, consiglio anch'io di scegliere questa strada. Purtroppo, ho l'impressione che ci siano poche persone che riescano a dedicare più' di un mese al volontariato, per questo il mio consiglio e' quello di fare più' ricerche possibili sul progetto di volontariato che si vuole inseguire e sul paese dove si sara' basati. Nonostante tutti i nostri sforzi, anche noi abbiamo trovato progetti di volontariato poco sostenibili e ti assicuro che non eravamo sempre contenti dei risultati ottenuti, ma proprio queste esperienze "negative" ci hanno fatto capire quanto e' essenziale scegliere un progetto strutturato e ben coordinato, indipendentemente dalla durata del progetto stesso.


    Di nuovo grazie per il tuo contributo!

    Silvia
  3. davovad
    , 31/5/2019 15:18
    Con "cose incomprensibili" mi riferisco al fatto che gli abitanti di questi luoghi/comunità vedono paracadutarsi gente che inspiegabilmente decide di viaggiare fin lì da chissà quali posti dall'altra parte del mondo, invece di lavorare e di seguire la famiglia, che inspiegabilemente sembra che non abbiano nonostante l'età. Se lo analizzi dal loro punto di vista, è abbastanza strano. Genera l'idea che gli stranieri abbiano un sacco di soldi, ecc. ecc. E lì imparano a chiedere. In quanti posti ormai associano lo straniero con i soldi facili, a cui si chiede l'elemosina senza la minima vergogna.Tutto ciò e molto di più costituisce l'impatto negativo di queste esperienze, che bisogna saper gestire all'inizio in modo appropriato.
  4. Silvia Avo
    , 30/5/2019 23:19
    Ciao Davovad!

    Grazie per il tuo contributo a questo forum!


    Sono assolutamente d'accordo con te che, per ottenere un impatto a lungo termine sostenibile per le popolazioni locali e l'ambiente, l'impegno come volontario dovrebbe estendersi almeno ad un anno, se non ad anni e anni, per vedere realmente i frutti di un progetto ben pensato e in sintonia con i valori del luogo. Tuttavia, moltissime persone hanno a disposizione solo poche settimane di vacanze all'anno e semmai decidessero di spenderle in progetti di volontariato in Italia o all'estero, secondo me sarebbe gia un grande passo verso la creazione di un qualcosa di più grande, di un progetto a lungo termine, che collettivamente e se ben coordinato, porterebbe grandi benefici ai locali e all'ambiente.


    Molti progetti di volontariato purtroppo vedono solo uno/due volontari all'anno per uno/due mesi e fanno quello che possono per ottenere il maggiore impatto nel tempo disponibile.


    In quanto a il tuo commento su "cose incomprensibili", non penso proprio che per i bambini nella scuola in Nepal dove abbiamo insegnato, anche solo per un mese, non abbiamo compreso ciò' che stavamo facendo, ossia insegnare loro materie come sport e geografia che il loro curriculum scolastico non contempla. Ciò' che invece condivido con te e' che un mese spesso non e' abbastanza per lasciare un'impronta significativa nella comunità, che sia in linea con i loro bisogni.


    Tuttavia, penso che se ci fosse un flusso costante e uno sforzo coordinato a garantire a questi bimbi ad esempio un anno intero di introduzione allo sport, allora potremo sicuramente osservare l'impatto del nostro tempo come volontari. Purtroppo, ribadisco, ci sono veramente poche persone che fanno volontariato durante le loro vacanze e poche associazioni che sono veramente serie e hanno a cuore la sostenibilita dei loro progetti.


    In ogni caso, dopo le esperienze vissute, rimango dell'idea che il volontariato, anche se a breve termine, e' un'esperienza che apre il cuore e la mente a ciò' che accade in giro per il mondo, al posto di viaggiare tanto per spuntare i luoghi visitati da una lista di "must-do". Noi abbiamo imparato moltissimo vivendo a stretto contatto con le popolazioni del luogo e ti assicuro che abbiamo incontrato persone, volontari come noi, che nel loro piccolo hanno e stanno facendo la differenza e persone locali che hanno apprezzato i nostri sacrifici e il nostro contributo e con le quali tuttora rimaniamo in contatto per discutere futuri progetti.


    Grazie di nuovo per i tuoi commenti - sono contentissima di poter utilizzare questo spazio non solo per raccontare le proprie singole esperienze ma anche per discussioni più profonde e significative!


    Silvia
  5. davovad
    , 30/5/2019 17:05
    Lavoro da 17 anni nel mondo della cooperazione internazionale, come volontario, membro di ONG, dell'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e adesso con la FAO.La cooperazione allo sviluppo è un tema serio, che deve cercare soprattutto il rispetto della cultura locale e la sostenibilità.
    Francamente non so quanto sia sostenibile un progetto di qualche mese o settimana e che immagine dà alle popolazioni locali vedere stranieri che vanno in giro a fare cose per loro incomprensibili.
  6. Silvia Avo
    , 30/5/2019 08:12
    Eccoci di ritorno dal nostro VIAGGIO DI VOLONTARIATO PER IL MONDO!

    Le nostre esperienze di volontariato ci hanno visto


    indossare i panni di insegnanti di sport e geografia in NEPAL


    monitorare fauna, flora e flusso di turisti sulla montagna sacra alle popolazioni indigene nello YUKON


    piantare alberi nel mezzo della foresta pluviale del BORNEO in compagnia di sanguisughe e zanzare


    insegnare come diventare guide turistiche a giovani ragazzi in TANZANIA


    costruire un eco resort su un'isola remota delle FILIPPINE


    fare da consulenti di business in un villaggio filippino sull'isola di CORON


    fondare una piattaforma di volontariato per una scuola nel cuore della foresta UGANDESE


    State cercando un'esperienza di VOLONTARIATO ALL'ESTERO?
    o avete racconti da condividere?


    RACCONTATECELO IN QUESTO FORUM!


    Per saperne di più visitate il nostro blog www.seekfindexplore.com ;-)
  7. Turisti Per Caso.it
    , 1/6/2018 11:55
    Spazio aperto, Silvia!
  8. Turisti Per Caso.it
    , 1/6/2018 11:54
    Benvenuti sulla guide Viaggi Volontariato! :)

    La nostra passione per il viaggiare e la nostra determinazione e voglia di aiutare il prossimo e il mondo in cui viviamo ci hanno portato a pianificare un giro del mondo con l`obiettivo di partecipare ad un programma di volontariato di circa un mese in ogni paese visitato. Abbiamo gia' programmato i prossimi 5 mesi (ho riportato di seguito le nostre date di viaggio).


    Abbiamo anche creato un sito sul volontariato e la biodiversita' (ecco il link: https://www.63maui.org ). Inoltre teniamo un blog sulle nostre esperienze di volontariato e viaggio ( https://www.seekfindexplore.com).


    Sempre più persone sono interessate a esperienze di viaggio durante le quali cercare una connessione più profonda con la natura, la cultura, le tradizioni del luogo - e un'opzione da considerare in questa direzione e' sicuramente fare volontariato mentre si viaggia, per viaggiare "slow" e in maniera sostenibile e soprattutto avere un impatto positivo sulla popolazione e l'ambiente.



    Siamo aperti a discussioni, idee, commenti, domande. Da Ottobre siamo in cerca di nuovi progetti e mete - aspettiamo vostri consigli e iniziative!


    We travel, we learn, we grow :clap:
    (Viaggiamo, impariamo, cresciamo)


    VOLONTARIATO PER CASO


    18 Giugno al 18 Luglio - Volontariato nello Yukon (None )


    19 Luglio al 8 Agosto - Parchi canadesi ( Banff, Lake Louise, Jasper)


    8 Agosto al 29 Agosto - Piccola sosta in Italia


    29 Agosto - Partenza per Kathmandu (NEPAL)


    1 Settembre al 28 Settembre - Volontariato in Nepal (None )


    28 Settembre al 23 Ottobre - Hiking nell`Himalaya (Annapurna Circuit)


    23 Ottobre in poi - il programma resta aperto a nuove avventure - le mete in programma sono: Sud Est Asiatico, Madagascar e Sud Africa, Sud America, Centro America