1. USA - Parchi nazionali americani

    di , il 8/2/2013 16:05

    La guida per caso dei Parchi Nazionali americani è Giavaluca!

  2. Menghost
    , 21/3/2016 22:16
    Grazie Pagio, vorrà dire che finirò in una scarpata, la prima e ultima volta che ho guidato con cambio automatico, con insistenza ripetuta di un amico che voleva farmi provare la sua auto, è finita che ho parcheggiato la sua vettura contro un muro.....Cercherò un Ciao a presa diretta...:)

    Scherzi a parte ci sarà poco da ridere ma speriamo di abituarci in fretta....grazie, buon viaggio, ciao
  3. Giavaluca
    , 21/3/2016 12:39
    Ciao Pix,
    non ricordo esattamente il tuo itinerario ma il giro intorno a LV è uno dei più caldi che tu potessi fare.
    Non porterei assolutamente scarpe invernali perchè toccare i 40° è abbastanza normale.
    Detto questo scarpe da tracking estive sono perfette, o comunque delle buone scarpe sportive possono andare anche se sarebbe opportuno avere una buona suola antiscivolo. Insomma come passeggiare in montagna.

    In USA i trail sono ben segnati e se aperti assolutamente sicuri e con una bella descrizione dei pericoli e del grado di difficoltà. Di volta in volta puoi valutare, ma puoi essere abbastanza sereno sul tragitto anche con le scarpe "meno adatte".

    Poi tutto dipende dalle passeggiate che decidete di fare e quanto volete camminare. Una delle passeggiate più belle in assoluto allo ZION al The Subway bisogna mettere in conto di bagnarsi i piedi... ma sono casi abbastanza isolati.

    Anche se il cambio non è più conveniente come una volta, puoi tranquillamente farti un salto in un outlet e acquistarle in america: farai ottimi affari pagando davvero poco. Tra l'altro a LV ci sono degli outlet davvero belli ed essendo il Nevada uno stato con Tasse basse, puoi fare ottimi acquisti.
    Luca
  4. pix
    , 21/3/2016 12:27
    @Gianluca. Ciao Gianluca ho prenotato tutto l'itinerario di 14 giorni ad anello da Las Vegas. Ora ti faccio una domanda stupida...ma vanno bene le scarpe da ginnastica nei parchi o dobbiamo comprarci delle scarpe da tracking "estive"?Le mie sono invernali e pesantissime, non credo siano adatte...
  5. Giavaluca
    , 21/3/2016 10:41
    Per Pagio e MEnghost...
    il cambio automatico con il cruise control sono le due cose più belle degli USA :)
    E' una questione di farci la mano (o meglio il piede), poi è troppo meglio!
    Fidatevi.

    PS
    Il cambio come il nostro in USA è davvero difficile da trovare, oltre che nettamente più scomodo per le distanze da percorrere
  6. Giavaluca
    , 21/3/2016 10:39
    CIao Pagio,
    mi sembra perfetto. Viaggio spettacolare.
    Se proprio ti devo indicare qualche cosa ricordati che nel giorno 8-9 prima incontri Canyonlands e poi l'Arces. Fare il contrario significa arrivare a Moab, tornare indietro e poi ripassare da Moab per andare verso la Monument Valley. Fai tanti KM in più per nulla. Valuta se con gli orari puoi fare l'opposto. Fai assolutamente la passaggiata verso il Delicate Arch... è un pochino dura ma merita tutta la vita.

    Se ti capita tra Moab e la Monument Valley trovi il carinissimo Natural Bridges National Monument, un parco molto mistico e dedicato alle Usanze indiane. A me, pur essendo molto piccolo, è piaciuto molto. Visto che è sulla strada (con una piccola deviazione) lo visiterei. Sopravvivi anche se non ci vai... quindi è solo un suggerimento. :)

    PEr risparmiare ti suggerisco la carta dei parchi: costa 80$ e ti da libero accesso per 12 mesi a tutti i parchi (quindi se torni o conosici qualcuno che ci andrà puoi riutilizzarla). A conti fatti, se fai almeno 4 parchi, conviene assolutamente. Ti da accesso oltre ai parchi anche ai monumenti nazionali.
    Valutalo, ma se la devi fare, fallo subito (ricorda che la Monument Valley non è parco nazionale ma riserva indiana, quindi qui comunque devi pagare).
    ...dunque buon viaggio!!!!
    E facci sapere
  7. Giavaluca
    , 21/3/2016 10:27
    Ciao MEnghost,
    non ho mai fatto la patente internazionale, perchè negli USA normalmente non la chiedono. Una volta che ti accettano, poi eventualmente alla polizia esibisci i documenti che ti hanno rilasciato al momento del noleggio.
    Detto questo, se vuoi essere ligio al dovere, fai la patente internazionale (tranquillamente anche dopo aver prenotato), o eventualmente una volta che avrai avuto la conferma del mezzo ti arriva una mail con i recapiti. Scrivi a chi ti noleggia per sicurezza se la richiedono o no.
    Loro stessi ti diranno che non serve...

    In ogni caso, per essere precisi...andrebbe fatta.
    Luca

    PS
    Sto valutando di tornare a Denver pure io :)
  8. Pagio
    , 21/3/2016 10:05
    Cioa Menghost, al momento del noleggio non ti viene chiesta la patente, la dovrai esibire all'atto del ritiro. Per quanto riguarda il noleggio di auto col cambio manuale la vedo durissima, l'avrei voluta prendere pure io, ho sondato una decina di compagnie di noleggio ma nessuna ne aveva a disposizione.
  9. Menghost
    , 20/3/2016 22:10
    Ciao Luca, è fatta, finalmente, ho i biglietti, era ora, arrivo a Denver il 3 agosto alle 5 e mezza di pomeriggio e riparto il 21 alle otto di sera. Sto ultimando il percorso che vorrei fare e poi vorrei chiederti cortesemente un tuo parere, ma al momento mi preme chiederti una cosa che riguarda il passo successivo all'acquisto dei biglietti aerei, il noleggio auto. Posso noleggiare l'auto anche senza aver fatto la patente internazionale, che credo mi servirà in qualche stato, o posso farla anche successivamente al noleggio dell'automobile? Cioè all'atto del noleggio mi verrà chiesta? Qualche consiglio sull'auto o va bene qualsiasi? Noi siamo in due, sicuramente non la prenderò con il cambio automatico, l'ultima volta l'ho parcheggiata contro un muro...:)

    Grazie Luca, buona serata.
  10. Pagio
    , 18/3/2016 19:09
    Ciao Gianluca, torniamo a scriverti dopo un pò di tempo... la data della partenza si avvicina, ormai manca poco più di un mese, abbiamo affinato il nostro tour, tagliando qualcosa da spostamenti troppo lunghi, e alla fine abbiamo deciso di prenotare da qui anche gli hotel, per non doverci "sbattere" e perdere magari del tempo nella ricerca giorno dopo giorno...
    Giorno 1 - Cagliari/Zurigo/Monaco/San Francisco (uno sbattimento, ma era conveniente come prezzi e come tempi di partenza,scali ed arrivo, partendo da Cagliari e avendo le date fisse abbiamo dovuto optare per i due scali, sperando di non perdere gli zainoni per strada...)
    Giorno 2 - San Francisco (abbiamo seguito il tuo consiglio e prenotato Alcatraz per il "night tour")
    Giorno 3 - Mattinata San Francisco, pomeriggio ritiro auto e partenza per Monterey (inizialmente volevamo arrivare fino a Morro Bay, ma sarebbe stato uno spostamento lungo e fatto troppo di corsa e abbiamo rinunciato)
    Giorno 4 - Monterey - Sequoia (entriamo da Grant Grove e usciamo da Three Rivers) pernottamento a Bakersfield
    Giorno 5 - Bakersfield - Death Valley, pernottamento a Las Vegas
    Giorno 6 - Las Vegas - Zion, pernottamento a Kanab
    Giorno 7 - Kanab - Bryce Canyon, pernottamento a Torrey
    Giorno 8 - Torrey - Capitol Reef - Arches (per il tramonto) e pernottamento a Moab
    Giorno 9 - Canyonlands, poi trasferimento verso la Monument Valley e pernottamento al The View
    Giorno 10 - Monument Valley - Page (visita all'Antelope, e Horseshoe Bend per il tramonto)
    Giorno 11 - Page - Grand Canyon, pernotteremo ad Ash Fork
    Giorno 12 - Las Vegas (se riusciamo a fare un pò di shopping tanto meglio)
    Giorno 13... il triste rientro...

    I giorni 4 e 5 sono un pò tirati, forse, ma ce la dovremmo fare :-)
  11. Giavaluca
    , 18/3/2016 09:26
    Ciao Paolo,
    secondo me la risposta corretta è comunque quella di stefano. La criminalità c'e' un po' ovunque e soprattutto nella grandi città il rischio si alza parecchio. SF è la città degli Homeless per eccellenza, alcuni addirittura si inventano lavori come travestirsi da cespuglio e far spaventare i turisti (ormai è diventanto un mito in città).
    Non conosco così bene SF ma ho vissuto a NY in zona Coney ISland nel Sea Gates, dove c'era una sorta di dogana per entrare nel mio quartiere e se non dimostravi di abitare all'interno, non ti facevano entrare. Non ho mai comunque avuto problemi.
    Presterei la stessa attenzione che usi sempre e non ci penserei molto.
    Luca
  12. pabarto
    , 17/3/2016 23:51
    Grazie Steve ma più che ai senza tetto ho letto di una zona con un alto tasso di criminalità.Comunque al limite mi tengo un pò più verso Union Square


    Grazie ancora ciao
    Paolo
  13. steve63
    , 17/3/2016 14:10
    @pabartoCiao Paolo, in attesa che ti risponda Luca, posso riportarti la mia esperienza personale. Anche io avevo il deposito della compagnia di noleggio in O'Farrel Street, probabilmente sarà lo stesso. L'alloggio non si trovava lontano da lì, tanto che mi ricordo che andai a piedi a ritirare la macchina. Soggiornavo in un hotel nella settima strada, a due passi da Market Street. Dato che nel 2010 viaggiavo anche con mio figlio, che allora aveva 12 anni, anche io avevo avuto le tue stesse perplessità prima di decidermi sul da farsi. In realtà la zona è frequentata da homeless (se intendi questo), parlo soprattutto dell'area a sud di Market Street, però devo dirti che durante la mia permanenza nessuno mi ha provocato dei disagi (tiravo dritto per la mia strada). Per qualsiasi chiarimento contattami pure.


    Stefano


    www.inviaggioconricky.it
  14. pabarto
    , 17/3/2016 13:32
    Ciao Gianluca
    Avrei una domanda in merito a San Francisco, al mio arrivo lascerò l'auto a noleggio al 340 di O'Farrel street. Per facilitarmi la vita vorrei trovare un Hotel nei paraggi visto anche che la zona non è tra le più costose. Ho letto però che trattasi di zona non molto raccomandabile, puoi confermarmelo o posso andare tranquillo?


    Grazie mille


    Paolo
  15. coccaraccia
    , 16/3/2016 09:43
    Grazie mille Luca
  16. Giavaluca
    , 16/3/2016 09:32
    Ciao COccia,
    non ho mai preso un camper in vita mia quindi non so se posso essere la persona giusta per aiutarti. Circa un paio di anni fa avevo aiutato una persona proprio in questo blog che aveva preso il Camper e ricordo non fosse stata una scelta felice.
    Tra le cose principlai ricordati che a fronte della comodità per dormire, poi diventa difficile muoversi. Banalmente nei parchi ci dormi, ma poi devi comunque spostarti e farlo con il camper non è il massimo. Non parliamo poi delle città dove girare con un mezzo del genere è improponibile.
    Se ci farai caso, tutti i camper in Usa trainano poi una macchina che utilizzano poi per i piccoli spostamenti.

    Gli Usa hanno la fortuna di poter essere anche un paese estremamente economico, basta non prenotare dall'Italia :) Una soluzione molto carina se siete in 4 sono i CABIN TENDS praticamente presenti in tutti i parchi: ti permettono di vivere un'esperienza unica a metà tra il campeggio e il motel.

    Il mio suggerimento è di portarsi un tablet e cercare poi di giorno in giorno dove dormire da hotels.com che a differenza di booking ti offre il dettaglio della camera: banalmente in 4 potete prendere una doppia con i letti king size oppure le offerte del giorno che sono sempre molto vantaggiose.

    Luca