Florida on the road

Fly and Drive in Florida: 10 giorni nello stato del sole, in una fantastica esperienza di sole, mare, persone

Diario letto 34126 volte

  • di LiquidSnake86
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

INTRODUZIONE

Innamorati degli Stati Uniti, io e mia moglie decidiamo di tenere d'occhio i voli da Malpensa verso gli USA, senza una particolare destinazione in mente, consci dell'ottima collocazione di Pasqua, 25 aprile e 1° maggio di quest'anno (2014).

A novembre, trovo quello che cercavamo: 550€ a testa, diretto Malpensa - Miami, British Airways (gestito da American Airlines), partenza il 24 aprile e ritorno il 4 maggio (atterrando il 5 in terra italiana).

Non ci penso 2 volte, si volerà verso la Florida!

Decidiamo che il viaggio sarebbe stato un fly&drive, 10 giorni a zonzo per lo stato del sole.

Con l'acquisto del biglietto aereo mi propongono anche il noleggio auto, per risparmiare un po': 300€ per 10 giorni, per un'auto di categoria piccola.

Mi pare una buona offerta, acquisto il voucher per il noleggio con Avis.

TOTALE VIAGGIO, AEREO + AUTO: 1400€ in coppia.

Viene quindi il momento di organizzare i 10 giorni, considerando come unico vincolo l'andata e ritorno da Miami: il giro sarà quindi un loop "circolare".

DOCUMENTI/ALTRE COSE UTILI

Prepariamo nei mesi precedenti i documenti necessari (e quelli facoltativi!) per il viaggio USA:

- modulo ESTA, costa 14$ ed è necessario per entrare negli USA

- assicurazione viaggio: ho preso la Columbus, circa 117€, consigliata a chiunque, per coprire eventuali spese mediche (che negli USA sono molto care), e pure lo smarrimento del bagaglio. Questa assicurazione ha una piccola franchigia, e copre le spese anticipando i soldi per voi: è uno dei motivi per cui ho deciso di scegliere questa assicurazione.

- passaporti in ordine

- patente: va bene quella italiana, in corso di validità, me l’hanno accettata in sede di noleggio auto, e non mi è mai stata chiesta alcuna patente internazionale.

Mi sono procurato prima del viaggio:

- una app-navigatore offline per il telefono (NavFree), con le mappe della Florida installate da casa, utilissimo per risparmiare il noleggio con l’auto

- un caricabatterie da auto per il telefono trasformato in navigatore (le prese nelle auto sono standard)

- un adattatore usb con la presa di corrente USA (due poli piatti), per caricare i telefoni

Un altro paio di informazioni utili:

- la mancia è praticamente obbligatoria al ristorante, varia dal 15 al 20%, e solitamente la troverete già calcolata nello scontrino: ricordate che i camerieri ci vivono con le mance!

- se bevete le sodas (bibite analcoliche), vi vedrete portare via il bicchiere vuoto ed esser cambiato con uno pieno: non trasalite (come ha fatto mia moglie) il refill è gratuito!

- le autostrade sono comode, larghe e gli automobilisti occupano la loro corsia senza troppi patemi (in ogni caso verrete superati sia a destra che a sinistra, in quanto l’importante è mantenere la propria corsia). Solo alcuni tratti di queste strade sono a pagamento, e saranno ben segnalate: con l’auto a noleggio, avevamo a disposizione il Florida Sun Pass, che permette di rimanere sempre nelle corsie a pagamento automatico, che si basa su questo transponder (una specie di telepass) collegato alla targa dell’auto. In sede di noleggio vi chiederanno la carta di credito, e lì vi verranno addebitati i pedaggi (robe di pochi dollari per 10 giorni). Inoltre, per promuovere l’uso di questi “telepass” e la loro comodità (i “caselli” sono fatti come i tutor, fotografano la targa e addebitano il costo, senza rallentare), l’autostrada costa meno per chi li usa! Magari lo facessero anche qui in Italia!

IL GIRO

Il giro che abbiamo fatto alla fine è stato:

- 24 aprile: arrivo a Miami

- 24-25-26: 3 notti a Miami Beach

- 27-28: Key West

- 29: Everglades+Naples

- 30: Sarasota

- 1 maggio: Titusville (Kennedy Space Centre)

- 2: West Palm Beach

- 3: Fort Lauderdale

- 4: ritorno da Miami

Vi descriverò brevemente quello che abbiamo fatto/visto, gli alloggi e i posti nelle varie tappe del viaggio, anche indicando quello che, col senno di poi, avremmo potuto cambiare/evitare/restare di più!

IL VIAGGIO

Partenza il 24 aprile alle 11.30 da Malpensa, atterriamo a Miami alle 16.30 circa: formalità all’ingresso, un paio di domande sul perché siamo negli USA, recuperiamo i bagagli e via verso i noleggi auto

  • 34126 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Agata Serio
    , 20/8/2014 10:15
    Complimenti sei un ottimo narratore!
  2. massitanz
    , 20/7/2014 16:36
    Grazie mille per le info!!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social