Southern States 2009

Tre settimane nel Sud degli Stati Uniti, sulle note del country, del blues e del jazz -

Diario letto 6012 volte

  • di Camelot
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Il nostro viaggio negli Stati del Sud nasce sicuramente dal nostro “Mal d’America”, che da dieci anni porta mio marito e me a prendere una aereo per gli States in media ogni 18 mesi, e da una mia infatuazione per il Sud degli Stati Uniti, che gia’ nel 2004 ci aveva portato, fra l’altro in Georgia e nelle Caroline

Siamo arrivati e ripartiti da Miami per motivi di praticita’ e di economia; partendo da Catania preferiamo volare Alitalia, che ha un volo diretto Roma / Miami, su cui spesso pratica sconti (quest’anno abbiamo pagato 408 euro a persona).

Abbiamo passato i primi 10 giorni in Florida, stato che gia’ conoscevamo e di cui eravamo (e siamo) innamorati. Abbiamo rivisto qualcosa che ci era piaciuto nel 2005, e approfittato per vedere posti e destinazioni nuove. L’idea era anche quella di fare qualche giorno di sole e mare, ma la nuvoletta di Fantozzi che mi perseguita ha colpito ancora (io ho al mio attivo quattro giorni di pioggia nello Yucatan, una settimana di freddo a giugno in Salento, una media di 10 gradi in Normandia a Luglio…la prossima vacanza la faccio in Darfur, cosi’ risolvo una tragedia umanitaria!).

Arriviamo a Miami in perfetto orario il 7 novembre 2009, e dopo le formalita’ di immigrazione e doganali (questa volta velocissime) e la consegna della macchina noleggiata, ci dirigiamo a Fort Lauderdale, dove abbiamo fatto base per la prima settimana. In effetti la scelta è stata motivata dal fatto che abbiamo utilizzato una settimana di scambio della nostra multiproprieta’ Marriott nel fantastico BeachPlace Towers, un condominio di lusso sul lungomare di Fort Lauderdale. Avevamo un lussuosissimo appartamento (chissà perche’ loro lo chiamano “villa”) con terrazza con vista sui canali, camera da letto hollywoodiana con vasca idromassaggio e cucina ipertecnologica, in una struttura con piscina con vista panoramica, palestra dietro una vetrata sull’oceano, ma comunque collegata alla spiaggia da un passaggio pedonale sopraelevato sul lungomare. Fort Lauderdale è una localita’ graziosissima, ovviamente destinata ai pensionati e ai vacanzieri, con un lungomare pieno di negozi e ristoranti e una bellissima spiaggia bordata di palme. Peccato che quando siamo arrivati c’era una specie di uragano, con vento fortissimo che è durato per sei giorni….ovviamente fino alla mattina della partenza, quando il tempo è diventato estivo!

Da Fort Lauderdale abbiamo fatto escursioni ogni giorno, visitando le localita’ della costa Est. Hollywood, Deerfield, Palm Beach, Boca Raton, Pompano….siamo anche tornati sulla costa Ovest, nella graziosissima Naples con il suo Pier, a Sanibel Island per le conchiglie e a Fort Myers, a vedere le ville di Edison e di Ford. Non poteva mancare Miami e una puntata agli Outlet di Sawgrass Mills. Alternavamo momenti di relax (soprattutto i primi giorni) con uscite piu’ o meno lunghe; abbiamo cercato di variare la qualita’ del cibo, e abbiamo alternato i pasti a “casa” ai ristoranti delle varie catene: Red Lobster, Longhorn, Bubba Gump. A Hollywood abbiamo mangiato dal famoso Billy’s Crab (famoso probabilmente anche per il conto!) mentre a Miami in una steak house argentina , “The Knife”, che gia’ conoscevamo a Coconut Groove. Devo dire che mangiare nel nostro appartamento una volta al giorno in maniera piu’ leggera o facendoci un piatto di pasta (nei supermercati si trova davvero tutto, dalla pasta Barilla alla salsa Mutti) è stato molto piacevole!

Il 14 novembre ci siamo spostati sulla costa Ovest, diretti a Clearwater – St. Petersburg, dove avevamo prenotato un monolocale in residence . Non era un granche’, ma anche qui abbiamo utilizzato dei punti Marriott, e il fatto di non pagare ci ha fatto superare tutti i difetti! Anche qui abbiamo alternato pasti cucinati da noi a pranzi e cene fuori

  • 6012 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social