Tallin, Helsinki e la regione dei laghi

Pensavo ad un on the road in Finlandia già da due anni, dopo essermi innamorata di Helsinki, visitata nel febbraio 2017, con il mio compagno, anche lui amante del nord Europa...

Diario letto 332 volte

  • di LaJesss90
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Pensavo ad un on the road in Finlandia già da due anni, dopo essermi innamorata di Helsinki, visitata nel febbraio 2017, con il mio compagno, anche lui amante del nord Europa. E così due anni dopo progettiamo il viaggio, decidendo di cambiare il punto di partenza, inserendo infatti la graziosa Tallin, e decidendo di fermarci all'altezza della regione dei laghi, e lasciare la Lapponia per un'altra occasione. E così abbiamo passato 9 giorni in una terra bellissima, ma ahimè carissima, tutto organizzato in modalità fai da te, e scegliendo un periodo poco turistico, ossia ottobre, senza le lunghissime giornate estive, senza la neve invernale, ma con colori autunnali da togliere il fiato.

12/10/2019 Spinti inizialmente dal fatto che non ci siano voli economici per la Finlandia, io ed Andrea, decidiamo di affidarci ad un low cost di Ryanair da Bergamo per Tallin, e di dedicare un giorno a questa piccola perla estone. Arriviamo nella capitale estone alle 22 sotto una pioggia battente, il che ci fa subito optare per un taxi che ci porti nel nostro hotel, Olevi Residenst, situato subito ai piedi della città medioevale, prenotato su booking alla cifra di 85euro per due notti con colazione; non ci aspettavamo molto e di fatti, non valeva un euro di più. Cena veloce in un Irish Pub a base di fish and chips, e poi subito a letto.

13/10 Dopo una pessima colazione in hotel, usciamo entusiasti alla volta del centro città; dopo aver passato una ventina di minuti bloccati sotto un portico a causa di un violentissimo scroscio d'acqua, finalmente il tempo ci grazia e riusciamo a visitare per bene la cittadina. E' stata come me la immaginavo, piccola, graziosa, con le mura e i ciotolati antichi, una piazza anch'essa molto caratteristica ed ogni tanto qualche personaggio vestito in costumi d'epoca che cercava di attirarti nel solito ristorante turistico. A metà pomeriggio, dopo aver visto la parte antica, siamo scesi verso una zona moderna e dinamica, piena di negozi e di locali alla moda. La sera abbiamo cenato in un ristorante abbastanza vicino all'albergo, di cui non ricordo il nome, che ci ha servito un piatto tipico a base di ogni tipo di insaccato: decisamente bocciato.

14/10 Sveglia all'alba, visto che avevamo prenotato il traghetto per Helsinki alle 6 del mattino; due ore e quindici di traversata al costo di una trentina di euro in due. Già sulla nave, i prezzi iniziano a lievitare rispetto all'Estonia, e difatti la colazione composta da due caffè e due brioches, sfiora i 13 euro. Alle 8.30 siamo al porto di Helsinki e neanche a dirlo piove; prendiamo il tram e poi un bus per arrivare in aeroporto, dove avevamo noleggiato la macchina con un fornitore locale, mi pare Finn car; il ragazzo che ci consegna la nostra Clio station tra l'altro è un albanese ma che parla italiano, e ci ricorda fortemente di rispettare i limiti di velocità. A questo punto la nostra destinazione è la cittadina di Poorvo, a circa 40minuti dalla capitale. Nonostante la pioggerella che non cede, le casette rosse sul fiume sono davvero caratteristiche, così come l'antico municipio, le botteghe, i cafè e la stazione. Per ripararci dal freddo ci gustiamo un the caldo con un dolce alla cannella, che ritroveremo sempre in ogni bar finlandese e che io ho letteralmente adorato. Nel pomeriggio torniamo ad Helsinki dove abbiamo un appartamento per due notti fuori dal centro; per risparmiare spesa alla Lidl e cenetta in casa.

15/10 Finalmente primo giorno di sole e così come da programma iniziale, ci dirigiamo al Nuuksio National Park, un parco nazionale a meno di 50 minuti dal centro

  • 332 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social