Fès e la sua medina

Breve viaggio in Marocco per visitare una della città imperiali

Diario letto 6218 volte

  • di Skippy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Non ci sono molti diari di viaggio di Fès, quindi cercherò di raccontarvi la nostra esperienza in questa dura ma fantastica città. Fès è visitabile esclusivamente con il passaporto, all’arrivo in aeroporto abbiamo fatto un po’ di fila per il loro controllo, ma fanno bene, ci sentiamo più sicuri. Appena entrati, dopo il controllo, all’uffico cambi abbiamo convertito 250,00 euro (circa 2500 Dirham) che ci sono bastati per la nostra permanenza di tre giorni. Usciti dall’aeroporto c’è un parcheggio con i mezzi per raggiungere la città, il bus non lo consiglio, noi abbiamo scelto il taxi perché è più veloce e poi costano veramente una sciocchezza 120 Dirham (12 euro) circa mezz’ora per arrivare fino alla medina di Fès. Ci siamo accordati con altri italiani, siamo saliti in 7 nel taxi (con il vecchio Mercedes bianco è consentito) e abbiamo speso 50 Dirham in due. Con il taxista accordatevi sempre prima di partire altrimenti rischiate di essere fregati! Quando arrivate alla medina non affidatevi assolutamente al primo che vi vuole aiutare, questi sono finte guide che poi pretendono di essere pagate profumatamente. Scesi dal vecchio Mercedes servitevi subito dei taxi di colore rosso, assicuratevi che usino il tassametro e fatevi portare al vostro albergo o riad a costi veramente ridicoli. Se avete qualsiasi problema chiamate il vostro albergo e loro penseranno ad aiutarvi.

Appena arrivati al nostro Riad, ci hanno accolto con pasticcini e un buon bicchiere di te caldo alla menta, subito abbiamo chiesto una guida ufficiale parlante italiano, che dopo circa mezz’ora è arrivata a prenderci. Con lui abbiamo trascorso 3 ore a piedi all’interno della medina al costo di 250 Dirmam (25 euro) facendoci visitare tutte le cose più importanti della città vecchia. Sicuramente vi porterà anche in alcuni negozi di sua conoscenza, ma non avrete assolutamente l’obbligo di acquistare. Tutto questo è utile perché riuscirete a capire come funziona e perché poi potete tornare da soli e con calma, visto che il tour è abbastanza veloce. Le moschee, le porte d’ingresso alla città, il Souk con i negozi di alimentari, le zone degli artigiani, la zona della conceria e gli infiniti viottoli della città, vi faranno entrare in un mondo a noi sconosciuto che è rimasto ad almeno 300 anni fa.

Lascia a desiderare la pulizia di questo posto, gli alimenti vengono toccati con le mani nude e gli stessi sono assediati da mosche e api. L’unica cosa che abbiamo potuto mangiare tra i negozi, sono state le olive con il pane e la frutta, il resto, come il cous cous e il Tagine, l’abbiamo mangiato la sera nel nostro Riad.

Sono moltissimi anche i gatti che sono adorati dagli abitanti perché sconfiggono i topi, gli danno da mangiare e sono di tutti.

Ci sono molti ristorantini e bar sparsi in giro, ma noi non abbiamo avuto il coraggio di entrarci, tranne che per prendere un caffè o acquistare da bere.

La medina è visitabile solo di giorno perché di notte, dopo le 9, non è consigliabile uscire: primo perché non è molto sicura, secondo perché non c’è l’illuminazione pubblica quindi è rischioso perdersi e rimanere fuori tutta la notte. Nella città vecchia vi abitano 500.000 persone quindi è enorme, tutti camminano veloci, sembra che hanno sempre fretta. Ci saranno sempre quelli che vi vogliono portare a vedere la conceria o vogliono portarvi sulle terrazze panoramiche, mi raccomando non andateci perché vi chiederanno soldi e se poi non volete darglieli si arrabbiano e sono problemi. Ci saranno anche quelli che vogliono farvi da guida o se gli chiedete un’informazione turistica vogliono portavi di persona, non fatelo mai. Queste persone non sono autorizzate e sono contro la legge. All’interno della medina c’è molta polizia in borghese e se qualcuno vi infastidisce è facile che vengano fermati e arrestati, come è successo a noi. A Fès il turista è sacro!

Un mio consiglio: quando passeggiate tra i negozi non andate di fretta, soffermatevi su ogni particolare, scoprirete delle cose incredibili e mai viste, vi divertirete un mondo e capirete anche quanto stiamo bene in Italia. Le persone sono molto socievoli, chiedete consigli o indicazioni ai proprietari dei negozi, questi saranno felici di aiutarvi sperando che acquisterete qualcosa. Trattare, ma non troppo, i prezzi dei prodotti riuscirete sempre a spuntare un 20-30% in meno

  • 6218 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Niky Pinna
    , 6/11/2015 11:48
    Fes ha qualcosa di magico!
    Ci sono stata ben due volte e non mi stancherei di tornarci nuovamente. La gente, i profumi, i colori rendono uno scenario indimenticabile. La cordialità e l'ospitalità sono come li hai descritti: sono unici!

    Niky di http://in-marocco.it

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social