Una città per il weekend: Ferrara

Per scoprire le sue "17 perle" e fare una pedalata sulle mura

A cura della nostra guida per caso di Ferrara di Nicole

La città è imperdibile per

Il Castello Estense: Simbolo indiscusso della città, sorge imponente nel centro storico ferrarese: è uno dei rari esempi di castelli con fossato adacquato visibile ai nostri giorni in Italia. La sua costruzione inizia nel 1385, ed oggi si presenta color mattone con quattro grandi torri ai lati. La visita inizia attraversando i ponti levatoi e, una volta all’interno del castello, si possono visitare le prigioni e le grandi sale affrescate utilizzate per i giochi e il diletto di Corte. Particolarmente suggestivo è vederlo la notte di Capodanno, quando diventa teatro di un affascinante spettacolo pirotecnico.

Una passeggiata per Corso Ercole I d'Este: Considerato uno dei viali più belli d'Europa, conserva la sua anima autentica poiché privo di negozi e attività commerciali. Passeggiando per questo Corso, a piedi o in bicicletta, potrete ammirare la bellezza dei palazzi che scorrono ai vostri occhi uno dopo l’altro. Partendo dal Castello Estense (lato Viale Cavour) e proseguendo lungo i suoi ciottoli, potrete decidere se fermarvi al maestoso Palazzo dei Diamanti oppure proseguire fino alle Mura.

La Cattedrale di San Giorgio Martire: I ferraresi la chiamano “Duomo” perché è il principale luogo di culto in città; costruita in marmo bianco, porta su di sé segni di tutte le epoche storiche che Ferrara ha attraversato nel corso dei secoli, sia sulla facciata che all’interno. Il suo campanile rinascimentale, opera di Leon Battista Alberti, è rimasto incompiuto. Se siete curiosi di vedere i progetti che si sono susseguiti nel tempo per completarlo, visitate il Museo della Cattedrale.

Promesse mantenute:

L’intero centro storico di Ferrara è, dal 1995, entrato a far parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, grazie alle testimonianze rinascimentali che sono giunte fino ai nostri giorni. Visitate tutti i suoi monumenti di questa epoca, che le hanno permesso di essere inserita nella prestigiosa lista, e rimarrete incantati dall’atmosfera che questa città può donare al visitatore.

Sorprese che non ti aspetteresti:

La Certosa Monumentale: Questo è un luogo senza tempo, ed entrando al suo interno si respira un’aria di pace e serenità. Nonostante sia un cimitero, non è affatto cupo: potrete ammirare una bellissima architettura fatta di portici e colonne e passeggiare in un curatissimo prato verde. Se siete stanchi del caos cittadino e avete voglia di tranquillità a pochi passi dal centro, questo è il posto che fa per voi.

La Rotonda Foschini: Questa rotonda è un piccolo cortile ovale da ammirare con il naso all’insù, che esprime tutto il suo fascino con il calare del sole. Parte integrante dell’architettura del Teatro Comunale, un tempo era stata progettata per il transito delle carrozze; oggi è chiusa al traffico e potete accedervi tramite i due ingressi posti sui lati del teatro stesso: Corso Giovecca e Corso Martiri della Libertà.

Luoghi comuni veri?

La città delle biciclette: Ferrara è la città italiana con il maggior numero di ciclisti, ben posizionata anche a livello europeo. Se arriverete in automobile, noterete che ad ogni accesso della città è posto il cartello “Ferrara, città delle biciclette”. Giungendo in centro storico, vi accorgerete che è davvero così: cicli di tutti i tipi che sfrecciano in ogni dove, facendo lo slalom tra i pedoni. Passeggiando per i vicoli medioevali, vige una sola regola: i ciclisti hanno sempre la precedenza

  • 14965 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social