Weekend di primavera a Ferrara

Tour nella città delle biciclette

Diario letto 7103 volte

  • di peterandmary
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Finalmente è primavera! Io e il mio fidanzato abbiamo un cofanetto regalo per un soggiorno culturale da utilizzare. Decidiamo di andare a Ferrara perché non lontanissimo da casa e perché attratti dalla definizione “Città delle biciclette”.

Arriviamo nel primo pomeriggio, lasciamo le nostre borse all'Hotel Ripagrande e cominciamo il giro della città.

Dal sito http://www.ferraraterraeacqua.it c'è la possibilità di scaricare gratuitamente il materiale informativo. Quindi con cartina alla mano ci avviamo verso il centro storico.

Ci colpisce immediatamente il castello estense, che ammiriamo e rimiriamo chiedendoci come faccia a essere tenuto ancora così bene dopo tutti questi anni. Passiamo piazza Savonarola e arriviamo alla piazza della cattedrale dove da una parte si trova il Palazzo municipale e dall'altra la cattedrale di Ferrara che merita una visita perché veramente molto bella.

Procediamo per via Mazzini, camminando liberamente per le vie di Ferrara.

Dopo avere camminato tanto é d'obbligo una sosta al parco! Procediamo per corso Ercole I d'Este, passiamo davanti al Palazzo dei diamanti, che ci colpisce per le sue facciate particolari, e arriviamo al parco Massari. Qui ci riposiamo prima di andare a cena. Ceniamo all'Osteria La Compagnia dove mangiamo bene ad un buon prezzo. Dopo cena, breve giretto in una Ferrara piena di gente per il sabato sera e poi rientriamo in albergo.

La domenica è il giorno della bicicletta! Noleggiamo due bici e partiamo con il nostro itinerario. Che bello girare in bici ! Subito pensiamo a quanto sarebbe bello potenziare l'uso della bicicletta in una grande città come Milano! Decidiamo di seguire il percorso delle mura. Partiamo da Porta degli Angeli fino a Piazza Travaglio. Il percorso è molto piacevole, troviamo numerosi altri ciclisti e gente che fa jogging. Durante la nostra 'biciclettata' un signore ci suggerisce di fare una deviazione per il monastero di Sant'Antonio in Polesine. Accettiamo subito il suggerimento. Purtroppo non possiamo entrare in chiesa perchè è già chiusa.

Dopo una pizza alla pizzeria i Sofisti, abbiamo ancora qualche ora prima della partenza. Riprendiamo la nostra bici e continuiamo il nostro mini tour di Ferrara.

Pedaliamo fino a piazza Ariostea, che per la forma ricorda vagamente Piazza del campo di Siena. Leggiamo infatti sulla guida che anche qui si svolge un palio nel mese di Maggio. Continuiamo per San Cristoforo alla Certosa e poi un momento davanti alla casa di Ludovico Ariosto. Prima di riconsegnare le biciclette e partire per casa, breve sosta relax di nuovo al parco Massari.

Ferrara ci è piaciuta moltissimo, abbiamo conosciuto una città che ci è sembrata vivibile , a misura d'uomo, attenta all'ambiente e al patrimonio storico.

  • 7103 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social