Favignana: nel blu dipinto di blu

Un’isola che nulla ha da invidiare ai Caraibi... con l'aggiunta della buona cucina italiana

Diario letto 32626 volte

  • di eos82
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Nel frattempo c'è scappata Favignana, una perla del Mediterraneo che in poco meno di 4 giorni abbiamo girato e rigirato in lungo e in largo.

VENERDì 15 LUGLIO - PRIMO GIORNO

Siamo partiti da Reggio Calabria verso le 6 del mattino e siamo arrivati al porto di Trapani alle 13. Sì, so che state pensando, se fossimo decollati da Milano con atterraggio all'aeroporto di Trapani ci avremmo messo metà del tempo, ma che possiamo fare? Perderci dei posti così belli solo perchè il sud Italia è il fanalino di coda dell'Europa? Lasciata la macchina al parcheggio a pagamento, una navetta ci porta al porto dove scopriamo che le 2 successive corse dell'aliscafo erano piene. Un pò delusi aspettiamo la nostra corsa delle 15,30 mangiando un panino. Mare abbastanza agitato, forza 4 o 5, prendo la xamamina per sicurezza che mi da un piacevole effetto soporifero e passo la mezzora di viaggio sonnecchiando. Arrivati sull'isola, troviamo abbastanza velocemente il nostro b&b, il vecchio cortile. https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g657290-d4891958-r394291472-L_antico_Cortile_Affitta_Camere-Favignana_Aegadian_Islands_Islands_of_Sicily_Sic.html. Avevamo paura di andare a finire in una di quelle casette un po' sfigatelle che affittano in questi luoghi di mare, dove per penuria di scelta e di posto non potevamo dire di no. Invece credo che nemmeno nelle grosse città siamo stati così fortunati. Sara e suo marito sono stati disponibilissimi e ci hanno fatto sentire come a casa nostra, ci hanno dato un sacco di consigli per dove mangiare, azzeccando sempre più di TRIP (mi dispiace ma l'opinione di chi è del posto è sempre più azzeccata di quella di 100 turisti) e su dove andare. Ci hanno dato dei buoni per la colazione per 2 bar diversi, entrambi vicinissimi e validi (BAR DEL CORSO E BAR AEGUSA). Ci riposiamo un pochino e usciamo per una prima esplorazione. Il paesello è piccolino, dal porto si arriva a piedi al cento in 5 minuti, dove si trova quasi tutto: ristoranti, pizzerie, locali per l'aperitivo, pasticcerie, bar, panifici, negozietti per souvenir e per abbigliamento mare. Tanta gente, tanti dialetti, accenti della Sicilia e dell'Italia in genere, tante lingue, un turismo molto eterogeneo che raramente vedo in Sicilia, tranne che a Taormina, mai in Calabria, purtroppo. L'atmosfera è rilassata e tranquilla.

Come prima cosa voglio provare il famigerato caffè al pistacchio al BAR DU MARINARU (1,80 euro) https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g657290-d4776604-r393230061-Bar_du_Marinaru-Favignana_Aegadian_Islands_Islands_of_Sicily_Sicily.html e poi subito aperitivo al MONIQUE BAR (7 euro). https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g657290-d3264769-r393327090-Monique_Bar-Favignana_Aegadian_Islands_Islands_of_Sicily_Sicily.html

Qui la musica è coinvolgente e riusciamo pian piano a smaltire lo stress del viaggio e dei tanti giorni di lavoro precedenti.

Da lì passiamo al ristorante LA BETTOLA, un nome una garanzia? No cavolo, abbiamo mangiato benissimo. Questa è la patria del tonno e del cous cous, e qui li abbiamo trovati entrambi e ci siamo leccati i baffi senza spendere una cifra (abbiamo diviso il cous cous e il tonno, 43 euro). Dopodichè il cannolicchio alla ricotta non ce lo toglie nessuno, quella sera lo prendemmo alla PASTICCERIA FC (1 euro). https://www.tripadvisor.it/ShowUserReviews-g657290-d2211662-r393228851-La_Pasticceria_FC-Favignana_Aegadian_Islands_Islands_of_Sicily_Sicily.html. Infine passeggia che ti passeggia, e giù e sù ci siamo resi conti che il paesino è piccolino e strapieno di turisti, molti ci hanno sconsigliato Agosto... e vorrei ben vedere! Se a metà luglio c'era sta confusione! Calcolate pure che non abbiamo trovato clima perfetto nei primi giorni, c'era vento e mare agitato, ergo molti turisti del fine settimana hanno rinunciato. La prossima volta abbiamo deciso che andremo a Giugno o a Settembre, prenotando magari il giovedì dopo aver visto le previsioni, in maniera da spendere meno, trovare meno confusione e goderci meglio l'isola

  • 32626 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social