Disneyland Paris ad Ottobre

In maniera "fai da te", all'Hotel Adagio Val d'Europe

Diario letto 8394 volte

  • di Ari6n
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

In vista del mio compleanno decido di regalarmi 3 giorni a Disneyland Paris, coinvolgendo ovviamente anche il mio fidanzato. C’ero già stata una volta da piccola, ma ho solo qualche vago ricordo… Prima di raccontarvi di questi 3 giorni magici, vi do qualche dritta e qualche informazione tecnica su come organizzare il viaggio in maniera “fai da te”, che probabilmente è anche la più economica (in assenza di offerte vantaggiose sul sito della Disney). Il nostro budget è molto limitato, quindi decidiamo di prenotare il tutto senza rivolgerci ad agenzie. Per prima cosa guardiamo sul sito del parco per farci un’idea dei prezzi…assolutamente troppo cari (in qualche periodo fanno delle belle offerte molto convenienti, altrimenti i prezzi sono un po’ proibitivi)! Cerco quindi qualche informazione in giro per il web e trovo il sito scoobit.com (che si rifà direttamente a booking.com, sito molto famoso), che ha una sezione dedicata appositamente agli Hotel nei pressi di Disneyland. I prezzi sono accessibili e vengono offerte diverse strutture. Decidiamo di prenotare all’Hotel Adagio Val d’Europe ***, perché ci sembra il migliore per il rapporto qualità/prezzo. La camera doppia per 2 notti costa 177 €, quindi circa 44 € a testa per notte. E’ un monolocale, con cucina attrezzata (frigorifero, microonde, lavastoviglie, tutte le stoviglie di cui avete bisogno, detersivi…ideale se volete farvi una pastasciutta alla sera, senza spendere soldi per mangiare fuori, noi ci siamo portati pasta, sale e qualche sugo pronto e qualcosa per fare colazione e varie merendine); il letto non è matrimoniale, ma c’è un divano letto singolo e il secondo letto lo si tira fuori da sotto il divano; il bagno è piccolo ma carino, ci sono tutti i tipi di asciugamani, saponi, vasca-doccia; c’è la tv; c’è il wi-fi gratuito in tutto l’hotel (ci si deve registrare ma è gratis). C’è una piscina esterna a disposizione degli ospiti, aperta nel periodo caldo. Inoltre nella hall c’è un’area attrezzata con diverse macchinette con snack, caffè, tè, bibite; a pagamento si può fare colazione in hotel. Per i trasferimenti Hotel/Parco c’è una navetta gratuita che ferma davanti all’hotel (se vi interessa sapere gli orari potete contattarmi), il percorso è di meno di 10 minuti. Il personale è molto cordiale, ci hanno fatto fare il check in appena siamo arrivati anche se l’orario non era quello giusto per i check in. Inoltre c’è il deposito bagagli gratuito. Se non trovate un buon prezzo per il periodo in cui volete andare (di sicuro lo troverete se prenotate con almeno 1 mese di anticipo, come abbiamo fatto noi) potete sempre vedere i prezzi degli altri hotel, ma state attenti, l’hotel deve essere collegato da navetta per raggiungere il parco e nonostante ciò che dice il sito non tutti hanno questo servizio. Inoltre prenotando on line i prezzi possono cambiare da un giorno con l’altro, in quanto ci sono solo tot camere a quella tariffa e una volta esaurite cambia tariffa (ovviamente aumenta, non di molto). Quando prenotate state attenti, perché ci sono due tipi di tariffe: quelle rimborsabili (paghi tutto all’arrivo in hotel e puoi disdire fino a 2 giorni prima e ti rimborsano tutto, ma di solito sono leggermente più care) e le tariffe “speciali” non rimborsabili (paghi tutto subito con la carta e se disdici perdi tutto, però sono molto convenienti, noi abbiamo optato per una di queste tariffe); di fianco al prezzo è specificato di quale tipo di tariffa si tratta. Per quanto riguarda la scelta del volo il procedimento è un po’ più complicato, noi siamo stati molto fortunati perché abbiamo trovato un volo a 88 € a/r a testa con Alitalia (Linate – Parigi Charles De Gaulle), ma non sempre si trovano tariffe così convenienti. In ogni caso ci sono molte altre compagnie che vanno a Parigi, si può guardare direttamente sul sito della compagnia, per esempio EasyJet, Lufthansa, Airfrance, Ryanair. Al massimo si può prenotare l’andata con una e il ritorno con un’altra. L’aeroporto principale è Charles De Gaulle, purtroppo Ryanair atterra solo a Beauvais, un po’ più scomodo come posizione. Per quanto riguarda il trasferimento aeroporto-hotel, noi abbiamo preso la rer, costa 29,70 € a/r, se arrivate a Charles De Gaulle dovete prendere prima la rer B (blu), cambiare alla fermata Chatelet Les Halles, e poi prendere la rer A (rossa) e scendere a Val d’Europe, e da qui raggiungere a piedi l’hotel, in tutto ci vuole 1 ora abbondante. Se no in alternativa c’è il servizio navetta della VEA direttamente dall’areoporto, ci impiega circa 45 minuti, costa sui 36 € a/r, ma non ferma all’Adagio, dovete controllare bene sul loro sito le varie fermate (magari ce n’è una vicina), di sicuro ferma al parco, però in determinati orari la navetta parco-hotel non è molto frequente o non c’è proprio, quindi rischiate di aspettare qualche ora (e andare a piedi dal parco all’hotel è parecchio lunga). Oppure potete prendere il TGV (il treno, prenotandolo dal sito, costa sui 15 € a tratta se trovi l’offerta, e il vantaggio è che ci impiega solo 10 minuti, ma ferma solo al parco, e quindi si ripresenta il problema navetta poco frequente). I biglietti di ingresso costituiscono la parte più cara, noi li abbiamo presi prima di partire al Disney Store più vicino a casa nostra, per evitare le code infinite alla biglietteria del parco, ma dovrebbero venderli anche in hotel. Ci sono diverse opzioni, per diversi giorni, in qualsiasi caso consiglio vivamente di fare quello per 2 parchi. Per informazioni sui prezzi consultate il sito del parco. Passiamo ora al racconto del nostro viaggio in questo mondo magico… Partenza da Milano Linate ore 6.55, volo Alitalia; il viaggio è molto breve, dura all’incirca 1 ora. Arrivati a Charles De Gaulle aspettiamo i bagagli e ci dirigiamo in seguito verso la rer (un passante ferroviario), acquistando prima il biglietto. Non riusciamo a capire bene dove prendere la rer, seguiamo le indicazioni e saliamo sul primo treno che troviamo…sembra andare bene! Invece ci attende una fantastica sorpresa…a un certo punto si ferma per un po’ e iniziano a salire persone con valigie…per scrupolo metto la testa fuori dal treno e mi accorgo che la fermata di destinazione è cambiata…il treno sarebbe ritornato in aeroporto! Al che ci precipitiamo giù e cerchiamo l’altro binario su cui passa il treno che dobbiamo prendere…dopo aver cercato di decifrare i tabelloni che indicano le direzioni e le fermate abbiamo trovato quello giusto (basta vedere le fermate illuminate sul tabellone, sono quelle che il treno farà), peccato dovere aspettare un po’ per la coincidenza. Per il resto il viaggio fila liscio e scendiamo alla nostra fermata Val d’Europe. Appena fuori dalla stazione veniamo accolti da un forte vento gelido…per fortuna l’hotel dista solo 5 minuti a piedi! Seguendo una cartina che avevo stampato a casa arriviamo in hotel e notiamo con piacere che è tutto addobbato da decorazioni di Halloween e personaggi Disney. Il personale si rivela subito molto cordiale e ci fa fare il check in nonostante siamo fuori orario. La camera non è molto grande, ma è pulita e ben tenuta, c’è tutto il necessario per passare 3 giorni in tutta tranquillità. L’hotel sorge in una zona molto tranquilla e anche molto bella, a chi interessasse nelle vicinanze c’è un grosso centro commerciale e outlet, inoltre passando a piedi abbiamo notato la presenza di diversi locali. Scopriamo purtroppo che per andare al parco dobbiamo aspettare la prima navetta che passa intorno alle 15.00 (c’è un “buco” nella “pausa pranzo”), essendo circa le 12.00 decidiamo di farci una pastasciutta in camera e di riposarci un po’ dal viaggio. Finalmente il momento è arrivato, prendiamo la navetta e ci dirigiamo verso il parco…durante il tragitto si vedono alcuni hotel Disney, tutti davvero molto carini. Arrivati al parcheggio veniamo subito accolti da una grande aria di festa e decidiamo di partire con la visita al Disneyland Park. Dopo qualche foto davanti al bellissimo ingresso, entriamo Per prima cosa decidiamo di prendere in Main Street USA il trenino che fa il giro del parco, secondo me è troppo lento, però almeno ci rendiamo conto di quanto sia grande il parco. Così iniziamo la nostra giornata, indecisi da dove iniziare, soprattutto per le lunghe code…decidiamo di recarci su Space Mountain Mission 2, attrazione che ho sempre voluto fare sin da piccola, ma avevo paura. Decisamente resta la mia attrazione preferita, nel buio tra pianeti illuminati e stelle… La giornata passa velocemente, purtroppo il tempo non è dei migliori e verso sera inizia a piovere…ma noi precediamo tutti buttandoci a mangiare al Last Chance Cafè, un piccolo snack bar a Frontierland, ideale per un pasto veloce ed abbastanza economico, spesa attorno a 8-9€ per un menù. Consiglio il menù con le costine, salsa barbecue e un mare di patatine fritte...delizioso! Dopo cena notiamo che il parco si svuota e con nostra fortuna chiude alle 22.00 (consiglio di andare in giorni in cui chiude alle 22.00, verso le 20.00 il parco si svuota e potrete salire sulle attrazioni senza fare code…così è successo a noi tutte le sere, magari dipende dal periodo, noi siamo andati in Ottobre)…abbiamo circa 2 ore per fare un mare di attrazioni senza coda! Così iniziamo a rimbalzare da un’attrazione all’altra facendo diversi giri…sembra quasi incredibile, visto che durante il giorno le code arrivavano anche a più di 60 minuti di attesa. Stanchissimi decidiamo di tornare in hotel…tanto il parco avrebbe chiuso da lì a poco; la navetta per l’Adagio si aspetta verso il fondo, è una delle ultime pensiline. Il giorno dopo ci si sveglia di buon ora, pronti per arrivare al parco appena apre…ed è la volta degli Studios! Anche questo parco è molto grande, ma si riesce a girare in giornata, tralasciando qualche attrazione per i più piccoli e non assistendo a tutti gli spettacoli (purtroppo ne abbiamo visti ben pochi di spettacoli…se avessimo avuto un giorno in più saremmo riusciti a vedere tutto con più calma). Consiglio lo spettacolo di stunt con auto e moto, davvero molto bravi! Le attrazioni sono fantastiche, soprattutto la Tower of Terror (è stata quella più “spaventosa”), il Rock’n’Roller Coaster (con sottofondo creato da brani degli Aerosmith, un viaggio tra luci colorate e psichedeliche), il Crush’s Coaster (non fatevi trarre in inganno dai simpatici pupazzetti del cartone animato di Nemo, in realtà sarete seduti su dei gusci di tartaruga che inizieranno a girare su se stessi all’impazzata, in ogni caso è davvero molto divertente) e RC Racer. Purtroppo questo parco chiude alle 19.00, e dopo essere usciti da lì ci dirigiamo nuovamente verso il Disneyland Park. Purtroppo arriva il terzo e ultimo giorno e, dopo aver lasciato i bagagli nel deposito gratuito dell’hotel, lo trascorriamo sempre al Disneyland Park, finendo di girarlo e rifacendo le attrazioni che ci sono piaciute di più. Il parco è davvero immenso e ci vogliono almeno 3 giorni per girarlo e riuscire a vedere tutto. Oltre alle numerose attrazioni ci sono anche molte aree tematiche da esplorare, soprattutto ad Adventureland, dove ci sono diversi percorsi tra grotte, cascate e ponti, e il famoso castello a Fantasyland! Inutile dire che le attrazioni sono una più bella dell’altra, da non perdere nel Disneyland Park sono di sicuro il Big Thunder Mountain, Space Mountain Mission 2, Star Tours (se come me siete dei fan di Star Wars…nei negozietti in quest’area ci sono un sacco di gadget della saga) , Phantom Manor (la casa degli “orrori”, davvero molto suggestiva) e molte altre! Nel parco troverete attrazioni di tutti i tipi, per grandi e piccini, ci sono molti roller coaster molto adrenalinici…tra i più belli su cui sono mai salita…è un parco adatto a qualsiasi età (noi siamo due ragazzi giovani e ci siamo totalmente immersi nell’atmosfera Disney…ma credo che succeda a chiunque entri in questo posto fantastico)! Una nota dolente è il cibo, purtroppo è tutto molto caro, anche al Disney Village (zona esterna al parco destinata a bar, ristoranti e fast food…troverete anche il famoso Starbucks), ma se cercate bene qualcosa di più economico lo trovate. Le bevande costano parecchio, noi ci siamo portati in valigia un confezione di bottigliette d’acqua e qualche bibita da casa. Prima di partire (e magari prima di prenotare) consiglio di guardare su internet quali attrazioni sono chiuse, di solito lo scrivono con largo anticipo, perché potrebbe capitare qualche giorno di manutenzionePer quanto riguarda il clima, noi siamo andati ad Ottobre e già faceva freddo, però la maggior parte delle attrazioni sono al chiuso…se ci si copre in maniera adeguata si gira bene in qualsiasi stagione. Purtroppo la nostra giornata giunge al termine, ci rechiamo in hotel, prendiamo i bagagli, riprendiamo la rer (questa volta non troviamo difficoltà durante il viaggio) e andiamo in aeroporto, a prendere il volo delle 20.40 di Alitalia.

Spero di essere stata utile!

Buon divertimento!

  • 8394 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social