. Mitico, grande Bravoclub di Marsa Alam

.. Ecco finalmente scendiamo all'aereoporto di Marsa Alam, l'aria è calda e ha un profumo particolare, diverso, il sole sta quasi tramontando colorando le dune di sabbia che ci circondano. In dieci minuti arriviamo al villaggio.. Bellissimo e completamente nuovo ...

Diario letto 138 volte

  • di Enrica Boni
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

.. Ecco finalmente scendiamo all'aereoporto di Marsa Alam, l'aria è calda e ha un profumo particolare, diverso, il sole sta quasi tramontando colorando le dune di sabbia che ci circondano. In dieci minuti arriviamo al villaggio.. Bellissimo e completamente nuovo dove ci danno il benvenuto i ragazzi dell'animazione vestiti da egizi..

Il giorno dopo al nostro risveglio che spettacolo.. La spiaggia che si estende su una piccola baia dove il mare si colora di varie sfumature tra l'azzurro e il blu.. Inizia così la nostra vacanza!! Il villaggio è perfetto, pulito e niente è fuori posto, il personale era formato da egiziani tutti molto disponibili e sorridenti.

Il clima è ottimo, senza la nostra opprimente umidità, costantemente ventilato, temperatura dell'acqua 29°.

Una cosa stupenda è che si poteva accedere al mare direttamente dalla spiaggia, dove a qualche metro dalla riva iniziava una spettacolare barriera corallina. Mai visto niente di più bello, sembrava di nuotare dentro un acquario, pesci e coralli di mille colori. Pensate che un corallo impiega dieci anni per crescere di soli dieci centimetri ed è triste pensare ai danni che procuriamo a questo mondo incontaminato, un mondo che bisognerebbe guardare con molto più rispetto.

La prima settimana ci siamo dedicati all'abbronzatura allo snorkeling e alle varie attività del villaggio. La seconda settimana ci hanno raggiunto i nostri ormai consueti compagni di viaggio, Angela e Simone, e con la complicità degli animatori gli abbiamo organizzato uno scherzo di benvenuto...Ora eravamo al completo.

Un ricordo bellissimo... In mare aperto circondati da un pezzo di barriera corallina a forma di ferro di cavallo, all'improvviso un suono.. Ed eccoli.. Stupendi e sinuosi.. I delfini che per veramente poco non siamo riusciti a toccare.. È stata un'emozione grande! L'unica cosa che ha disturbato è che qualcuno di noi ha avuto problemi di salute (oltre al classico ma lieve mal di pancia) congiuntivite, otite.. Ma devo dire che siamo stati assistiti benissimo sia dal medico del villaggio che da Laura, l'assistente del tour operator.

Merita anche la visita ad El Quesir soprattutto per rendersi conto di quale sia la realtà di tutti i giorni, quella che vivono gli abitanti del posto.

Un particolare ringraziamento a Biricchi, il capovillaggio, a Patrick, il capoanimatore con tutto lo staff di animazione, Walterino, Matteo, la Zia, Taco, Nicola, Roger, Mara e tutti gli altri che sarebbe troppo lungo elencare e che hanno contribuito a rendere la nostra vacanza indimenticabile, a Valentina che ci dava il buongiorno col suo risveglio muscolare, al personale della Reception che ha avuto pazienza ogni volta che mi sono chiusa fuori dalla camera, a tutto il personale in generale e a tutti gli egiziani che ci hanno fatto sentire a casa!! Ripensando alla nostra vacanza proviamo tanta nostalgia e tanta voglia di tornare...

  • 138 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social