1 settimana a Dubai

La nostra settimana a Dubai, nel periodo del primo lockdown in Italia

Diario letto 1161 volte

  • di cla4902
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 8
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Giorno 1: Marzo 2020, è appena scoppiata la pandemia Corona Virus in Italia ma ancora non hanno imposto nessuna restrizione a livello regionale/nazionale. Ansia fino al giorno della partenza perché il nostro volo rischiava di essere annullato. Aeroporto di Malpensa deserto, mai visto così... Fortunatamente riusciamo a prendere il volo, facendo scalo in Oman (con obbligo di verifica della temperatura corporea, autodichiarazione di assenza di sintomi Covid-19) e infine riusciamo ad arrivare a Dubai senza grossi intoppi.

Prendiamo una navetta privata che ci porta fino al nostro appartamento nella zona JBR (Jumeirah Beach Residence).

L'appartamento, prenotato con Airbnb, è fantastico e si trova al 17° piano del palazzone Rimal 1. Grande abbastanza per contenere due famiglie (8 persone in tutto) e dotato di tutti i comfort. Nei dintorni è presente un negozio di alimentari, una farmacia e altri negozi, pochi minuti a piedi dalla spiaggia.

Dopo aver fatto la spesa e sistemato le valigie corriamo subito in spiaggia a goderci sole e mare. Ceniamo e andiamo a letto stanchi anche per via del viaggio e del jet leg.

Giorno 2: Passiamo la mattinata in spiaggia, dopo pranzo ci incamminiamo nel quartiere di Dubai Marina e passiamo il tardo pomeriggio nel centro commerciale Dubai Marina Mall. Torniamo a casa, ceniamo e andiamo a letto presto, domani ci attende la prima escursione.

Giorno 3: Questa mattina passa a prenderci il nostro driver che ci porterà ad Abu Dhabi per una gita di mezza giornata. Prima rapida tappa, sempre a Dubai è "Last Exit" ultima stazione di rifornimento prima di arrivare ad Abu Dhabi e parco pieno di foodtrucks davvero molto particolare, essendo mattina presto facciamo solo un paio di foto e poi partiamo verso la nostra destinazione. Arriviamo ad Abu Dhabi e il primo posto dove ci fermiamo è la bellissima moschea dello Sceicco Zayed. Uomini e donne devono fare due file separate. Alle donne viene fornita una tunica per coprirsi dalla testa ai piedi.

Si tratta di una moschea moderna, costruita tra il 1996 e il 2007, è la più grande del paese e durante le festività dell'Islam può ospitare più di 40.000 persone.

Dopo la moschea ci spostiamo verso l'Heritage Village, si tratta di una ricostruzione di un villaggio di Abu Dhabi nel passato.

Torniamo nel lusso e nella modernità visitando la hall di un hotel a 5 stelle: Emirates Palace, davvero tutto molto sfarzoso.

Scendendo la scalinata esterna dell'hotel si può godere della vista sulle iconiche Etihad Towers, location di Fast and Furios 7.

La nostra ultima tappa è il Ferrari World, si tratta dell'unico parco al mondo a tema Ferrari. Dovendo rientrare a Dubai non abbiamo il tempo di entrare nel parco e provare le attrazioni, per cui ci limitiamo a visitare gli interni e il Ferrari Shop, tutto molto costoso.

Rientriamo a Dubai che è già tardi, ci fermiamo in un fast food e torniamo a casa a dormire, domani ci aspetta un'altra bella escursione.

Giorno 4:

E' mattina presto, il nostro autista privato ci viene a prendere e iniziamo subito a visitare Dubai. Prima tappa: la famosissima Palma di Dubai. Scattiamo qualche foto davanti all'Atlantis (l'hotel più famoso della "palma"). Entriamo con la macchina nell'hotel 5 stelle Jumeirah Al Qasr, passiamo intorno alla fontana con i cavalli, scattiamo qualche foto e usciamo.

Prossima tappa: Burj Al Arab forse l'hotel più conosciuto di Dubai: "la vela" uno dei più lussuosi al mondo

  • 1161 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social