Partenza il 7/2/2020 · Ritorno il 14/2/2020
Viaggiatori: 2 · Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Una settimana a Dubai

di Gabry1962 - pubblicato il

Abbiamo prenotato a dicembre volo Emirates + Hotel Rove Downtown - pernottamento e colazione - con Expedia, risparmiando quasi 400,00. Costo totale per due 1600,00.- Abbiamo altresì prenotato sul sito Getyourguide (perché conveniva rispetto al sito delle attrazioni) il biglietto di entrata per due persone: il Burj Khalifa e l'acquario di Dubai, al costo di euro 111,00 anziché 123,00. Per la torre abbiamo scelto il ticket per il 124-125 piano, con orario mattutino. Ci sono molte altre possibilità, con prezzi diversi e più alti. Se uno è interessato a fare entrambe le attrazioni è molto conveniente fare il ticket assieme. Abbiamo poi deciso di fare il ticket per il bus turistico Big Bus di Dubai: abbiamo scelto il biglietto deluxe della durata di cinque giorni, al costo di 149,20 aed (per tutti e due), che oltre agli itinerari include varie attrazioni gratis. Lo abbiamo acquistato sul loro sito usufruendo di uno sconto del 25%. Questo bus percorre tre linee: rossa, verde e blu che percorrono tra Dubai e le varie attrazioni.

7 febbraio 2020

Partenza ed arrivo in orario. Volo Emirates un po' deludente, ci aspettavamo di più. Comunque arriviamo a Dubai, lì in aeroporto acquistiamo card telefonica turistica Du, al prezzo 75 aed, con durata di 14 giorni, 40 minuti di telefonate e 2 gb per navigare. Avevamo letto che non si poteva chiamare con whatsapp o skype, invece dal nostro hotel siamo riusciti tranquillamente a telefonare ad un fisso in Italia. Non serviva quindi la card. Preleviamo con il bancomat 100 euro, ne erogano 400 aed, con addebito 5,00 spese commissioni. Prendiamo quindi il taxi per raggiungere l'hotel, taxi con capotte rosa, guidato da una donna (siamo a Dubai), prezzo 60 aed (15 euro). Facciano il check-in, poi raggiungiamo l'enorme Dubai Mall, raggiungibile con 10 minuti di cammino. Mangiamo qualche stuzzichino nella zona food del centro commerciale, situata al 2 piano.

8 febbraio 2020

Il ticket per salire sul Burj Khalifa l'avevamo prenotato per le ore 10.00. Peccato che ad inizio mattinata c'era un po' di foschia. Il biglietto è caro, ma è un'esperienza che va fatta. Siamo saliti da soli in ascensore!!! In un minuto ha raggiunto il 124 piano, dal quale si gode un panorama di 360° di Dubai! Si può poi raggiungere il 125° piano con le scale. Al mattino verso 9.30-10.00 c'è poca gente ed il biglietto costa meno... Dopo questa esperienza rientriamo nel centro commerciale Dubai Mall, e ci rechiamo a vedere il Dubai Aquarium & Underwater Zoo. Anche se avevamo già il biglietto associato al Burj Khalifa, ci fanno comunque fare un'inutile coda per la cassa. Pazienza, siamo in vacanza.

Devo dire che è un enorme acquario, con tante specie di pesci, tra cui gli squali; si vede già molto dalle vetrate locate all'interno del Dubai Mall. L'interno è caratterizzato da un tunnel, che attraversi, mentre i pesci ti sovrastano... e poi al piano superiore c'è tutta una parte, molto scenografica, con tante specie di animali sia acquatici, che terrestri che volatili, tra cui due coccodrilli... Per gli amanti del genere, va visitato, anche se il costo del biglietto è un po' caro. Per pranzo ci rechiamo presso Eataly sempre all'interno del Mall dove mangiamo un ottimo piatto di pasta al tartufo. Prezzi da Dubai.

Proseguiamo la visita nel Dubai Mall andando a curiosare il Dubai Ice Rink, la pista di pattinaggio e il dinosauro Dino, lo scheletro in esposizione proveniente dagli U.S.A. risalente a 150 milioni di anni fa. Usciamo dal centro commerciale, e dopo varie foto di rito del Burj Khalifa e dello stesso centro commerciale con l'isoletta ed i laghetti, entrambi artificiali, e le fontane, arriviamo al Souk Al Bahar, che si trova a pochi passi. Un souk realizzato in stile arabo, molto meno appariscente del Dubai Mall, con meno gente, ma più caratteristico, con ristoranti e negozietti che vendono maggiormente souvenir. Bello l'interno, e l'esterno con l'adiacente ingresso dell'hotel Palace con palme, piscinette e fiori.

Rientro in Hotel per una pausa, poi ritorniamo al Dubai Mall con la navetta dell'hotel, e consumiamo un'ottima cena al ristorante Tribes Carnivore, posizionati di fronte alle Dubai Fountain, dove assistiamo allo spettacolo più volte. Consigliato per il mangiare e per la location. Rientriamo passeggiando lungo il lago, dove si nota il Dubai Opera, molto bello illuminato. Durante la giornata abbiamo effettuato un cambio di moneta al primo piano del Dubai Mall: 100 euro 377 aed, per poco conviene il prelievo presso gli sportelli bancari ATM.

9 febbraio 2020

Usufruiamo per la prima volta del ticket Big Bus che utilizziamo sino all'Emirates Mall. Da lì prendiamo un taxi che con 30 aed ci porta al Miracle Garden. Facciamo il biglietto (55 aed) ed entriamo in questo magnifico giardino di fiori e sculture a forma di personaggi Disney, animali. Milioni di aiuole con petunie colorate, laghetti, palme fiorite, ballerine che si muovono a suon di musica, un aereo a grandezza naturale ricoperto di fiori, e molto altro. E' bello vederlo con calma, senza fretta ed immortalare il più possibile. Noi ci siamo stati circa 3 ore. Da vedere assolutamente per chi si ferma più di 2 giorni, sembra un'oasi in mezzo al deserto. Riprendiamo il taxi (35 aed) ed il Big Bus per il rientro. Cena veloce nel food del Dubai Mall perché alle ore 19.45 parte il Big Bus per il tour notturno di Dubai della durata di più di due ore! Molto affascinante la Dubai di notte, sarebbe proprio da vedere...Il nostro ticket lo prevedeva. Il giro spazia dal centro all'hotel della Vela, alla Dubai Marina, all'Hotel Atlantis.

10 febbraio 2020

Big Bus sino all'emirates Mall. Qui cambiano il bus per arrivare alla nostra meta: Lost Chambers Aquarium, sito nel resort Atlantis. Usufruiamo dell'ingresso omaggio per via del tiket BigBus. Iniziamo la visita all'acquario che concludiamo nel giro di un'oretta. Bello anche questo, molto più scenografico e particolare rispetto a quello del Dubai Mall. Anche qui migliaia di specie diverse, con enormi vasche, su più livelli. Dopo aver fatto le foto di rito del resort, acquistiamo i biglietti della monorail, che sono un po' carucci per il tragitto da fare (5 euro a testa), ma dalla quale si può capire la geografia dell'isola con veduta di qualche braccio della palma. Dalla monorail si può fare una bella foto del resort Atlantis. Scendiamo alla fermata Gateway, situata sulla terra ferma. Lì adiacente si trova la fermata del tram che prendiamo per raggiungere Palm Jumerais Beach. I biglietti li abbiamo fatti alla macchinetta automatica. Lì nei paraggi troviamo un locale dove effettuare uno snack. Dopo di che vediamo la JBR Beach, di sabbia, con di fronte l'enorme ruota panoramica ancora da inaugurare e con dietro i numerosi grattacieli. Percorriamo The Walk at JBR, praticamente un'area commerciale a cielo aperto, una via pedonale fiancheggiata da palme, bar e ristoranti e negozi. Molto bella.

Riprendiamo il BigBus e scendiamo a Dubai Marina, dove aspettiamo l'ora di cena, con una lunga passeggiata che costeggia il canale. Prendiamo poi il Water Bus (8 aed) per arrivare nei pressi del ristorante Massimo's dove consumiamo una buona cena, con un bel panorama di grattacieli illuminati. Ci eravamo dimenticati che il prezzo del water bus era incluso con quello del BigBus, ma comunque ci ha deluso, soprattutto perchè la barchetta era coperta e non si riusciva a vedere bene il panorama circostante. E' anche vero che si tratta di un servizio di traghetto.... Rientriamo a Downtown con il metro, efficiente, pulitissima, una corsa circa 2 euro. Scendiamo alla stazione Dubai Mall, dove ci attende un lunghissimo percorso per uscire dalla metro.

11 febbraio 2020

Oggi visita nella zona Bur Dubai. Con il nostro BigBus scendiamo alla stazione adiacente al Dubai Museum che, nonostante non fossimo interessati, lo visitiamo anche perchè ad ingresso gratuito, sempre con il tiket BigBus. E' comunque interessante da vedere ed è locato all'interno del forte Al Fahidi Fort.

Proseguiamo e ci inoltriamo nelle viuzze e vicoli pedonali del quartiere Al Fahidi, tutto ben tenuto e ristrutturato. Qui non ci sono grattacieli ma case basse, tipiche, con le famose Barajeels , torri eoliche costruite per raffreddare gli edifici. Volendo c'è un percorso da seguire.Si gira in meno di un'ora. Molto silenzioso, con pochi turisti, ma va visitato. Pranziamo presso il rinomato Arabian Tea House Cafè, un locale molto affascinante, con giardino ombroso, dove si mangia benissimo.

Visitiamo il quartiere Al Seef, una parte nuova che ricrea vecchie architetture con ristoranti, negozi ed il Museum of Illusions che visitiamo soprattutto per curiosità. Il biglietto di ingresso è un po' caro (80 aed ) per quel che offre, ma va esaltato il personale molto cordiale e disponibile, che si presta a fotografare scene simpatiche. Ci rechiamo quindi al vicino Textile Souk, una via con copertura in legno fiancheggiata da rivenditori di tessuti e vestiti, molto, ma molto invadenti. Non mi è piaciuto per questo aspetto. In fondo alla via del mercato, verso destra, si vede il molo con le passerelle di legno e le abre ormeggiate. Quindi attraversiamo il Creek, e raggiungiamo Deira in pochi minuti e con pochi soldi ( mi sembra 3 aed in due). Si scende praticamente di fronte al Dubai Spice Souk. Molto bello da vedere velocemente, perché anche qui i rivenditori sono molto invadenti. Visitiamo altresì il vicino Gold Souq, il cosiddetto mercato dell'oro.... Coperto anche questo da una copertura di legno, questa via fiancheggiata da varie oreficerie con in vetrina oltre ai classici gioielli, vari corpetti, abiti in puro oro! Qui i negozianti non stressano e ti lasciano girare e vedere tranquillamente. Da vedere. Rientriamo in hotel con il nostro bus solito. Alla sera raggiungiamo con la navetta dell'hotel il centro commerciale prevalentemente all'aperto City Wall, dove ceniamo leggero, sono con waffel e crepes. Rientro in hotel con la navetta, dopo aver acquistato qualche dattero in un supermercato lì locato.

12 febbraio 2020

Oggi usufruiamo delle escursioni gratuite con il ticket BigBus. Prendiamo un taxi ed arriviamo al Mall Wafi, da dove parte il BigBus con destinazione Dubai Lagoon. Il tour parte tutti i giorni alle ore 9.00 (tranne il venerdì) e dura circa un'ora. Si gira un po' per Dubai e poi si arriva nei pressi di questa laguna. Si percorre a piedi un breve tratto, poi si accede in un osservatorio dal quale si possono vedere numerosi fenicotteri selvatici in questa area protetta. Di sicuro non pensavamo di vedere i fenicotteri a Dubai, e così ci siamo andati soprattutto per curiosità, ed effettivamente i fenicotteri c'erano.....

Rientriamo al Wafi Mall, con un percorso molto più breve, ed attendiamo una mezz'oretta, perchè sempre da qui parte il tour per l'emirato di Sharja, con lo stesso mezzo del BigBus. Arriviamo dopo circa 30-40 minuti all'omonima capitale Sharja, dove dal pulman si possono vedere varie moschee ed edifici pubblici dell'emirato. Il bus ci lascia quindi un'oretta nei pressi del Blue Souk, chiamato così forse per le piastrelle che lo rivestono, con negozietti a prezzi più accessibili. Anche qui vasta zona è riservata ai negozi di oreficeria. All'esterno del mall varie aiuole che costeggiano il mar Persico, con di fronte la ruota panoramica di Sharja. Questo emirato è molto meno appariscente del vicino Dubai, più a misura d'uomo, anche se anche qui i palazzi non mancano. Comunque da vedere.

Rientro al Wafi Mall e da qui bus per il Dubai Mall, dove all'interno consumiamo uno snack presso Pizza Huit. Riprendiamo il bus turistico (linea verde) e scendiamo lungo la Jumeirah Beach, nei pressi del famoso hotel Burj Al Arab. Da qui fotografiamo l'hotel a forma di vela, ed a piedi con una lunga camminata raggiungiamo il Souk Madinat Jumeraih che si trova all'interno dell'omonimo resort: un complesso che si ispira ad una cittadella araba, con all'interno hotel di lusso, una spa, un teatro, il mercato Souk Madinat, il tutto immerso in bellissimi giardini attraversati da canali. Da vedere assolutamente. Il mercato è molto carino ed i rivenditori non sono stressanti. Cena al The Grill Shack, all'interno del Dubai Mall, con vista su pista di pattinaggio. Mangiato bene.

13 febbraio 2020

Dall'hotel prendiamo il taxi per il Dubai Frame (20 aed). L'ingresso a questa attrazione inaugurata nel 2018 costa 52.50 aed x ps, ma li vale. Si sale da una parte (laterale) con ascensore velocissimo, si attraversa la parte superiore – volendo su un pavimento trasparente con veduta del panorama di sotto – che sembra di camminare nel vuoto, con altresì vista laterale da entrambi i lati. Molto bello e consiglio di visitarlo. Raggiungiamo a piedi (circa 800 mt.) la stazione del metro, che utilizziamo sino al Mall of the Emirates. Qui pranziamo presso uno dei numerosi food, e poi andiamo a vedere dall'esterno la nota Ski Dubai. E' impressionante se si pensa, che con le temperature esterne di Dubai che arrivano sino a 45°, qua si possa sciare...

Con la linea verde (BigBus) raggiungiamo il quartiere Marina, e nelle vicinanze del Pier 7, all'orario previsto, ci imbarchiamo per la crociera (Marina & Island Lagoon Boat Cruise ) della durata di circa un'ora che attraversa il canale uscendo in mare aperto sino ad ammirare il meraviglioso Skyline dei grattacieli. Anche questo incluso nel biglietto deluxe BigBus. Una volta scesi, raggiungiamo a piedi il quartiere Jumeriah Lake Towers, con i suoi scintillanti grattacieli e laghetti. Rientro in hotel con la metro, poi con il Big Bus che ha la fermata vicino all'hotel. Il costo del metro è 6 aed per zona 1, ed 8 aed per zona 2.

Cena ad Eataly dove consumiamo un antipasto, 2 primi al prezzo di 75.00 euro (299 aed).

14 febbraio 2020

Prima di arrivare all'aeroporto, vista la splendida giornata, facciamo un ultimo giro a piedi nella zona di Downtown, costeggiando il Dubai Mall ed i laghetti circostanti.

CONSIGLI

- Non serve prenotare on line il ticket per il Burj Khalifa se si vuole andare al mattino presto. Così si può scegliere la giornata più nitida. Noi l'avevamo prenotato, e siamo dovuti salire in una giornata un po' foschiosa.

- Da non perdere il Miracle Garden ed il Dubai Frame.

di Gabry1962 - pubblicato il
Parole chiave: ,