Nepal fai da te

Viaggio in solitaria, un'esperienza fantastica

Diario letto 20343 volte

  • di Frantasy
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Narrativa consigliata per il viaggio: Sette fiori di senape

Partenza 20 dicembre, ritorno 6 gennaio. Finalmente riesco a partire in un periodo lontano dall'estate!

Preparazione: solo il Volo a/r prenotato online dall'Italia con largo anticipo.

Informazioni utili: tutto su www.finisterraeviaggi.blogspot.com

Spostamenti: In Nepal spostarsi non è così semplice e immediato come in altri paesi dell'Asia.

Bisogna organizzarsi e avere il tempo necessario per valutare le opzioni migliori.

I voli interni spesso sono sconsigliati per lo stato dei mezzi, ma dipende sempre a quale compagnia ci si affida.

I bus pubblici richiedono spesso moltissime ore per le lunghe tratte, sono affollati e vecchi; molto spesso si rompono a metà viaggio... è all'ordine del giorno.

I bus turistici invece sono una buona soluzione per spendere poco, essere in buona sicurezza e stare seduti... ma i viaggi richiedono comunque diverse ore per le lunghe tratte.

Se si ha la possibilità di investire un po' più di soldi, la soluzione migliore è muoversi con l'auto.

Pernottamenti: piena possibilità di trovare alloggio all'arrivo sul posto in qualunque luogo e per qualunque tasca.

Spesa: 18 giorni di viaggio; volo a/r dall'italia + visto + vitto, alloggio, spese trekking = 1700 € circa

Il mio arrivo a Khatmandu è segnato dalla stanchezza di una notte passata in aeroporto a Istanbul a causa delle 5 ore di ritardo del volo, trascorse cercando una sistemazione per quando sarei arrivata a destinazione.

Hotel Silver Home: un hotel a basso costo che dispone di tutti i servizi che, se sei ben predisposto all'adattamento, può essere un'ottima soluzione economica nel bel mezzo del quartiere Thamel! Io ho speso 10 $ per una camera matrimoniale, acqua calda, wifi, trasporto da all'aeroporto. NO riscaldamento.

Sul volo ho tanto sonno che 7 ore passano in un secondo e quando apro gl'occhi sono accecata dalla luce che entra dal finestrino e vengo subito accolta da uno dei motivi per cui mi sono spinta fino a qui: la spettacolare catena delle Himalaya! Il tetto del mondo. Le montagne più alte della terra! Un volo di linea a quanti piedi si trova da terra?! TANTI.. Ebbene, quelle cime sembrano alla nostra altezza! E' una meraviglia della natura... e sapere che potrò vederle più da vicino mi mette già in fibrillazione!

Giunta in aeroporto verso l'ora di pranzo e superate le code per ottenere il visto turistico (60gg - 40$), esco... e come ogni volta che metto piede sul suolo asiatico, ecco quella sensazione di stordimento davanti a tanta gente che ti assale. Nella folla intravedo un grosso cartello arancione con scritto Silver Home e un ragazzo in comode ciabatte di plastica mi saluta con un grande sorriso e, in un'auto piena cuscini e chincaglierie, mi porta in centro città.

Traffico allucinante; inquinamento acustico alle stelle; mendicanti affollano i lati delle strade; persone ovunque; pulizia non pervenuta, ma come sempre giungere in Oriente mi pervade di un senso di tranquillità e gioia e non posso far altro che sorridere e godermi lo spettacolo!

Il quartiere di Thamel ha sostituito l'ormai leggendario quartiere dei figli dei fiori (Freak street).

Qui infatti fanno base la maggior parte dei turisti.. locali, ristoranti, hotel, guest house, negozi.. il caos è immancabile, ma almeno la sera si riesce a uscire senza grossi problemi di spostamento e in sicurezza.

Se sei diretto in montagna, è qui che potrai trovare ogni genere di accessorio per la tua spedizione e i prezzi sono davvero allettanti! Munita di mappa, grazie alla mia lonely planet, mi metto in cammino e inizio ad esplorare la città seguendo un'itinerario classico per poi perdermi, una volta presa confidenza col territorio. Le persone mi guardano incuriosite. Non è da tutti i giorni vedere una ragazza sola, nonostante i tanti turisti, ma non sono affatto ostili e proseguono lungo la loro strada in direzione del lavoro o della scuola. Una scena simpatica apre un piccolo teatrino in mezzo ad alcuni vecchi edifici e i cavi penzolanti della corrente elettrica. Una simpatica famiglia di scimmie sembra aver smarrito la strada e cerca una via di fuga saltando da un terrazzo all'altro nello stupore della gente

  • 20343 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. ilmoro73
    , 19/12/2014 16:34
    Ciao Frantasy, complimenti per il tuo viaggio. Quando leggo e conosco di queste esperienze mi vengono i brividi, di piacere ovviamente, e quando ha viverla è una donna allora m'inchino e porgo a lei il mio rispetto.
    A parte questa, dovuta, premessa, vorrei chiederti una cosa: ad ottobre vorrei fare anch'io un'esperienza in Nepal, e vorrei fare trekking d'alta quota con possibilità di raggiungere o (almeno provare a farlo) il campo base di una vetta hymalaiana; secondo te c'è la possibilità di poter organizzare il viaggio in maniera autonoma ? secondo te posso cercare direttamente a Khatmandu una guida e portatore oppure il costo è praticamente il medesimo di quello che si ha rivolgendosi ad un'agenzia italiana? sono abituato a viaggiare e adattarmi ai luoghi che visito, sia per il vitto che per l'alloggio, e quindi non avrei problemi a dormire in luoghi "popolari" sia nella citàà che ovviamente durante il terkking.
    Spero di poter ricevere qualche consiglio così da fortificare ancor di più questa mia volontà di visitare il Nepal.
    Ti saluto e ancora una volta, complimenti.
    ciao
    Luca

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social