In giro tra le isole greche

Il Dodecanneso in barca a vela, da Kos a Rodi

Diario letto 6526 volte

  • di dani5
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 9
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Giro delle Isole Greche in barca a vela: Kos, Nysiros, Tylos, Symi, Chalki, Rodi. Anche quest’anno come gli ultimi tre anni precedenti la scelta del posto su dove passare le nostre vacanze estive è ricaduta sulle isole della Grecia. La scelta quest’anno è stata però un po’ meno libera in quanto, poiché desiderosi di fare un’esperienza in barca a vela,ci siamo uniti ad un gruppo di amici che ci hanno proposto di fare tale esperienza seguendo l’itinerario che da Kos porta a Rodi. Felici della proposta, abbiamo pertanto aderito all’iniziativa che ci portava a vedere delle isole che altrimenti non avremmo mai visto perché non sarebbero mai state oggetto di nostre scelte volontarie.

Il nostro viaggio è stato come sempre ambientato nel mese di agosto, durante la terza e la quarta settimana del mese. Siamo partiti in cinque persone, le altre quattro le avremmo poi aspettate una volta arrivati a Kos.

Il nostro viaggio prevedeva le seguenti tappe:

- Volo da Milano a Rodi con partenza immediata con traghetto verso l’Isola di Symi dove trascorrere 3 giorni su questa isola;

- Viaggio con traghetto dall’isola di Symi a Kos dove iniziare la nostra settimana di viaggio in barca a vela;

- Arrivo con la barca a vela all’isola di Rodi, sulla quale passare gli ultimi tre giorni di ferie prima del nostro rientro;

Per quanto riguarda l’isola di Rodi racconterò le mie impressioni su questa isola più avanti poiché la stessa l’abbiamo vissuta soltanto durante le ultime giornate di vacanza. Inizierò pertanto a descrivere l’Isola di Symi, che è stata sostanzialmente la nostra prima vera tappa del viaggio. Su questa isola abbiamo trascorso tre giorni, prima di imbarcarci sul traghetto che ci ha portato a Kos per iniziare la nostra settimana in barca a vela, e abbiamo alloggiato presso la bellissima struttura colorata e molto pulita dell’ Opera House (che consigliamo). Symi è un’isola molto bella, con un fascino particolare intriso di cultura e aristocrazia,quando arrivi al porto la prima cosa su cui cade l’occhio è il bellissimo panorama caratterizzato da pittoresche case colorate che abbelliscono le montagne e lasciano senza parole. Abbiamo tuttavia riscontrato i prezzi di ogni genere di prodotto più cari rispetto alle altre isole, molto probabilmente è meta dei greci più abbienti, non a caso è soprannominata la “Capri dell’Egeo”. Ad ogni angolo si trovano negozietti che vendono prodotti di ottima qualità soprattutto dal punto di vista del vestiario oltre i classici negozietti che vendono unicamente spugne (è un isola molto famosa soprattutto per le sue spugne infatti), le spiagge sono soprattutto fatte di roccia ma offrono un mare molto pulito e di un blu profondo. Degne di nota sono le spiagge di Aghia Marina, Aghios Georgios, Marathounta e Nanou, tutte stupende e caratterizzate da splendidi colori di acqua cristallina.

Dopo aver preso il traghetto che ci ha portato a Kos, al porto abbiamo aspettato la coppia di amici che già soggiornavano sull’isola e, dopo aver raggiunto il nostro hotel per lasciare i nostri bagagli, abbiamo trascorso assieme a loro un intero pomeriggio a Kos Town. Avendo passato solo due giornate a Kos non possiamo dire molto su questa isola, sicuramente trattasi di isola molto accogliente e ricca di divertimento poiché abbiamo incontrato davvero molti turisti, molti di più rispetto a quelli trovati sulle altre isole della Grecia, e soprattutto molti turisti inglesi. A Kos abbiamo alloggiato presso l’hotel Elite Apartments, carino, pulito e molto semplice, con piscina all’interno, e abbastanza vicino al porto,cosa per noi fondamentale dato che vi dovevamo ritornare per incontrare altri amici provenienti direttamente dalla Sardegna, ed iniziare finalmente il nostro viaggio in barca a vela. La nostra barca a vela era per dieci posti, noi eravamo in nove, molto meglio così, avevamo più posto a disposizione. La nostra agenzia con la quale abbiamo noleggiato la barca ci ha reso disponibile un così detto ragazzo alla pari, che in cambio di vitto e alloggio avrebbe assistito gratuitamente il nostro skipper (un nostro amico) nelle manovre più impegnative. Dopo aver conosciuto il nostro nuovo compagno di viaggio abbiamo iniziato così la nostra traversata nell’Egeo, che prevedeva le seguenti tappe: Nysiros, Tilos, nuovamente Symi e l’isola di Chalki, prima del nostro arrivo finale a Rodi

  • 6526 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social