Weekend nelle Langhe

Castelli magici, borghi incantati, buon cibo ed arte
 

Quale periodo migliore per visitare le Langhe se non l’autunno? Il primo fine settimana di novembre decidiamo di partire per un weekend fuori porta alla scoperta di questi paesaggi patrimonio UNESCO, per lasciarci stupire dai colori autunnali delle vigne, da castelli magici e borghi che sembrano quasi incantati, poiché rievocano un’atmosfera antica e quasi surreale.

Giorno 1 – Panchine giganti e Grinzane Cavour

Dopo circa 2 ore e mezza giungiamo a destinazione, la nostra prima tappa è Diano d’Alba: ci troviamo qui per ammirare la Panchina Gigante di Chris Bangle. Il Big Bench Community Project nasce nel 2009 proprio qui nelle Langhe, con l’obiettivo di unire la creatività del designer americano con le eccellenze piemontesi, promuovendo così il turismo ed il patrimonio del territorio. Le Big Bench (panchine fuori scala) sono posizionate in luoghi panoramici e di particolare bellezza paesaggistica, oggi in Italia si contano 195 panchine. Non male eh?!

Mentre raggiungiamo la Panchina, caratteristica per il suo colore che ricorda molto quello del vino prodotto in queste zone, notiamo un Castello in lontananza. È il Castello di Grinzane Cavour, decidiamo perciò di avvicinarci e di fare volare il nostro piccolo drone per provare a realizzare qualche scatto.

Questi i risultati.

Proseguiamo poi verso La Morra, il paese più alto delle Langhe. Con i suoi 513 metri di altitudine s.l.m. domina il territorio, dalla piazza principale si ammira un panorama stupendo che spazia su ogni borgo, castello e collina che potete immaginare. Beh, che dire… qui uno scatto è d’obbligo!

E credetemi, il panorama vale tutta la fatica che farete a trovare un parcheggio. Perché sì, purtroppo parcheggiare a La Morra è un po’ come vincere al lotto… quasi impossibile!

Da La Morra ci spostiamo poi a Barolo,  il borgo forse più famoso di tutte le Langhe ed assolutamente imperdibile se deciderete di visitare questo territorio. Passeggiamo fra le sue strette per giungere al Castello, che ospita il WiMU (Museo del vino) ma che decidiamo di non visitare durante questa giornata.

Arriva il momento del pranzo, mangiamo dei panini portati da casa con l’idea di rimanere leggeri sapendo la grande cena che ci avrebbe aspettato alla sera. Quindi ci rilassiamo fra i vigneti, gustando così il nostro “tristissimo” pranzo.

Nel pomeriggio decidiamo di visitare una cantina davvero particolare, della quale era venuta a conoscenza durante un corso di architettura in università,  e che fino a quel momento mi era rimasta davvero impressa, facile capire perché una volta che vedrete qualche foto!

Sto parlando della cantina “Astemia Pentita” di Barolo. Una cantina pop voluta dall’imprenditrice Sandra Vezza. La Cantina vista dall’esterno pare essere costituita da due casse di vino sovrapposte. Una volta entrati noterete che i soffitti della cantina creano nel visitatore l’illusione di essere realmente all’interno di una cassa di vino…. Effetto wow garantito!

Inizia così la nostra visita, il personale, gentilissimo e super disponibile, ci accompagna alla scoperta dei diversi luoghi dedicati alla produzione del vino, partendo dalla bottaia per giungere fino alla zona di imbottigliamento. Ogni zona produttiva è caratterizzata da un colore differente che la identifica, e da decorazioni murali realizzate da artisti locali, che ne descrivono artisticamente l’essenza.

Guarda la gallery
dji_0563

dji_0547

dji_0578

dji_0589

dji_0593

img_1611

img_1758

img_1762

img_1863

img_3636

img_3641

img_3652

img_5152

img_7075



Commenti

Lascia un commento

Ti consigliamo
malaga e dintorni

Malaga e dintorni

la via francigena a modo nostro

La Via Francigena a modo nostro

La genesi  Quando il capo conferma le ferie, scatta l’Inferno! E nel mezzo del cammin...

lanzarote, l'isola che non ti aspetti

Lanzarote, l’isola che non ti aspetti

Dopo mesi di prigionia forzata da pandemia ed altri problemi finalmente sembra di vedere...

Leggi i Diari di viaggio su Italia
Diari di viaggio
insolita trieste

Insolita Trieste

Io e il mio compagno siamo stati a Trieste per il ponte dell’8 dicembre (8 – 12 dicembre 2021): 5 giorni che per noi, provenienti da...

Diari di viaggio
primavera in umbria

Primavera in Umbria

Ferie ad aprile, la primavera è alle porte e così, da amante della natura, scelgo una delle regioni più verdi in cui in passato ho...

Diari di viaggio
parco naturale regionale della lessinia

Parco Naturale Regionale della Lessinia

Parco Naturale Regionale della Lessinia - Ponte di Veja In una giornata di pioggia, lungo l’impervio sentiero che mi portavano ai...

Diari di viaggio
cosa vedere a matera in 2 giorni

Cosa vedere a Matera in 2 giorni

Meravigliosa Matera la città dei Sassi, due giorni in questa splendida e affascinante città che mi ha letteralmente rapita. Matera...

Diari di viaggio
viaggio nell'eremo di santa caterina del sasso

Viaggio nell’Eremo di Santa Caterina del Sasso

Quello che vi porto a scoprire oggi è un luogo particolare, incastonato tra le rocce del Lago Maggiore. Ammetto e faccio mea culpa: questo...

Diari di viaggio
weekend nelle langhe

Weekend nelle Langhe

Quale periodo migliore per visitare le Langhe se non l’autunno? Il primo fine settimana di novembre decidiamo di partire per un weekend...

Diari di viaggio
napoli e capri connubio perfetto

Napoli e Capri connubio perfetto

Fare una vacanza a Napoli e Capri era da sempre il desiderio di mia sorella e il mio. La sua amica ci invitò alcuni giorni a casa sua e...

Diari di viaggio
una giornata tra mare e trulli

Una giornata tra mare e trulli

Il nostro itinerario comincia da Matera, la città dei Sassi: dopo aver soggiornato 2 notti qui, spinti da consigli di amici e parenti, e...

Diari di viaggio
passeggiata per le vie di bobbio, il borgo più bello d'italia

Passeggiata per le vie di Bobbio, il borgo più bello d’Italia

Un programma televisivo di qualche anno fa l'ha decretato borgo più bello d'Italia ed io non potevo farmi sfuggire l'opportunità di...

Diari di viaggio
alla scoperta di san miniato

Alla scoperta di San Miniato

Percorrendo la superstrada Fi-Pi-Li, esattamente a metà strada tra Pisa e Firenze, si trova uno dei borghi più caratteristici della...