Weekend in Attica… quasi per caso

Tre giorni in famiglia alla scoperta della bella e sottovalutata Atene
 
Partenza il: 24/06/2016
Ritorno il: 27/06/2016
Viaggiatori: 5
Spesa: 500 €

Questo weekend in Attica è nato quasi per caso…precisamente da un acquisto in una nota catena di negozi di elettronica, che mi ha permesso di ottenere in omaggio due voli gratis per una capitale europea. Inutile dire che, al momento della prenotazione, la possibilità di scegliere tra le molteplici opzioni iniziali, si è ristretta ad un’unica destinazione prenotabile in date fattibili: Atene appunto.

Per cui, confermati i voli omaggio, ho acquistato gli altri tre biglietti molto economici su Ryanair (39€ a/r) ed in formazione completa (io, moglie, bimbo e nonni) ci siamo preparati con un pizzico di scetticismo a questa nuova tappa europea.

In primo luogo abbiamo scelto di dividere equamente i tre giorni a disposizione tra la visita di Atene e un po’ di relax in una località marina non lontana. Questa opzione è venuta fuori sia perché non credevamo che la città avesse molto da offrire, sia per tenere i costi bassi. Infatti con mia grande sorpresa i prezzi degli hotel nel centro di Atene sono tutt’altro che low cost, se si esclude la zona di Omonia che tuttavia, considerata la pessima fama, abbiamo preferito evitare.

Così per quel che riguarda il soggiorno mare ho adocchiato un bellissimo hotel con piscina su Booking a prezzo di saldo, il Marathon Beach Resort, a Nea Makri.

Dunque siamo arrivati il venerdì a notte fonda all’aeroporto e lì abbiamo trovato la navetta dell’hotel puntuale ad aspettarci. La zona di Nea Makri ci appare anche alle due di mattina subito molto movimentata, con tanta movida giovanile e un bel po’ di ristoranti e bar sul lungomare.

L’indomani ci svegliamo presto, intenzionati a sfruttare il primo sole della mattina per portare a mare il bimbo, ma, il forte vento e le onde, ci fanno optare per una mattinata in piscina. Lì coccolati dallo staff del pool bar, tra un tuffo e un inseguimento del piccolo, consumiamo il nostro pasto light a base di fantastiche insalate di pollo. Nel pomeriggio portiamo il bambino in un area giochi sul lungomare e ceniamo poi discretamente al The Greek Recipe a costi abbordabili.

L’indomani prepariamo i bagagli per Atene (anche in questo caso utilizziamo il servizio transfer a pagamento dell’hotel) ma prima di partire passeggiamo sul bel lungomare. La spiaggia in realtà è veramente molto stretta ma il mare, nonostante fosse ancora leggermente mosso, ha lasciato intravedere delle ottime potenzialità.

Ci trasferiamo, dunque, al centro di Atene e precisamente nel quartiere Plaka, presso il Central Hotel. L’hotel è bello, il prezzo è alto, le camere un po’ piccole, i servizi del concierge, il rooftop bar con magnifica vista sull’Acropoli e la colazione sono di categoria superiore. Non bellissimi gli edifici immediatamente limitrofi all’hotel, ma basta fare davvero pochi metri per godere di “panorami” migliori.

Il pomeriggio io e mia moglie approfittiamo del riposo pomeridiano del bimbo e dei nonni per andare a visitare l’Acropoli, facilmente raggiungibile con una fermata di metro da Piazza Syntagma.

Alcune dritte su come organizzare al meglio la visita:

1) Noi abbiamo visto solo l’Acropoli pagando 20€ ma per chi avesse più tempo è possibile acquistare un biglietto a 30€ che comprende altre attrazioni tra cui l’Agorá e il Museo Archeologico Nazionale.

2) L’Acropoli non è visitabile con passeggino, e visto che bisogna inerpicarsi su gradini di marmo e spuntoni di roccia, è assai ostica da affrontare con bimbi piccoli a meno che non li si voglia portare in braccio. E, in effetti, qualcuno ha pensato bene di provarci, considerato che, con nostra grande sorpresa, abbiamo visto una bimba che gattonava tranquillamente nei pressi del Partenone.

3) In estate è consigliabile andare la mattina presto o nelle ultime ore del pomeriggio per evitare il troppo caldo e le file alla biglietteria. Noi abbiamo iniziato la visita alle 17 e non abbiamo avuto nessuno dei due problemi.

Il percorso interno all’Acropoli inizia dal teatro di Dioniso, prosegue un po’ più in alto con il magnifico Odeo di Erode Attico (tuttora utilizzato per fare concerti in uno scenario mozzafiato) e termina con l’ingresso all’Acropoli vera e propria dominata da sua maestà il Partenone. Tutto il percorso regala grandi emozioni e sprazzi di bellezza assoluta anche al turista non propriamente interessato alla storia antica e all’archeologia, in quanto coniuga reperti con molteplici punti di vista panoramici sulla città sottostante. Imperdibile!

Dopo questa entusiasmante visita torniamo rapidamente in albergo per recuperare bimbo e nonni e per farci un giro per le vie adiacenti all’hotel; così da piazza Mitropoleos, dominata da una bella chiesa ortodossa, scendiamo per le strade lastricate di Plaka fino alla Libreria di Adriano per poi risalire verso l’hotel. L’obiettivo infatti é quello di spaparanzarci sul rooftop bar dell’hotel e goderci, consumando qualche snack a mo’ di apericena, lo spettacolo del tramonto sull’Acropoli. Anche questa scelta si rivelerà molto azzeccata.

La mattina successiva, dopo aver gustato l’ottima colazione dell’hotel, prepariamo i bagagli che consegniamo agli efficientissimi ragazzi del concierge. Ci restano sette ore di tempo per vedere tutto quello che ci interessa prima di andare in aeroporto.

Così scendiamo per Mitropoleos e vie limitrofe, dove acquistiamo qualche souvenir, fino ad arrivare a Monastiraki; da lì risaliamo per Emou (la via dei grandi negozi) fino a raggiungere prima piazza Syntagma e poi il Parlamento dove, a mezzogiorno in punto, assistiamo all’assai caratteristico cambio della guardia. Da lì, visto il notevole caldo, ci addentriamo nei giardini nazionali con l’obiettivo di portare il piccolo Bruno al playground lì presente e di far rifiatare un po’ i nonni. Infatti i giardini sono veramente un luogo ideale per prendere il fresco nelle aride giornate estive. Mentre il bimbo si dedica ai suoi giochi e gli altri membri della comitiva si riposano, io decido di andare a vedere in solitaria due luoghi che erano troppo vicini ai giardini nazionali per non essere visitati.

Il primo è il bellissimo stadio Panateanico, unico stadio al mondo costruito esclusivamente in marmo, visitabile al costo di 5€. Per me è da considerarsi un’attrazione assolutamente imperdibile in quanto è un opera di indubbio valore architettonico ma anche di grande fascino in quanto in questo stadio (ampiamente restaurato in anni recenti) si svolgevano in era antica i giochi panateanici e sempre qui si sono svolte le prime olimpiadi dell’era moderna.

Guarda la gallery
cultura-zgefx

Monastiraki

cultura-kxgtg

Tempio di Zeus

cultura-xmdfq

acropoli al tramonto

cultura-f5hdz

Stadio panateanico

cultura-9daya

Partenone



    Commenti

    Lascia un commento

    Leggi i Diari di viaggio su Acropoli di Atene
    Diari di viaggio
    grecia continentale fai da te

    Grecia continentale fai da te

    Da tempo volevamo visitare la Grecia continentale per vedere i resti di un popolo che ha partecipato attivamente alle origini della nostra...

    Diari di viaggio
    weekend in attica… quasi per caso

    Weekend in Attica… quasi per caso

    Questo weekend in Attica è nato quasi per caso...precisamente da un acquisto in una nota catena di negozi di elettronica, che mi ha...

    Diari di viaggio
    atene, la metropoli fantasma

    Atene, la metropoli fantasma

    vada, la terra dove le montagne incontrano il mare. Come ogni sito archeologico che si rispetti, Delfi è munita di un museo, che ha...

    Diari di viaggio
    i tesori della grecia

    I tesori della Grecia

    Approfittiamo del ponte del 1° maggio per fare un week end lungo sempre assieme ai nostri amici londinesi, Tine ed Emanuele. La meta di...

    Diari di viaggio
    maratona ad atene

    Maratona ad Atene

    Questa è la storia di un viaggio lungamente pensato, della preparazione atletica di ragazzi volenterosi e della voglia di mettersi alla...

    Diari di viaggio
    atene, peloponneso e isole ionie

    Atene, Peloponneso e isole Ionie

    Budget Cifre da intendersi a testa viaggiando in 2; Volo, pernottamenti, trasporti (autobus e metro, traghetti, scooter, carburante) e...

    Diari di viaggio
    la mia grecia

    La mia Grecia

    Nel maggio del 2009 ebbi la fortuna di partecipare a un viaggio d'istruzione (e non solo) in Grecia con 2 insegnanti e 29 compagni di...

    Diari di viaggio
    fantastica grecia

    Fantastica Grecia

    partendo dal Jackpots(Kebab buonissimi a poco prezzo) abbiamo camminato lungo la via principale, quella dei ristoranti e dei...

    Diari di viaggio
    ferragosto a rodi

    Ferragosto a Rodi

    La scelta della nostra destinazione per la settimana di Ferragosto è stata agevole: molti e positivi sono stati i commenti degli amici che...

    Diari di viaggio
    4 giorni ad atene

    4 giorni ad Atene

    Nuovo viaggio low cost... Meta scelta: Atene, la culla della cultura e della democrazia... Partenza 18/02/2011 con volo EasyJet Milano...

    Video Itinerari